Microsoft continua a non credere nel Blu-ray

Microsoft continua  a non credere nel Blu-ray

Per voce di un proprio executive, Microsoft non vede un grande futuro per il formato Blu-ray, preferendogli invece quello del download per la distribuzione dei contenuti

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 12:32 nel canale Multimedia
Microsoft
 

Non è mai corso buon sangue fra Microsoft e lo standard Blu-ray promosso da Sony. Era chiaro fin dalla guerra degli standard che contrapponeva Blu-ray e HD-DVD, nella quale Microsoft si schierò chiaramente dalla parte di HD-DVD sostenuta da Toshiba. La scomparsa quasi totale di HD-DVD non ha però convinto Microsoft a salire sull'altro carro, come confermato dalle parole di Stephen McGill, executive del gruppo Microsoft Xbox 360 del Regno Unito.

"Blu-ray è sulla strada del tramonto come formato", ha affermato Mr. McGill in una recente intervista, come riportato da Dailytech. Abbiamo accennato alla questione solo marginalmente in una news di ieri, ma torniamo sull'argomento in maniera più approfondita. L'approccio giusto, secondo Microsoft, è quello del download dei contenuti direttamente dal web, affiancando quindi la propria posizione a quella di Apple.

Eppure, la questione apre diversi interrogativi e alcuni scenari forse sottovalutati. Da una parte il download dei contenuti può essere una garanzia di risparmio e di ridotto impatto ambientale, in quanto permette di non spendere nulla per il package, e stiamo parlando di milioni di imballi in carta e plastica risparmiati. Dall'altra, è forse prematuro ritenere che in tutto il mondo si possa contare sul download dei contenuti in maniera veloce ed economica, lasciando quindi aperto un problema, sentito anche nel nostro paese.

Un aspetto sottovalutato del fenomeno potrebbe essere la conseguente sparizione del settore dell'usato, attualmente molto diffuso fra gli appassionati. Ecco dunque che lo scenario appare controverso: da un lato vi è una spinta verso il download come trend del futuro, dall'altro una certa ostinazione da parte di Microsoft a non adottare Blu-ray, continuando a distribuire i propri contenuti su supporti DVD, i cui limiti in termini di spazio possono costituire un problema. Tutto da verificare inoltre il destino che attende Blu-ray: se da una parte la diffusione di tale standard è stata sempre ben al di sotto delle stime, attualmente i segnali non sono certo di declino.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

156 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TROJ@N24 Settembre 2010, 12:47 #1
mai avuto un BRD in mano... ma a cosa serve? XD
stesso discorso x il bay 5,25... abolire!
gomax24 Settembre 2010, 12:47 #2
Ah.. quindi secondo microzoz siamo già pronti per usufruire di tutti i contenuti software/multimedia in rete... 15, 30, 50gb per ogni film in 3d, videogame, software, da scaricare direttamente con le nostre (finte) adsl 7mbit,,,
Visto l'andazzo, IMHO almeno per i prossimi 10 anni.. fino a quando non vi sarà una copertura decente con la fibra, i supporti ottici continueranno ad essere i mezzi di distribuzione principali.
Bluray non è un supporto in declino, tutt'altro... è in lenta ma costante ascesa, crescita rallentata dalla scarsa "piratabilità" (supporti e masterizzatori poco convenienti). Microzoz non ha ancora digerito la sconfitta del suo formato preferito, ma putroppo (ahimè siamo ancora ben lontani dalla scomparsa dei supporti ottici.

Ciao
hom24 Settembre 2010, 12:47 #3

il vecchio comanda!

Secondo me il mercato è tirato dai soldi, i soldi sono in mano alla fascia dai 25 ai 40 x spese normali, 40-50 appassionati che spendono un botto, 50-60 pochissimi che sanno cosè un BR. io direi che per ancora 10 anni (cambio di fascie età e hardware/rete veloce più diffuso, la mentalità dell'usato, dell'avere il cimelio ecc... andrà a amorire sostituita dalle nuove leve che non sanno nemmeno cos'è un gettone telefonico...

PS
microflop non ha ragione MAI!
Sharp24 Settembre 2010, 12:52 #4
Microsoft nel 1995 riteneva inutile anche internet, ricordate il Microsoft Network in windows95?
Sottovalutare la portata di alcune tecnologie gli è sempre costato caro costringendola poi ad arrancare per recuperare (vedi internet explorer vs netscape). Hanno sempre pensato: "se non lo abbiamo inventato noi è senz'altro una porcheria destinata a finire".
Il discorso sull'impatto ambientale è poi vero fino ad un certo punto. Il download non consuma forse energià elettrica e spazio disco (sia lato server che client)? non mi risulta che si tratti di risorse gratuite e verdi o ottenibili senza inquinare.
Peraltro fino a che non ci sarà ovunque una banda larga degna di questo nome, scaricare un film in HD impiegherà ore (se non giorni).
Tempo in cui il client resterà acceso a consumare energia.
Notturnia24 Settembre 2010, 12:56 #5
ma a parti commenti di estremisti nulla di buono ?

