Revolution: emergono ancora informazioni

Revolution: emergono ancora informazioni

Il chip ATI Hollywood è un progetto totalmente nuovo che non avrà nulla in comune con le attuali soluzioni per sistemi PC desktop

di pubblicata il , alle 12:39 nel canale Multimedia
ATI
 

Il sito web Revolution Report ha pubblicato un'interessante intervista a John Swinimer, PR Manager per ATI Technologies del reparto Consumer Products. L'intervista verte principalmente sulla GPU che sarà impiegata per la console Nintendo Revolution, conosciuta attualmente con il nome in codice di Hollywood.

In particolare si apprende che il progetto Hollywood non è basato sul precedente progetto Flipper (la GPU che va ad equipaggiare GameCube) e che non è mutuato da alcuna soluzione esistente o prossima ventura del mondo PC. Si tratta quindi di una GPU sviluppata da zero e che sarà caratterizzata da una architettura completamente diversa rispetto alle attuali architetture conosciute. Swinimer ha tenuto a sottolineare che non si tratta di una GPU "da PC" modificata opportunamente per poter svolgere compiti "da console".

Non solo: per via del form-factor piuttosto compatto di Revolution, che vediamo in foto, ATI ha dovuto prestare attenzione al consumo energetico e alla conseguente dissipazione di calore del chip Hollywood. La compagnia canadese, comunque, ha fatto esperienza in questo ambito grazie ai prodotti disponibili per i diversi segmenti di mercato PC e Consumer Electronics. ATI, infatti, realizza il controller video che equipaggia alcuni modelli di cellulare della serie RAZR di Motorola: la compagnia ha quindi già dovuto affrontare i problemi di dissipazione termica di un chip destinato ad un dispositivo di piccole dimensioni quali quelle di un cellulare. Inoltre, in campo PC, prosegue la ricerca e lo sviluppo per la realizzazione di GPU che non richiedano necessariamente un dissipatore provvisto di ventola, sia per conseguire nuove possibilità di impiego, sia per motivi di riduzione dei costi di produzione.

L'attenzione si sposta poi sulle speculazioni riguardanti le presunte prestazioni inferiori di Revolution rispetto alle altre console concorrenti, ovvero Xbox 360 e Playstation 3. E in questo caso risulta particolarmente interessante la risposta data da Swinimer: "Nintendo, with ATI's help, is trying to create a game console where you don't have to look at [specs]". In particolare Swinimer spiega che, dal punto di vista degli sviluppatori, è importante avere una console per la quale il processo di sviluppo dei giochi risulti il più lineare possibile e il più possibile scevro da complessità legate all'architettura della console. Ancora una volta viene sottolineata la filosofia di Nintendo: creare e distribuire giochi che attirino e coinvolgano il consumatore.

Consigliamo la lettura dell'intervista, pubblicata a questo indirizzo.

Per ulteriori informazioni relative a Revolution rimandiamo alla lettura di questo focus.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

59 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
SilverXXX13 Gennaio 2006, 12:49 #1
Fortuna che doveva essere un R520 modificato
Foglia Morta13 Gennaio 2006, 13:04 #2
Originariamente inviato da: SilverXXX
Fortuna che doveva essere un R520 modificato

io avevo letto di un R580 modificato .

Ma se è proprio un chip così nuovo è ancora più interessante questa console , tra il controller e il resto ce n'é di carne al fuoco per i prossimi tempi
museman13 Gennaio 2006, 13:05 #3
più emergono informazioni riguardo al revolotuion e più questo progetto mi affascina....mi sa che alla sua uscita il 360 che ho volerà dalla finestra.....
velociraptor6813 Gennaio 2006, 13:09 #4
Brava Nintendo, è meglio attendere il giusto per proporre al pubblico un prodotto col minor numero di problemi, ma soprattutto con software che non stupisca solo per gli effetti speciali. Alla fin fine lo scopo principale delle consolle è far passare ore di divertimento. Se la consolle s'inchioda per via dell'eccessivo calore che divertimento è? :-D
LASCO13 Gennaio 2006, 13:09 #5
Sviluppare un chip da zero in quanto tempo? In ambito PC ne richiederebbe molto. Sicuramente non partono da zero.
pitx13 Gennaio 2006, 13:13 #6
ATI, infatti, realizza il controller video che equipaggia il cellulare RAZR di Motorola

non tutta la serie RAZR.
Il V3 e V3I montano chip Ati Imageon, mentre il V3X monta chip Nvidia Goforce 4800 , come mostra l''immagine

Link ad immagine (click per visualizzarla)
Special13 Gennaio 2006, 13:14 #7
Sempre più convinto che se mi prendo una consolle sarà nintendo
TheZeb13 Gennaio 2006, 13:26 #8
Originariamente inviato da: LASCO
Sviluppare un chip da zero in quanto tempo? In ambito PC ne richiederebbe molto. Sicuramente non partono da zero.


mica hanno iniziato adesso a farlo... entro il 2006 sto gingillo sarà disponibile.
Ayertosco13 Gennaio 2006, 13:30 #9
Sviluppare un chip da zero in quanto tempo? In ambito PC ne richiederebbe molto. Sicuramente non partono da zero.


E' dal 2000 che ci sono le basi dal revo. Ati sa cosa vuole Nintendo da un bel pò di tempo
danyroma8013 Gennaio 2006, 13:59 #10
a me sicenramente dela potenza grafica non mi importa nulla, anzi sono un nostalgico delle varie amiga e sega master systems dell'epoca e mi diverto tantissimo ancora a giocare con gli emulatori.

se la nintendo proporrà dei giochi divertenti come quelli di un tempo, non ci pensero' due volte a comprare il revolution.

In ogni caso avrà una buona potenza, decisamente superiore alla play2 e considerando che giochi girano sulla play2 tutt'ora, credo sia veramente infondata l'idea che una consol nintendo sia solo per bambini e per giochi di tipo puzzle/arcade.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^