Prototipo di display flessibile basato su tecnologia electrowetting

Prototipo di display flessibile basato su tecnologia electrowetting

Una compagnia olandese ha mostrato i primi prototipi di un display flessibile realizzati con switch ottici che impiegano olio e acqua

di pubblicata il , alle 11:04 nel canale Multimedia
 

La compagnia olandese Liquavista ha annunciato la realizzazione di un prototipo di display flessibile basato sulla tecnologia "electrowetting". Oltre alle caratteristiche di flessibilità, il display promette anche consumi energetici contenuti, diventando così un candidato ideale per la realizzazione di dispositivi elettronici da tasca e, in generale, di piccole dimensioni.

"Siamo veramente entusiasti di essere in grado di mostrare un altro significativo beneficio della tecnologia electrowetting, con lo sviluppo di questi prototipi. Portando sul mercato un display unico che può mostrare video a colori a basso consumo e ha il valore aggiunto di essere infrangibile, leggero, sottile, flessibile e robusto, permetteremo ai produttori di dispositivi CE di incrementare la durata nel tempo dei loro dispositivi, di ridurre i costi di produzione e di creare nuovi prodotti in grado di aprire nuovi mercati" ha dichiarato Guy Demuynck, CEO di Liquavista.

"Questo nuovo prototipo è il primo importante passo verso la produzione in volumi di display con substrato flessibile. Ciò dimostra che la tecnologia electrowetting non è solo compatibile con i substrati standard in vetro, ma che può essere utilizzata con qualunque substrato. Il passo con cui siamo stati in grado di proseguire e mostrare le caratteristiche della tecnologia è un'ulteriore prova della semplicità e della versatilità della nostra tecnologia" ha dichiarato Joahn Feenestra, fondatore e Chief Technology Officer di Liquavista.

La compagnia ha pubblicato un interessante documento sulla tecnologia electrowetting, la quale, in estrema sintesi, permette di modificare le caratteristiche di bagnabilità di una superficie idrofobica con l'applicazione di un campo elettrico. Tramite questa tecnologia diviene possibile realizzare degli switch ottici organizzati in stack composti da un elettrodo trasparente, uno strato di isolante idrofobico, uno strato di olio colorato e acqua. A seconda della distribuzione dell'olio sulla superficie dell'isolante, che sarà regolata, per i principi dell'elettrowetting, tramite una differenza di potenziale, si otterrà o meno il passaggio della luce attraverso l'elettrodo trasparente.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
drak6929 Ottobre 2010, 12:16 #1
Non è che abbia capito molto dal filmato o.O
Capellone29 Ottobre 2010, 13:18 #2
nel filmato si vede questa sottiletta flessibile su cui scorrono immagini, per il momento monocromatiche.
JackZR29 Ottobre 2010, 13:36 #3
Se non è a colori e HD non ce ne facciamo niente! :P
supertigrotto29 Ottobre 2010, 13:52 #4

bello!

mi faccio un orologio bracciale alla james bond!
banryu7929 Ottobre 2010, 14:15 #5
Originariamente inviato da: JackZR
Se non è a colori e HD non ce ne facciamo niente! :P

Vedi il documento pdf allegato: è spiegato tutto molto chiaramente.
E sì, c'è anche la versione a colori.

Tecnologia interessantissima e molto promettente!
alexander.z3ro229 Ottobre 2010, 16:26 #6
Un'altra cosa inutile da aggiungere all'elenco delle cose inutili... subito dopo il tablet che è stata l'ultima trovata XD

Ora arriverà qualcuno a convincermi del fatto che invece potrebbe essere super importante avere monitor che all'occorrenza si piegano per poter condividere lo schermo oppure avere uno smartphone gommoso in tasca anti rottura
djfix1329 Ottobre 2010, 17:18 #7
http://www.youtube.com/watch?v=D6tzaIgZKs0

vi invito a vedere anche questo
calabar29 Ottobre 2010, 17:27 #8
Da quanto letto (rapidamente) in giro, pare che questa tecnologia garantisca una leggibilità pari a quelle degli schermi e-ink (ossia simile a quella della carta), ma con tempi di refresh abbastanza brevi su schermi piccoli (10ms, dipendente dalla dimensione dei pixel), economico da realizzare, realizzabile a colori senza particolari problemi tecnici.

Direi che come schermo da lettura promette ottime cose, speriamo di vederlo presto.

Unico dubbio è sui consumi: consumi bassi rispetto agli LCD, ma da ciò che ho letto non mi pare abbia da questo punto di vista le proprietà di uno schermo e-ink, che consuma solo al refresh della pagina.
(THE REAL) Neo29 Ottobre 2010, 20:22 #9
Originariamente inviato da: calabar
Unico dubbio è sui consumi: consumi bassi rispetto agli LCD, ma da ciò che ho letto non mi pare abbia da questo punto di vista le proprietà di uno schermo e-ink, che consuma solo al refresh della pagina.


Dal video postato sopra,il responsabile della Liquavista,dice che la frequenza di refresh si abbassa notevolemente (parla addirittura di 1 hz per le immagini staiche -???-),a seconda se l'immagine è statica o se viene riprodotto un video.
Questo per ridurre drasticamente i consumi.
Se consideri che la leggibilità è 45 volte quella di un lcd convenzionale,e che leggendo un e-book il refresh viene abbassato a 1 hz,i consumi saranno ridottissimi.
Dice oltretutto che se un iPad fosse equipaggiato col loro display,la batteria durerebbe per giorni invece che per ore.
Prima di crederci però,vorrei vedere,anzi,toccare con mano...
elevul29 Ottobre 2010, 20:58 #10
Affascinante.
Da provare.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^