Tamburi di guerra: Microsoft svela ufficialmente Zune

Tamburi di guerra: Microsoft svela ufficialmente Zune

Il colosso di Redmond annuncia ufficialmente le caratteristiche di Zune, tralasciando però prezzi e disponibilità. Microsoft punta sul WiFi e sulla condivisione di contenuti tra gli utenti

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:31 nel canale Multimedia
Microsoft
 

Nella giornata di ieri Microsoft Corporation ha compiuto il primo passo di quello che dovrebbe essere il cammino (più o meno complesso) che ha come obiettivo finale quello di detronizzare l'iPod di Apple dalle classifiche mondiali di vendita: il colosso di Redmond ha infatti svelato le principali caratteristiche di Zune, il nuovo dispositivo multimediale portatile per la fruizione e la condivisione di musica e video.

In realtà l'annuncio non svela pressoché nulla di nuovo dal momento che le varie fughe di notizie delle passate settimane hanno lasciato trapelare le caratteristiche del lettore. Nulla di nuovo anche per quanto riguarda il design, che corrisponde a quello già visto nella documentazione di Toshiba depositata preso la FCC.

Zune sarà disponibile in tre colorazioni: bianco, nero e un inusuale marrone. L'interfaccia operativa è composta da due tasti e da una grossa corona centrale, che nasconde un pad direzionale. Zune è provvisto di un ampio display da 3,5 pollici che può essere utilizzato sia in modalità portrait, sia in modalità landscape assumendo, in quest'ultimo caso, le proporzioni di un display da 16:9. La capacità di immagazzinamento dati è di 30GB che consente di archiviare una media di 7500 brani, 25000 fotografie e 100 ore di video. E' inoltre presente un sintonizzatore radio FM integrato.

Una delle caratteristiche peculiari di Zune è la presenza di un modulo WiFi che socchiude le porte ad un nuovo modo di intendere i dispositivi portatili, almeno secondo il pensiero di Microsoft. Il colosso di Redmond avrebbe infatti previsto la possibilità dell'interscambio dei contenuti tra gli utenti, sfruttando proprio la connessione WiFi. A questo proposito si aprono due modalità di interscambio: i contenuti "autoprodotti", come foto e video personali, possono ovviamente essere scambiati senza alcuna limitazione, mentre i contenuti protetti da DRM sono soggetti a regolamentazioni ben precise: ogni canzone "condivisa" potrà essere infatti ascoltata dal ricevente solo per un massimo di tre volte e comunque entro tre giorni dal primo ascolto. Scaduto il tempo limite, l'utente potrà decidere se acquistare il brano direttamente oppure cestinarlo.

Ovviamente una vera battaglia all'ecosistema iPod e iTunes non può prescindere da uno store virtuale. Ed ecco che Microsoft annuncia anche Zune Marketplace (richiamando di fatto il nome già utilizzato per Xbox), un negozio virtuale dal quale sarà possibile acquistare brani musicali ad un prezzo unitario che dovrebbe essere confrontabile con quello praticato da Apple. Microsoft proporrà inoltre due modelli di offerta: uno che prevede, appunto, la possibilità di acquistare brani singolarmente e uno che permette, dietro il pagamento di una sorta di abbonamento presumibilmente di durata mensile di scaricare tutti i brani che l'utente desidera.

Usiamo il condizionale perchè tra i dettagli annunciati sono stati tralasciati quelli che avrebbero maggiormente catalizzato l'attenzione del pubblico: i prezzi e la disponibilità. Microsoft non ha ancora comunicato il prezzo sul mercato di Zune e dei servizi del Marketplace, e tantomeno la disponibilità effettiva del prodotto. Chiaramente l'obiettivo è agguantare il treno delle festività natalizie ed è quindi possibile che Zune venga lanciato effettivamente entro il Giorno del Ringraziamento.

