Microsoft vince la battaglia legale contro Alcatel-Lucent

Microsoft vince la battaglia legale contro Alcatel-Lucent

Capovolta in appello la sentenza per l'infrazione dei brevetti legati alle tecnologie di compressione MP3: Microsoft non dovrà più versare 1,52 miliardi di dollari ad Alcatel-Lucent

di pubblicata il , alle 18:02 nel canale Multimedia
MicrosoftAlcatel
 

La battaglia legale tra Microsoft e Alcatel-Lucent per l'infrazione dei brevetti e dei diritti legati alle tecnologie di compressione MP3 sembra essere ormai giunta alle battute finali: lo scorso giovedì, infatti, il colosso di Redmond ha vinto il ricorso in appello, ribaltando il verdetto della precedente sentenza che condannava la compagnia a risarcire Alcatel-Lucent di una somma pari a 1,52 miliardi di dollari.

Il contenzioso legale aveva avuto inizio nel corso del 2006 ed era giunto ad un primo traguardo lo scorso febbraio 2007 con una sentenza a favore di Alcatel-Lucent che condannava Microsoft ad un risarcimento di 1,52 miliardi di dollari.

Microsoft a propria difesa aveva dichiarato di essersi assicurata la licenza d'uso delle tecnologie di compressione MP3 versando 16 milioni di dollari a Fraunhofer, una delle due compagnie a cui si deve l'invenzione del formato audio. In tale sede Microsoft venne ritenuta colpevole di non aver richiesto i diritti d'uso anche all'altra compagnia, Bell Laboratories, ora acquisita da Alcatel-Lucent.

Il nuovo verdetto raggiunto lo scorso giovedi a favore di Microsoft sembra finalmente porre fine non solo allo specifico caso, ma anche alla possibilità che Alcatel-Lucent decida di avviare altre cause legali contro altre realtà per la medesima motivazione; ricordiamo infatti che anche altre compagnie, come ad esempio Apple e Linspire, hanno sottoscritto un accordo di licenza con Fraunhofer per la fruizione delle tecnologie MP3.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
axias4129 Settembre 2008, 18:28 #1
Ma un brevetto può appartenere a più società contemporaneamente?
Wilfrick29 Settembre 2008, 18:32 #2
1,52 miliardi??? ficus, se girano multe così meglio se ci si inventa da soli l'mp5, 6 e 7.
Opossum2729 Settembre 2008, 18:45 #3
1,52 miliardi? e pensare che noi ci lamentiamo dei 150€ x un limite di velocità...
wolfnyght29 Settembre 2008, 18:47 #4
LOLLLLLLLLLLLLL

una multa del genre piegherebbe chiunque
diabolik198129 Settembre 2008, 18:51 #5
Originariamente inviato da: wolfnyght
LOLLLLLLLLLLLLL

una multa del genre piegherebbe chiunque


ma anche no, tieni presente che MS ha un utile annuo che si aggira sui 25-30 miliardi di $
reverendo8529 Settembre 2008, 18:52 #6
Questa non è una multa ma un risarcimento per un danno causato. I soldi in ballo sarebbero stato il prezzo da pagare alla società Alcatel-Lucent per gli introiti mancati a causa della fruizione senza copyright.

Chiarita la questione della licenza però se ne torneranno a casa con la coda tra le gambe. E ce l'avevano anche quasi fatta... Chissà come gli rode.
frankie29 Settembre 2008, 19:40 #7
Ricordiamo che dai laboratori Bel l viene gran parte della tecnologia che ci circonda
tmx29 Settembre 2008, 20:04 #8
c'è un'azienda di torino che c'entra qualcosa con l'mp3... ne son sicuro perchè gli ho dovuto dare dei soldi quando ho importato dei lettorini mp3 da HK... ma non so essere più specifico...

krissparker29 Settembre 2008, 20:20 #9
Sarà per questo motivo che Apple ora utilizza l'AAC invece dell'Mp3 ???

Vampire66629 Settembre 2008, 20:23 #10
Toh...lavoro per l'Alcatel Lucent come collaudatore funzionale...e neanche sapevo minimamente di questa cosa...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^