Nuova protezione per Blu-ray

Nuova protezione per Blu-ray

In un momento fondamentale per la diffusione del nuovo standard per l'alta definizione, viene scoperto un nuovo tipo di protezione attualmente impossibile da eludere

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 08:52 nel canale Multimedia
 

Oramai da molti anni, volenti o nolenti, quasi tutti i contenuti multimediali acquistati presentano un qualsivoglia sistema di protezione. Sia esso il SecuROM di alcuni videogiochi, o l'AAC per i formati audio, ogni metodo è stato, sistematicamente nel corso degli anni, eluso con più o meno facilità.

All'elenco dei contenuti protetti non poteva mancare, ovviamente, il nuovo standard per i film in alta definizione, le cui specifiche sono appannaggio di Sony: il Blu-ray. Il DRM con cui la totalità dei supporti di questo tipo sono distribuiti è stato eluso lo scorso anno da una società piuttosto famosa sul web, Slysoft. La software house con sede ad Antigua, aveva infatti a suo tempo, rilasciato AnyDVD HD, utility in grado, grazie ad un complesso lavoro su i codici di protezione dei dischi Blu-ray, di eludere con successo i DRM dello standard dal laser blu.

Nel corso del mese di Novembre sono stati però immessi sul mercato alcuni titoli che il potente software non era in grado di "rippare" correttamente: consapevoli che i loro DRM erano stati bucati, gli Studios hanno deciso di distribuire nuovi contenuti con un altrettanto nuovo metodo di protezione. L'elenco dei titoli è presente a questa pagina.

Slysoft ha comunicato però che nel giro di 3 mesi sarà sviluppata una nuova versione, in grado di superare anche questa ennesima barriera. La prossima versione di AnyDVD HD sarà distribuita nel corso del mese di Febbraio 2009.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

63 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mestesso17 Dicembre 2008, 08:55 #1
L'eterna lotta tra il male e il male...
que va je faire17 Dicembre 2008, 08:57 #2
onore a sly soft
Mc_Sturl417 Dicembre 2008, 09:04 #3
E vai di CloneBRD!
robest8817 Dicembre 2008, 09:09 #4
Ce la faranno i nostri eroi a sconfiggere la nuova protezione? Lo saprete nella prossima puntata...
coschizza17 Dicembre 2008, 09:13 #5
Originariamente inviato da: robest88
Ce la faranno i nostri eroi a sconfiggere la nuova protezione? Lo saprete nella prossima puntata...


io ho una concezione del termine eroe un po diverso
___MrBlonde___17 Dicembre 2008, 09:15 #6
ennesima protezione ennesima hackerata hihihi è sempre cosi
DarkwaveNs17 Dicembre 2008, 09:33 #7
Ma infatti la cosa non ha senso..
Se al posto di spendere soldi inutilmente per farsi le pippe e incasinare le codifiche per la protezione abbassassero i prezzi la gente se li comprerebbe sti Blue Ray.
Io per esempio di DVD normali (non BR che non ho il lettore ne la TV full HD) ne compro una caterva approfittando di promozioni o usati (ho un blockbuster sotto casa che ormai mi ama).
Se compro 5 DVD per 25 euro (promozione) oppure un titolo nuovo, ma usato a 6 euro sono dispostissimo a sborsare sti soldi, ma pagare 30 euro per un film in BR non se ne parla proprio.
ally17 Dicembre 2008, 09:37 #8
...se puoi leggerlo puoi copiarlo...

...ciao...
Severnaya17 Dicembre 2008, 09:40 #9
nn dirglielo!!!


altrimenti faranno dischi illeggibili!!!
GT8217 Dicembre 2008, 09:56 #10
Forza Slysoft, fortuna che esistono aziende così...

chissà che dopo l'ennesima battaglia persa, gli ingordi delle major capiscano che occorre ripensare completamente il sistema di distribuzione e imparare a razzolare bene oltre che a predicare

ti chiedono 30-40 euro per un BR con solamente la traccia in inglese lossless (TrueHD o DTS Master Audio)
tutte le altre lingue un misero (per il 2008) Dolby 5.1 nemmeno a 640 ma a 448 kbps, prendiamo ad esempio Il cavaliere Oscuro appena uscito

la motivazione? costi di authoring elevati
eh sì in effetti, il prezzo è ancora troppo basso, direi di metterlo a 50-60 euro così da avere anche le tracce lossless


poi hanno pure il coraggio di lamentarsi dei numeri di vendita bassi, ma vergognatevi


chi è il primo ad essere disonesto e a spremere il consumatore?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^