Tuttavia non è una possibilità remota che il cosiddetto "iPod killer" possa essere commercializzato dapprima solo sul mercato USA: J Allard, responsabile del gruppo di lavoro per Zune, ha infatti dichiarato che nonostante tutto Microsoft vuole iniziare "in piccolo", creandosi una solida posizione sul mercato statunitense e prendere tempo per analizzare gli altri mercati e studiare una strategia adeguata per poterli attaccare in modo remunerativo.

Negli scaffali dei negozi troveranno posto, accanto a Zune, anche tutta una serie di accessori: Zune Car Pack, Zune Home A/V Pack e Zune Travel Pack. Come facilmente si evince dai nomi stessi, i primi due pacchetti sono composti da accessori che consentono di interfacciare Zune con l'autoradio e con l'impianto stereo casalingo, mentre l'ultimo include una serie di cavi, cuffie e custodie espressamente indirizzate all'aspetto più "mobile" del nuovo lettore multimediale di Microsoft.

In ultima analisi si può dire che la sfida ad Apple è stata lanciata a metà, almeno fino a quando non saranno rese disponibili le informazioni riguardanti prezzi e disponibilità. Il verdetto sarà come sempre rimesso al mercato, ad una giuria che questa volta sarà più temibile che mai.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

147 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
int main ()15 Settembre 2006, 11:36 #1
o regà sembra a me o è bello ed interessante stò coso :|
ronthalas15 Settembre 2006, 11:37 #2
occacchio, ma è possibile che al giorno d'oggi una software house debba per forza mettersi a produrre anche hardware per far bella figura?
Tra un po' avremo anche le fotocamere di Adobe, di questo passo?
Darkangel66615 Settembre 2006, 11:38 #3
Guerra totale con tutti: Apple, Sony, manca solo che si mettano a produrre telefonini.
gerasimone15 Settembre 2006, 11:38 #4
fico, esteticamente mi piace.... chissà quanto costa....
Dias15 Settembre 2006, 11:38 #5
Le funzionalità WiFi sono molto interessanti! Non pensavo che andassero oltre alla musica, ottimo.

Mentre esteticamente se fosse stato spesso la metà sarebbe stato perfetto, ma vabbè, non si può pretendere tutto.
gerasimone15 Settembre 2006, 11:39 #6
Originariamente inviato da: ronthalas
ma è possibile che al giorno d'oggi una software house debba per forza mettersi a produrre anche hardware per far bella figura?

Microsoft produce hardware da anni, così come apple
WarDuck15 Settembre 2006, 11:40 #7
Microsoft produce hw da parecchio, mi ricordo molti anni fa quando avevo il 386, avevo un mouse Microsoft 2 tasti
Così come tutte le altre periferiche (joystick, tastiere...).

Inoltre nn vedo quale sia il problema, Apple lo fa continuamente, è uno dei suoi maggiori punti di forza, è normale che si cerchi di costrastarla.

Secondo me è interessante come dispositivo, ovviamente bisognerà vedere il prezzo.
davidon15 Settembre 2006, 11:45 #8
Tamburi di guerra: Microsoft svela ufficialmente Zune

ma che titolo è ?

io sono contento dell'ingresso di microsoft nel settore, sebbene i lettori mp3 che utilizzo io devono avere caratteristiche diverse (usb plug, batteria AAA)

ciaobye
gerasimone15 Settembre 2006, 11:46 #9
Digital Music News riporta anche alcune indiscrezioni, mai giunte fino a oggi, sul prezzo; alcuni potrebbero vederlo come uno svantaggio: 399 dollari per un modello da 30 GB....
Un altro svantaggio di cui si parla è la mancanza della caratteristica della sincronia wireless con il pc, perchè sembra che Microsoft abbia implementato un protocollo WiFi proprietario.
diabolik198115 Settembre 2006, 11:53 #10
Originariamente inviato da: Dias
Le funzionalità WiFi sono molto interessanti! Non pensavo che andassero oltre alla musica, ottimo.

Mentre esteticamente se fosse stato spesso la metà sarebbe stato perfetto, ma vabbè, non si può pretendere tutto.


Credo che il problema dello spessore sia dovuto all'HD.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^