abolire il 5,25" .. così non possiamo usare cd-dvd-br ?.. per fare cosa.. avere un pc più piccolo ?.. insulso..

microzoz non la trovo quotata in borsa.. che roba è ?
microflop idem.. non si trova in borsa.. che roba è ?

in un forum ci si confronta.. si hanno opinioni differenti.. ma spammare immondizia non è una cosa che va fatta nei forum..

in merito alla notizia.. ho convertito tutti i miei film in BR dopo anni di DVD.. ho ancora un centinaio di DVD e pian piano li sostituisco con BR.. ci sarà certo un nuovo formato all'orizzonte e certamente il DL a parte nell'arretrata italia non è un problema.. linee da 100Mbit in nord europa sono una realtà.. il backbone telecom permetterà i 100Mbit entro 10 anni.. (2018 dicono in telecom..) quindi effettivamente le cose cambieranno..

Continuerò a restare con gli oggetti fisici.. mi piacciono..

Il mio vincolo non è il supporto del film ma la catena usata per riprodurlo.. tv al plasma.. impianto HT.. lettore BR.. quando uscirà un nuovo standard non cambierò tutto.. così come sono entrato nei BR solo quest'anno.. cambio l'impianto o alcuni suoi componenti quando c'è un vero motivo.. io sono nella fascia 25-40 (ancora per un po') e mi piace comprarmi questi giocattoli.. ma costano.. anche a 45 anni costano.. ma sono vecchio.. e mi piace vedere i BR tutti in fila nel loro mobiletto e non dentro un nas..

p.s. ho ancora i vecchi gettoni telefonici da 100 lire in casa :-D
Vertex24 Settembre 2010, 12:57 #6
Il Blu-ray avrà vita lunga purtroppo per M$. Sono curioso di vedere cosa combineranno con la prossima XBOX, se non avrà supporto fisico sarà flop.
ninja75024 Settembre 2010, 12:58 #7
Originariamente inviato da: Sharp
Microsoft nel 1995 riteneva inutile anche internet


"640kb di memoria basteranno per tutti"
dtpancio24 Settembre 2010, 12:58 #8
In effetti, a parte i 40gb di FFXIII e 24 di MGS4 ( ) basta un'adsl flat per scaricare un gioco in qualche giorno (quindi meno di quanto ci mettono i giochi ad arrivarmi dall'UK).

Il problema è che io una volta finito un gioco voglio poterlo vendere..volendo lo si può fare, ma deve volerlo e renderlo possibile il publisher/developer..
Per mettere in vendita AC2 per pc ho dovuto creare un profilo per uplay apposta, cambiando poi tutti i dati che riconducevano a me. ma non posso creare un profilo PSN per ogni gioco che vendo..né vorrei utilizzare un account PSN diverso, per ogni gioco che compero usato..

Commentando la notizia, beh sono solo illazioni..molti dicono che il BR sarà l'ultimo supporto magnetico, e qui forse hanno ragione, forse il BR non si espanderà mai (in quanto a diffusione) come i CD o i DVD vergini, ma per i prodotti commerciali, di BR video e giochi PS ne verranno ancora prodotti miliardi credo...
Aryan24 Settembre 2010, 12:59 #9
Originariamente inviato da: Sharp
Microsoft nel 1995 riteneva inutile anche internet, ricordate il Microsoft Network in windows95?
Sottovalutare la portata di alcune tecnologie gli è sempre costato caro costringendola poi ad arrancare per recuperare (vedi internet explorer vs netscape).
Il discorso sull'impatto ambientale è poi vero fino ad un certo punto. Il download non consuma forse energià elettrica e spazio disco (sia lato server che client)? non mi risulta che si tratti di risorse gratuite e verdi o ottenibili senza inquinare.
Peraltro fino a che non ci sarà ovunque una banda larga degna di questo nome, scaricare un film in HD impiegherà ore (se non giorni).
Tempo in cui il client resterà acceso a consumare energia.


Da quel che ricordo MS voleva imporre MSN al posto di Internet, ma l'uscita in ritardo di Windows 95 e nel frattempo la rapida crescita di Internet ***PER GRAZIA DI DIO*** impedirono a MS di riuscire nel suo intento...
TROJ@N24 Settembre 2010, 12:59 #10
le infrastrutture italiane non fanno di certo stato...
le linee da 100Mega sono una realtà da diversi mesi... non vedo nessun problema a scaricare file "grossi".
io con una 20M scarico regolarmente video da 8gb in su... e il lettore/masterizzatore è li solo x estetica...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^