Legge antipirateria: la posizione del governo francese

Legge antipirateria: la posizione del governo francese

Il ministro della cultura francese prende posizione in merito alla vicenda, dichiarando che, con una leggera correzione di rotta, l'HADOPI non subirà alcun ritardo nell'avvio delle sue funzioni

di pubblicata il , alle 13:48 nel canale Multimedia
 

Christine Albanel, il ministro francese per la Cultura autrice della legge antipirateria censurata ieri dal Consiglio Costituzionale Francese, ha ufficialmente preso posizione in merito alla vicenda dichiarando che nonostante la censura, il Consiglio avrebbe comunque riconosciuto il "principio di un mezzo educativo per fermare la pirateria".

Secondo la Albanel, il Consiglio non avrebbe espresso alcun parere negativo a riguardo di molte parti della nuova legge, soffermandosi "solamente" sul concetto di violazione del principio di presunzione di innocenza, come abbiamo avuto modo di spiegare ieri in questa notizia. Resta comunque il parere negativo del Consiglio in merito alla sospensione del servizio, ritenuta una sanzione sproporzionata e che, in ogni caso, deve essere stabilita solamente a seguito di un completo processo giudiziario.

A tal proposito Jérôme Roger, a capo dell'UPFI, associazione di etichette indipendenti francesi, asserisce che la posizione del Consiglio (cioè la necessità di un processo per gli eventuali casi di disconnessione) rappresenta un invito, per le case discografiche ed i detentori dei diritti in genere, di adottare un sistema repressivo che è stato volontariamente abbandonato, perché inefficace e dispendioso in termini di tempo e risorse.

Shira Perlmutter, vicepresidente dell'IFPI (Federazione Internazionale dell'Industria Fonografica), sostiene inoltre che l'approccio al problema della pirateria seguito dal Governo Sarkozy rappresenta un importante passo avanti soprattutto nel riconoscere che etichette e detentori dei diritti hanno bisogno della collaborazione dei provider di connettività.

Il ministro Albanel ha voluto inoltre puntualizzare che non vi sarà alcun ritardo nell'istituzione dell'HADOPI, l'autorità a supervisione dei diritti sulla rete la quale, come già pianificato in precedenza, prenderà il via nel corso del prossimo autunno limitandosi, alla luce delle recenti evoluzioni, ad accogliere gli esposti dei detentori dei diritti e ad inviare gli ammonimenti agli utenti senza però, ovviamente, poter procedere alla disconnessione. Si attendono, ovviamente, nuove evoluzioni della vicenda.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Hιtman0412 Giugno 2009, 14:17 #1
Io sono qui che aspetto anche solo una lettera di avvertimento, che ci sarà da divertirsi appena la ricevero'.
ZannaMax12 Giugno 2009, 14:18 #2
son gia pieni di soldi... e ne voglion altri... davvero senza parole...
atomo3712 Giugno 2009, 14:33 #3
vuoi mettere con l'approccio italiano che si è partiti subito tassando supporti e masterizzatori lol
montanaro7912 Giugno 2009, 14:55 #4
Sarkozy, è di parte non c' un conflitto di interesse ?
La sua mogliettina non vende poi cosi tanti dischi e per questo serve una legge anti pirateria?? XD
scherzi a parte .. con ste leggi non si va da nessuna parte ...
tarek12 Giugno 2009, 14:56 #5
ecco cosa succede ad avere carla bruni (che non riesce a vendere i cd) al governo...
atomo3712 Giugno 2009, 15:00 #6
carla bruni era già ricca di famiglia prima di fare la modella sai che gli frega di vendere dischi (che peraltro con mia estrema sorpresa vende eccome).
il problema di queste leggi è che vogliono colpire uno per uno milioni di utenti, per buona percentuale pure minorenni (quindi meno aggredibili a livello giuridico).
un po' come se per combattere la droga si decidesse di colpire tutti quelli che si fanno uno spinello invece dei grandi spacciatori.
tOnCe12 Giugno 2009, 15:01 #7
Guardate ragazzi, che con l'abbonamento di Alice France (c'è alice anche in Francia), con 29,95 euro al mese, ti danno:

Internet 28 mega (22 mega dove non c'è copertura).
Chiamate gratis a tutti i fissi della Francia e a tutti i fissi di ben 87 paesi.
140 canali televisivi (praticamente SKY).
4 ore di chiamate gratuite verso tutti i cellullari francesi.
300.000 canzoni e 30.000 album da scaricare legalmente INCLUSI nell'abbonamento.

Link

Non so di altri operatori, ma con questo abbonamento... la legge a cosa serve?
The3DProgrammer12 Giugno 2009, 15:16 #8
ma guarda...com'è competitiva all'estero telecom...com'è che qua ancora c'è gente che si sbatte per una mediocre 640 senza uno straccio di servizio aggiuntivo a 20 euro al mese?

Mascalzoni
Antosz7912 Giugno 2009, 15:18 #9
Originariamente inviato da: tOnCe
Guardate ragazzi, che con l'abbonamento di Alice France (c'è alice anche in Francia), con 29,95 euro al mese, ti danno:

Internet 28 mega (22 mega dove non c'è copertura).
Chiamate gratis a tutti i fissi della Francia e a tutti i fissi di ben 87 paesi.
140 canali televisivi (praticamente SKY).
4 ore di chiamate gratuite verso tutti i cellullari francesi.
300.000 canzoni e 30.000 album da scaricare legalmente INCLUSI nell'abbonamento.

Link

Non so di altri operatori, ma con questo abbonamento... la legge a cosa serve?


Magari ci fosse un abbonamento del genere anche da noi....con 30 € al mese già è assai se hai fissi e 8 mega
.:Sephiroth:.12 Giugno 2009, 15:20 #10
Originariamente inviato da: tOnCe
Guardate ragazzi, che con l'abbonamento di Alice France (c'è alice anche in Francia), con 29,95 euro al mese, ti danno:

Internet 28 mega (22 mega dove non c'è copertura).
Chiamate gratis a tutti i fissi della Francia e a tutti i fissi di ben 87 paesi.
140 canali televisivi (praticamente SKY).
4 ore di chiamate gratuite verso tutti i cellullari francesi.
300.000 canzoni e 30.000 album da scaricare legalmente INCLUSI nell'abbonamento.

Link

Non so di altri operatori, ma con questo abbonamento... la legge a cosa serve?




cioè noi in italia facciamo proprio ridere!!!

una 7 mega cacosa a 20 euro senza uno straccio di promozione!!

quelli addirittura una 28!!!! con canzoni, album, tv, chiamate praticamente gratis!!!

ragazzi, tutti in francia dai

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^