I film? Fra 10 anni si pagheranno "per pollice"

I film? Fra 10 anni si pagheranno "per pollice"

Il CEO di Dreamworks Animation ipotizza un futuro dove il costo dei film distribuiti su varie piattaforme dipenderà dalla dimensione del display su cui vengono fruiti

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:01 nel canale Multimedia
 

Nell'industria cinematografica del futuro la visione di un film sarà pagata "per pollice", è questa la visione di Jeffrey Katzenberg, CEO di DreamWorks Animation, importante studio di produzione che ha dato vita a successi d'animazione come Shrek, Madagascar, Kung Fu Panda e Dragon Trainer.

Durante un dibattito in occasione della Milken Global Conference di Beverly Hills, Katzenberg ha affermato: "Credo che cambierà il modello e non si pagherà più per il periodo di disponibilità. Un film arriverà nelle sale dove verrà proiettato in esclusiva per 17 giorni, tre weekend, dove si raccoglie di norma il 95% del fatturato per il 98% dei film. A partire dal diciottesimo giorno il film verrà reso disponibile ovunque e si pagherà per la dimensione dello schermo su cui viene fruito. Il prezzo al cinema sarà di 15 dollari, su una TV da 75 pollici sarà di 4 dollari e su un smartphone sarà di 1,99 dollari. Le realtà che esisteranno quando questo accadrà, e accadrà, reinventeranno l'industria del cinema".

Secondo il CEO di Dreamworks si tratta di uno scenario che diventerà realtà nel giro dei prossimi 10 anni, in un settore che ora come ora non è in crescita e che ha bisogno di un'idea capace di reniventarlo completamente. Del resto la rapida proliferazione di dispositivi portatili con schermi di dimensioni relativamente piccole per il consumo di contenuti multimediali rappresenta una novità con cui il mondo del cinema dovrà obbligatoriamente confrontarsi e per la quale la distribuzione multipiattaforma rappresenterà un elemento imprescindibile.

E' tuttavia la filosofia del costo "per pollice" che pare un po' bizzarra: i servizi (come Netflix ed iTunes per esempio) che già attualmente offrono gli stessi contenuti per varie tipologie di dispositivi praticano un modello di business basato su un abbonamento o sul singolo prezzo di acquisto a prescindere dalla dimensione dello schermo su cui il contenuto verrà fruito. Partendo dalla situazione attuale il passaggio verso lo scenario tracciato da Katzenberg non sembra del tutto indolore: il pubblico dovrà infatti abituarsi all'idea di un prezzo differenziato, mentre le realtà che si occupano della distribuzione dei contenuti dovranno adottare un nuovo sistema di controllo e verifica per assicurare il corretto addebito di ciascuna operazione di acquisto/noleggio.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

51 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
s0nnyd3marco03 Maggio 2014, 11:34 #1
Piu' che alla dimensione del display, dovrebbe essere legato alla risoluzione.

Comunque non capisco questa filosofia: un contenuto e' un contenuto, indipendentemente da dove lo guardo.

Non e' un buon momento per l'industria dei contenuti; considerando l'annuncio di Sony sui risultati del bluray e sul futuro incentrato tutto in VOD, sono molto scettico.
franzing03 Maggio 2014, 11:40 #2
Ma stiamo scherzando?
AceGranger03 Maggio 2014, 11:41 #3
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Piu' che alla dimensione del display, dovrebbe essere legato alla risoluzione.

Comunque non capisco questa filosofia: un contenuto e' un contenuto, indipendentemente da dove lo guardo.

Non e' un buon momento per l'industria dei contenuti; considerando l'annuncio di Sony sui risultati del bluray e sul futuro incentrato tutto in VOD, sono molto scettico.


se va avanti cosi va a finire che paghi meno il cinema, poi viene la TV e il piu costoso sara il cellulare
Pier de Notrix03 Maggio 2014, 11:50 #4
quindi lo compro col cell e lo vedo sul TV con Chromecast e frego tutti?
s0nnyd3marco03 Maggio 2014, 11:57 #5
Originariamente inviato da: AceGranger
se va avanti cosi va a finire che paghi meno il cinema, poi viene la TV e il piu costoso sara il cellulare


Hai ragione! Non ho considerado che ora il marketing sta infilando display 4k anche su cellulari da 4".
devil_mcry03 Maggio 2014, 12:18 #6
È già ora così... Un film in DVD costa meno di BD, idem in DD... In futuro su 4k i fil saranno ancora più cari

La cosa dei pollici imho è una minchiata, non hanno nemmeno modo di saperlo
uc8403 Maggio 2014, 12:44 #7
a me invece non sembra una proposta affatto stupida...

chi distribuisce un filmato (o musica, è lo stesso) in streaming ha dei costi variabili (storage e banda) direttamente proporzionali alla risoluzione del filmato stesso. proprio così come la spedizione di un pacco pesante costa di più in manodopera e carburante.

dall'altra parte, chi paga per fruire dello streaming è sicuramente propenso a spendere di più quanto migliore è la qualità del filmato e l' "esperienza d'uso".
senza contare che in generale chi può spendere di più per il medium (telefono, tablet, pc, tv, proiettore che sia) dovrebbe avere anche le disponibilità economiche per comprare e riprodurre dei contenuti con qualità migliore.

tutte queste variabili possono essere riassunte dalla dimensione dello schermo. è un concetto perfezionabile, ma sarebbe un ottimo inizio, rispetto alle tariffe odierne (IMHO).
s0nnyd3marco03 Maggio 2014, 12:47 #8
Originariamente inviato da: devil_mcry
È già ora così... Un film in DVD costa meno di BD, idem in DD... In futuro su 4k i fil saranno ancora più cari

La cosa dei pollici imho è una minchiata, non hanno nemmeno modo di saperlo


Il punto e' che il prezzo e' artificialmente determinato: alla casa produttrice non cambia se l'utilizzatore lo guarda in SD, HD, FHD o 4K. Se vogliono spingere i consumatori a non ricorrere alla pirateria, dovrebbero togliere sti balzelli assurdi.
Muppolo03 Maggio 2014, 13:04 #9
A me sembra un po' una una visione del Katzenberg.
Morghel7703 Maggio 2014, 14:14 #10
Che pagliacciata, certa gente direbbe qualunque cosa pur di avere qualche minuto di attenzione dai media.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^