Sandvine analizza il traffico web: oltre la metà è generato da Netflix e YouTube

Sandvine analizza il traffico web: oltre la metà è generato da Netflix e YouTube

Le analisi dell'uso di internet condotte da Sandvine mostrano come YouTube e Netflix occupino più della metà del traffico in downstream generato da reti fisse e cellulari

di Nino Grasso pubblicata il , alle 08:01 nel canale Multimedia
 

Nonostante i servizi che offrono contenuti multimediali in streaming si diffondano in maniera rapida, sono sempre Netflix e YouTube a dominare un mercato che hanno iniziato ad occupare sin dagli albori. È quanto emerso con evidenza dalle ultime ricerche di Sandvine, intitolate "Global Internet Phenomena Report 2H2013", volte a valutare il traffico in downstream ed upstream dei vari servizi di video-streaming online.

"Per la prima volta in assoluto, il traffico generato dalla condivisione di file via peer-to-peer è sceso sotto il 10% del traffico totale in Nord America, una differenza sostanziale dal 60% che faceva registrare 11 anni fa", ha dichiarato Dave Caputo, CEO di Sandvine. "Dal 2009 l'intrattenimento on-demand consuma più banda rispetto alle applicazioni 'da utilizzare dopo' come lo scambio di file via P2P e avevamo già previsto che entro il 2015 questo valore sarebbe sceso sotto il 10%. Ma è successo molto più rapidamente."

Sandvine, analisi traffico web

Il rapporto conferma la prima netta posizione di Netflix, con il 31,62% del traffico web nelle ore di punta, seguito da YouTube che genera il 18,69% del traffico complessivo. Rispetto alle ultime analisi condotte da Sandvine, il social media network di Google mostra un incremento del 9%, dovuto probabilmente alle nuove modalità di visione possibili tramite la diffusione dei dispositivi mobile. Lo studio infatti analizza i risultati ottenuti sia da rete fissa che da rete cellulare.

Se combiniamo i dati dei due servizi di streaming video, otteniamo un risultato che supera di poco il 50%, ovvero la metà di tutto il traffico generato in downstream nelle ore di punta. Nelle posizioni immediatamente successive troviamo il traffico generato su protocollo HTTP, seguito dal servizio in peer-to-peer BitTorrent. Il paragone fra Netflix e i servizi di streaming video concorrenti sembra essere quasi fuori luogo: Apple fa registrare solamente il 3,27% del traffico web con il suo iTunes, mentre Amazon Video ed Hulu solamente 1,61 e 1,29%.

In Europa la situazione non sembra diversa. Netflix è sbarcato solamente due anni fa nel Vecchio Continente, e fa già registrare un traffico in download pari al 20% del traffico complessivo in alcune aree del Regno Unito. Per ottenere lo stesso risultato negli Stati Uniti, il servizio di video in streaming ha avuto bisogno di oltre quattro anni.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
piererentolo18 Novembre 2013, 09:40 #1
Solo perchè non esiste un'app Youporn! Altrimenti te lo do io Yoututube e Netflix...
peonesnet18 Novembre 2013, 10:06 #2
se calcoliamo che youtube e' disponibile praticamente ovunque mentre Netflix no (soprattutto da noi e muovetevi a portarcelo :P) il risultato di quest'ultima e' notevole!
Alzatan18 Novembre 2013, 10:08 #3
Ho netflix da due anni, ed é una figata... aspetto solo che mettano anche l'audio AC3 in streaming cosí posso vedere i film in 5.1
san80d18 Novembre 2013, 11:32 #4
Originariamente inviato da: peonesnet
se calcoliamo che youtube e' disponibile praticamente ovunque mentre Netflix no (soprattutto da noi e muovetevi a portarcelo :P) il risultato di quest'ultima e' notevole!


vero, anche se nel mercato principale, ovvero gli stati uniti, non conosco praticamente nessuno che non lo abbia
Cappej18 Novembre 2013, 18:44 #5
Netflix sembra che sbarchi in italia ad anno nuovo... nel frattempo è previsto che la "concorrenza" Mediaset e SKY sbarchino prima di natale con i loro servizi a 8-9 euro mese, senza obblighi di rinnovo, su piattaforma Informatica

Fa' il solletico "i Cesaroni" a NetFlix!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^