Il mercato dei droni spicca il volo anche in Italia, ecco le prime rilevazioni

Il mercato dei droni spicca il volo anche in Italia, ecco le prime rilevazioni

Per la prima volta, data l'espansione del mercato, GfK ha rilevato anche in italia a partire da gennaio 2015 i dati di penetrazione dei droni, una delle nuove e più importanti categorie di prodotti tecnologici

di pubblicata il , alle 14:48 nel canale Multimedia
 

Tra i prodotti tecnologici il cui mercato è in evidente ascesa troviamo sicuramente i droni. Si tratta di dispositivi di recente invenzione che con il passare del tempo stanno crescendo per contenuto tecnologico, diventando sempre più divertenti, utilizzabili e in alcuni caso anche utili. Ma non solo, la distribuzione in larga scala ha permesso anche una notevole riduzione dei prezzi e una conseguente espansione del mercato.

Proprio per questo motivo la categoria di prodotto è stata da quest'anno inserito nel report Tech Trends di GfK come una delle 10 tendenze tecnologiche più importanti di questo 2016.

Data la forte crescita in numero e in valore di mercato, GfK ha deciso già lo scorso mese di luglio di iniziare a rilevare i dati relativi alla categoria droni anche in Italia con retroattività fino a gennaio 2015.

Nello specifico, vengono rilevate le vendite dei droni con le seguenti caratteristiche:

-  Veicoli senza pilota che possono rotolare, saltare, volare, nuotare, arrampicarsi sui muri ecc.;

-  Telecomandati o con modalità esterna di controllo (app su smartphone o tablet);

-  Che integrano una macchina fotografica, una videocamera o un pannello al quale fissare dispositivi di questo tipo, da utilizzare per fini di ricerca ed esplorazione.

Rimangono esclusi dalla rilevazione di GfK i droni utilizzati per fini agricoli, militari, per l’esplorazione di impianti petroliferi ecc., quelli che necessitano di autorizzazione al decollo da parte delle autorità e quelli con un prezzo superiore ai 40.000 euro.

I risultati rilevati nel primo anno di osservazione parlano di numeri assolutamente incoraggianti per il mercato. Sono circa 100 mila i pezzi venduti in Italia nel 2015. Da gennaio 2015 ad oggi la percentuale di penetrazione è passata dal 3 al 18%, un incremento sicuramente positivo che lascia ben sperare anche per il resto di questo 2016. Il picco si è registrato nel mese di dicembre, in corrispondenza delle feste natalizie; momento nel quale i droni sono stati tra i regali più gettonati. A dicembre 2015 sono stati infatti oltre 2000 i punti vendita che hanno venduto almeno un drone.

Nonostante la tipologia di prodotto estremamente innovativa, il canale di vendita prediletto è stato comunque quello del negozio fisico tradizionale, circa l'85% dei droni sono stati infatti acquistati in un centro commerciale o in una catena di negozi di elettronica. L'online ha ancora un peso minore, calcolato per un 15%.

Per quanto riguarda le fasce di prezzo abbiamo un dato abbastanza evidente che colloca il 90% circa delle vendite nella fascia di prezzo al di sotto dei 400 euro, nonostante il 34% del valore del mercato sia generato da prodotti con un costo che supera i 500 euro.

Infine è da evidenziare come l'84% dei droni venduti siano in grado di volare, mentre quelli "terrestri" e "acquatici" contano al momento solo per il restante 16%.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cm0s04 Marzo 2016, 14:49 #1
questo perchè non sono stati calcolati i droni comprati dalla cina e/o store europei/oltreoceano ehehhe
Portocala04 Marzo 2016, 15:07 #2
Datemi un Phantom 4 a 500 euro, vi prego
adaant04 Marzo 2016, 15:34 #3
ancora sono troppo prototipati, il consiglio che posso dare è che non conviene prenderli ancora, per avere delle cose decenti per la massa ci vorranno diversi anni imho.
jined04 Marzo 2016, 19:34 #4
Si si gran bel mercato in Italia grazie all'Enac.

Vietati pressocchè ovunque, arresto immediato se utilizzati in città, certificazioni per 5000 euro e assicurazione di costo equivalente automobile, se utilizzati per scopo professionale.

Se utilizzati in manifestazioni, necessaria autorizzazione in loco. (operazioni critiche)

Se utilizzati in spazi aperti, costante rischio denuncia per violazione della privacy e riprese non autorizzate.

Vietati in mare entro 150 metri banchina, e 8 km da aeroporti..

Vietati..

Vietati..

Vietati..

Fuori città..in mezzo al nulla... divieti applicati a discrezione dei comuni.

Sanzioni fino a 50.000 euro.

Gran bel mercato.
Rubberick04 Marzo 2016, 19:43 #5
Originariamente inviato da: jined
Si si gran bel mercato in Italia grazie all'Enac.

Vietati pressocchè ovunque, arresto immediato se utilizzati in città, certificazioni per 5000 euro e assicurazione di costo equivalente automobile, se utilizzati per scopo professionale.

Se utilizzati in manifestazioni, necessaria autorizzazione in loco. (operazioni critiche)

Se utilizzati in spazi aperti, costante rischio denuncia per violazione della privacy e riprese non autorizzate.

Vietati in mare entro 150 metri banchina, e 8 km da aeroporti..

Vietati..

Vietati..

Vietati..

Fuori città..in mezzo al nulla... divieti applicati a discrezione dei comuni.

Sanzioni fino a 50.000 euro.

Gran bel mercato.


Che ci vogliano marciare sopra è un fatto, che ci vogliono regole pese per evitare che qui la gente li usi in ogni dove è un altro.

Siccome se non metti le regole i cretini fanno solo danno... se vogliono giocarci andassero di modellismo..
rockroll05 Marzo 2016, 01:02 #6

Divieti... divieti ...

Vivo come esule in TO città, assemblamento urbano ex dormitorio Fiat nel quale sopravvivono come possono 2 milioni di disgraziati, ma con verde e parchi non male: uno di questi, la "Pellerina", a detta degli indigeni uno dei più grossi d'Europa (ma non ci credo proprio), sarebbe adattissmo per fare evoluzioni e videoriprese con drone da 100 euro; ora cosa mi succede, finisco in galera se mi permetto la cosa, che faccio, rinuncio a perfezionare l'odine di acquisto su e-Price, come stanno le cose?

davide311206 Marzo 2016, 00:29 #7

Brevetto di volo...

LE cose stanno che l'utilizzo dei droni è regolamentato dall'ENAC. Non essendoci un legge ad-hoc fa giurisprudenza quanto stabilito dall'agenzia, che peraltro è stato redatto a più mani, compreso le associazioni di volo amatoriale, ecc... ecc...Trovate più info scritte in maniera comprensibile (cioè non del tutto legalese) qui: http://www.dronemagazine.it/tag/regolamento-enac-droni/
Prima di acquistare meglio documentarsi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^