Mojo, un carica batterie senza fili

Mojo, un carica batterie senza fili

Basato sul principio dell'induzione elettromagnetica, un nuovo sistema per caricare le batterie potrebbe mettere la parola fine ai tradizionali trasformatori a filo

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 08:32 nel canale Multimedia
 

Chi non si è mai trovato a lottare con il cavo attorcigliato di un carica batterie? In un prossimo ma non troppo ipotetico futuro questo conflitto potrebbe avere una fine. A fornire una soluzione è Mojo, una venture con sede nella Silicon valley.

La tecnologia sviluppata dalla società si basa sul sistema di induzione elettromagnetica, che consente, grazie a piccole spire di ricevere e trasmettere energia elettrica. Viste le dimensioni di questo tipo di componente, l'utilizzo in sistemi portatili ed handheld risulta essere uno scenario ideale. La società, secondo quanto riporta il quotidiano nipponico Nikkei, avrebbe già pronti alcuni prototipi.

Mojo

L'immagine mostra le dimensioni effettive dei due moduli di ricarica a distanza

Mojo 2

La tecnologia, che prende il nome di NFP (Near Field Power), spiega la società, può garantire da 2,5 a 4 watti di potenza, sufficienti a ricaricare non solo cellulari, ma anche lettori di mp3 portatili. L'efficienza per la trasmissione elettrica è superiore al 70%. "Oggi in ogni famiglia sono presenti un diverso numero di dispositivi portatili e le stanze sono sempre piene di grovigli di cavi" spiega Afshin Partovi, CEO di Mojo Mobility, che continua: "utilizzando la nostra tecnologia decine di cavi per caricare differenti dispositivi saranno eliminati".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

132 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Sire_Angelus15 Novembre 2008, 08:43 #1
ma é possibile usarlo per caricare ogni batteria?
Nik8015 Novembre 2008, 08:44 #2
Non basta l'inquinamento elettromagnetico generato dai cellulari e tutti gli apparecchi senza filo, ora anche i caricabatterie senza filo....

Io preferisco ancora il buon vecchio caricabatterie con il cavo, e con un pò di accortezza non si attorciglia nulla!
The_Coder15 Novembre 2008, 08:52 #3
Originariamente inviato da: Nik80
Non basta l'inquinamento elettromagnetico generato dai cellulari e tutti gli apparecchi senza filo, ora anche i caricabatterie senza filo....

Io preferisco ancora il buon vecchio caricabatterie con il cavo, e con un pò di accortezza non si attorciglia nulla!


quoto , anche se da un punto di vista puramente tecnico questo caricabatterie è interessante.
giovannifg15 Novembre 2008, 08:57 #4
Un po' quello che Intel aveva proposto nel corso dell'ultimo Developpers' Forum... personalmente mi sembra interessante, specialmente applicato ai notebook, anke se la potenza trasmessa deve ancora crescere.
marcurs15 Novembre 2008, 09:05 #5
Beh, ma a quanto ho capito la "distanza" in gioco qui è veramente minima. Gli oggetti sono appoggiati sul caricabatterie (immagino sia quel piatto nero con i rettangoli opachi... quindi si ricarica a contatto, non a distanza! Se fosse così sarebbe una gran cosa: emissioni elettromagnetiche minime, grande semplicità d'uso e, last but not least, convergenza dei caricatori, finalmente un caricatore universale!
Nik8015 Novembre 2008, 09:30 #6
Originariamente inviato da: marcurs
Beh, ma a quanto ho capito la "distanza" in gioco qui è veramente minima. Gli oggetti sono appoggiati sul caricabatterie (immagino sia quel piatto nero con i rettangoli opachi... quindi si ricarica a contatto, non a distanza! Se fosse così sarebbe una gran cosa: emissioni elettromagnetiche minime, grande semplicità d'uso e, last but not least, convergenza dei caricatori, finalmente un caricatore universale!


Hai ragione, l'ho notato anch'io quel piatto nero...
chrisp15 Novembre 2008, 09:59 #7
è una vita che gli spazzolini elettrici braun si ricaricano così...
inatna15 Novembre 2008, 10:06 #8
Originariamente inviato da: Nik80
Non basta l'inquinamento elettromagnetico generato dai cellulari e tutti gli apparecchi senza filo, ora anche i caricabatterie senza filo....

Io preferisco ancora il buon vecchio caricabatterie con il cavo, e con un pò di accortezza non si attorciglia nulla!


Chiedo scusa, ma tutti a parlare subito di "inquinamento elettromagnetico", senza avere uno straccio di dato in mano.

Innanzitutto mancano dettagli tecnici sul dispositivo, ma, a naso, considerato che la batteria deve stare praticamente quasi a contatto del dispositivo, immagino abbia un ERP davvero minimo (irradiamento che comunque si attenua fortemente via via ci si allontana dalla sorgente).

Ma poi, credete che il buon "vecchio" trasformatore non sia anche lui fonte di irradiamento elettromagnetico? Per non parlare di tutto il resto (persino i fili che scorrono nelle canaline elettriche del vostro impianto domestico hanno "emissioni", solo in misura e quantità così piccole da essere tranquillamente trascurabili...)
Nihira15 Novembre 2008, 10:07 #9
si ricaricheranno anche da vicino ma quella spira comunque irradia attorno ulteriori onde elettromagnetiche!
A me sembra che a volte il "wireless" diventi più una mania fine a se stessa, che supera di gran lunga l'utilità e l'effettiva necessità. Un filo attaccato al cellulare per 2-3 ore non da fastidio a nessuno...
Michelangelo_C15 Novembre 2008, 10:09 #10
Si ma non penso si parli della stessa potenza richiesta da uno spazzolino.. e nemmeno della stessa efficienza. Inoltre credo che la distanza tra trasmittente e ricevente non sia così piccola.
Tecnicamente questo è un risultato eccezionale.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^