HD-DVD e Blu-Ray: non sarà il porno a decidere

HD-DVD e Blu-Ray: non sarà il porno a decidere

La guerra tra i formati di alta definizione non vedrà l'industria hard come chiave di volta. Attualmente, infatti, è proprio Blu-Ray ad essere considerato meno appetibile

di pubblicata il , alle 15:49 nel canale Multimedia
 

La cosiddetta format-war tra Blu-Ray e HD-DVD ha visto un episodio sicuramente importante nella decisione di Warner di supportare solamente il primo dei due formati anche se nonostante ciò la situazione sembra essere ancora ben lontana da un epilogo.

Spesso, quando si parla della singolar tenzone tra i due formati di alta definizione, si giunge a concludere che l'ago della bilancia sarà influenzato dai contenuti prodotti dall'industria del porno esattamente come accadde un paio di decenni or sono nella guerra tra il VHS di JVC ed il Betamax di Sony, che ha visto il primo vincitore anche per il supporto da parte dell'industria a luci rosse.

Secondo quanto emerso in occasione del recente Adult Entertainment Expo, pare che alcune tra le maggiori case di produzione di contenuti porno, Digital Playground e Vivid Entertainment, stiano ancora supportando il formato HD-DVD perché considerato più economico da produrre e perché caratterizzato comunque da un installato base che attualmente non può essere considerato trascurabile, il che si traduce in effettive opportunità di guadagno.

Accanto alla produzione in HD-DVD vi è comunque anche quella su formato Blu-Ray, in modo tale che diventi possibile poter passare esclusivamente ad uno o all'altro formato una volta che le sorti sul mercato saranno chiare. In ogni caso è proprio Blu-Ray a rappresentare attualmente la soluzione meno appetibile per le case hard: secondo Vivid, infatti, è costoso e difficile da replicare e non sarà adottato dalle case di produzione minori almeno fino a quando i costi di realizzazione non si saranno abbassati.

La produzione di contenuti su supporto HD-DVD richiede invece solamente pochi e limitati cambiamenti rispetto all'attuale produzione su formato DVD, motivo per il quale il formato spalleggiato da Toshiba risulta essere un'opzione meglio gradita all'industra del porno. Non solo: ricordiamo infatti che Sony ha in passato espresso la propria non-intenzionalità a fornire alcun tipo di aiuto nella produzione di materiale per adulti sul proprio formato, costringendo così le case di produzione a rivolgersi a replicatori terzi.

Attualmente esiste un buon numero di società di replicazione di contenuti per il formato Blu-Ray, facilitando così il lavoro delle case di produzione. Ma anche in questo frangente si apre un problema: diverse società che operano la replicazione di contenuti pornografici si trovano su territorio Asiatico, tradizionalmente noto per l'elevata diffusione di materiale pirata e contraffatto. Le case di produzione sono così piuttosto riluttanti a fornire i propri contenuti a queste realtà, onde evitare il rischio di ritrovare i propri prodotti sul mercato parallelo e nei network p2p.

A quanto pare, per questa volta, l'industria hard non diventerà arbitro di alcuna contesa, ma si limiterà a salire sul carro dei vincitori.

Fonte: Dailytech

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
S4t0r121 Gennaio 2008, 15:55 #1
ma chi cavolo è che va a comprarsi un porno in alta definizione?
dottorpalmito21 Gennaio 2008, 15:57 #2
si era chiaro che non sarebbe più stata l'ago della bilancia...20 anni fà non c'era internet
zani8321 Gennaio 2008, 15:58 #3
sempre lì....tira sempre dippù u "pilu"!!!

per esso si muovono mari, monti e pure gli standard dell' IT
selestat21 Gennaio 2008, 16:00 #4
Ingannerò l'attesa di vedere 2 belle tet.e in HD con le belle e reali tet.e della mia ragazza....
lucasantu21 Gennaio 2008, 16:06 #5
MA DAI ... è più o meno 1 anno che si ripete che il porno nn conta + come una volta nella guerra dei formati .
Fabiaccio21 Gennaio 2008, 16:06 #6
prima il porno era fondamentale per stabilire quale dei due formati dovesse andare avanti (stando ad una news vecchia ).
All'epoca decretò che l'hd-dvd era sicuramente meglio del blu-ray.
Ora il porno non centra più nulla nei criteri.
Si decideranno prima o poi? .
Lascassero fare ai compratori la vita o la morte di quel formato, no?
cristt21 Gennaio 2008, 16:11 #7
il porno non è più decisivo perchè i successori del dvd non sono l'unico veicolo per distribuire i film in casa, come una volta era il vhs. ormai con internet, p2p, torrent, youporn e cloni, non è più necessario comprarsi il supporto su disco.
dovella21 Gennaio 2008, 16:11 #8
il mercato sarà deciso da chi meglio piuratabile sibito a costi minori.
Dumah Brazorf21 Gennaio 2008, 16:20 #9
Detto così vincerebbe HD-DVD a mani basse... la questione ha più sfaccettature da analizzare.
noel8321 Gennaio 2008, 16:26 #10
si peccato che nessuno si ricorda mai di dire che il settore porno è in crisi nera

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^