Rumor su Winamp: Microsoft vorrebbe riportarlo in vita?

Rumor su Winamp: Microsoft vorrebbe riportarlo in vita?

Sembra che siano iniziate trattative fra Microsoft e AOL volte all'acquisizione dei servizi online alla base di Winamp, e della proprietà del lettore multimediale

di Nino Grasso pubblicata il , alle 08:01 nel canale Multimedia
Microsoft
 

La notizia della chiusura di Winamp da parte di AOL è arrivata il 20 novembre improvvisamente ma in qualche modo attesa. La popolarità di quello che era senza dubbio il riproduttore multimediale più diffuso durante la fine degli anni '90 era sicuramente svanita nel corso del tempo, in un settore in cui diverse tipologie d'utenza hanno iniziato ad approcciarsi all'ascolto di musica liquida su PC in maniera sensibilmente diversa rispetto agli anni in cui Winamp era pioniere nel crescente mercato dei brani digitali.

Sembra tuttavia che ci sia ancora qualche speranza per Winamp, come riportato dal sito TechCrunch. Microsoft sembra essere in trattativa con AOL, la società che detiene la proprietà del player multimediale, nel tentativo di acquistare non solo l'applicazione, ma anche il servizio in streaming Shoutcast.

Winamp

Il popolo di internet è stato scosso dall'annuncio della chiusura di un pezzo di storia del software informatico mercoledì scorso, soprattutto quegli utenti che hanno visto nascere il mondo dell'ascolto digitale su personal computer, che si è evoluto enormemente nel corso degli anni facendo dei PC una vera e propria soluzione per l'ascolto Hi-Fi, e una macchina per la fruizione di contenuti multimediali a tutto tondo.

Non è ancora chiaro quale tipo di supporto voglia dare Microsoft a Winamp e quali siano di fatto le finalità dell'accordo con AOL. Del resto le trattative sarebbero solo nelle fasi iniziali, se si rivelassero vere le indiscrezioni nate dal sito americano. Inoltre, nonostante AOL disattiverà tutti i servizi proprietari relativi a Winamp e ne inibirà il download dal sito ufficiale, gli utenti potranno logicamente continuare ad utilizzare il player multimediale ed aggiornarlo con correzioni di bug, nuove skin e nuovi plug-in.

La notizia dell'acquisizione potrebbe anche avere risvolti negativi, soprattutto per gli utenti che speravano nella pubblicazione dei sorgenti dell'applicazione in modo che la community stessa potesse effettuare modifiche al codice e correzioni varie in maniera più semplice.

Sia Microsoft che AOL hanno deciso di non commentare sulle indiscrezioni trapelate nelle scorse ore.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Portocala25 Novembre 2013, 08:48 #1
Per quanto l'abbia utilizzato per più di una decade, da Windows 7 in avanti non l'ho più installato.
Non vedo i benefici di Microsoft nell'acquisirlo e tenerlo in vita.
Unrealizer25 Novembre 2013, 09:24 #2
Originariamente inviato da: Portocala
Per quanto l'abbia utilizzato per più di una decade, da Windows 7 in avanti non l'ho più installato.
Non vedo i benefici di Microsoft nell'acquisirlo e tenerlo in vita.


Si dice in giro che ShoutCast sia l'unica cosa che gli interessi
stuz8725 Novembre 2013, 09:39 #3
Winampuccio mio... Ci sono troppo affezionato!
Anche se non lo svilupperanno più continuerò ad usarlo con lo stesso amore di 10 anni fa...
In ogni caso che Microsoft l'acquisti o no, l'applicazione in se verrà scartata e abbandonata a favore dei servizi online che integreranno, penso, in xbox music o in WMP. C'è poco da stare ottimisti.
Manwë25 Novembre 2013, 10:47 #4
Originariamente inviato da: Unrealizer
Si dice in giro che ShoutCast sia l'unica cosa che gli interessi


Installai WinAmp nel lontano 1998 e non l'ho più lasciato

Tuttavia da 5 anni ShoutCast è l'unico motivo per il quale continuo ad installare WinAmp nei pc che uso.
biffuz25 Novembre 2013, 10:52 #5
Anch'io uso Winamp dal lontano 1997... almeno sui pc, visto che dal 2004 sono passato al Mac "tanto per provarlo". Però mi mancherà, quando smetterà di funzionare.
san80d25 Novembre 2013, 11:34 #6
a che pro vorrebbe riportarlo in vita?
bancodeipugni25 Novembre 2013, 11:41 #7
meglio un software aggiornato degnamente senza sorgenti che uno abbandonato a se stesso a morire

anzi, lo mettessero sotto revisione con Windows update cosi' non ci si deve neanche smazzare di scaricare a mano l'aggiornamento

l'unico rischio è la grafica, che non ci mettessero le loro classiche grafiche da ospedale
andrew0425 Novembre 2013, 15:05 #8
Originariamente inviato da: bancodeipugni
meglio un software aggiornato degnamente senza sorgenti che uno abbandonato a se stesso a morire

anzi, lo mettessero sotto revisione con Windows update cosi' non ci si deve neanche smazzare di scaricare a mano l'aggiornamento

l'unico rischio è la grafica, che non ci mettessero le loro classiche grafiche da ospedale


Io invece lo preferivo morto... tanto leggendo sul forum di winamp.com stanno tutti pronti a continuarlo a tenerlo in vita tramite plugin
Agena_The_Bulldozer25 Novembre 2013, 15:19 #9
Originariamente inviato da: san80d
a che pro vorrebbe riportarlo in vita?


Pe fa una porcata alla Skype: software eccellente un tempo che però, dopo che c'hanno messo le mani loro, è diventato na cagata
skyline9025 Novembre 2013, 20:17 #10
Basta con i player offline e poco user-friendly....

uso da marzo spotify in premium e devo dire che qualità e velocità con una perfetta gestione dei dispositivi è il massimo nel 2013....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^