Google investe in un nuovo codec video per gli streaming 4K

Google investe in un nuovo codec video per gli streaming 4K

Al Consumer Elecrtonic Show 2014 attesa la presentazione del nuovo codec VP9, con il quale Google offre un approccio open per ridurre sensibilmente i requisiti di bandwidth per i video di più alta risoluzione

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Multimedia
Google
 

Il formato 4K sarà uno dei temi dominanti nell'edizione 2014 del Consumer Electronic Show di Las Vegas, evento che aprirà ufficialmente i battenti nella giornata di Martedì 7 Gennaio. Non saranno però solo i produttori di televisori compatibili con questo standard a catalizzare l'attenzione: la crescente disponibilità di contenuti video 4K passa anche attraverso la diffusione via streaming e in questo non si può non pensare a Youtube.

Ecco quindi le indiscrezioni che indicano, proprio al CES 2014, Youtube pronta a effettuale nuove dimostrazioni di sistemi di streaming video 4K. Nulla di nuovo in senso assoluto, in quanto da tempo l'azienda americana permette di riprodurre video di questo tipo. La novità è rappresentata dal tipo di codec utilizzato, capace di assicurare una elevata qualità alla base pur con una consistente riduzione dei requisiti di bandwidth.

Il codec che verrà mostrato è quello VP9, sviluppato da Google quale alternativo al codec H.265 che viene attualmente utilizzato per la maggior parte dei flussi video 4K a disposizione. Il nuovo codec VP9 ha la importante caratteristica di essere open e privo di royalties per coloro che lo intendano utilizzare per i propri prodotti.

Per assicurare la massiccia diffusione di questo codec è necessario assicurarsi il supporto da parte dei produttori internazionali di componenti hardware, ed è a questo risultato che sembra essere giunta Google (proprietaria, lo ricordiamo, di Youtube). LG, Panasonic e Sony sono i nomi indicati come partner di Youtube in questa iniziativa, ma l'elenco comprende 19 nomi che rappresentano i principali operatori nel settore.

Il nuovo codec, nelle intenzioni di Google, permetterà quindi di estendere l'adozione del formato 4K per i video in streaming via Youtube riducendo i requisiti di bandwidth attuali. Non solo: VP9 sarà utilizzato anche con altri formati video, nuovamente permettendo di ottenere positive ripercussioni in termini di bandwidth consumata nello streaming.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
simone8903 Gennaio 2014, 16:30 #1
E pensare che io non riesco a vedere in streaming un video su YT a 360p senza metterlo in pausa

Fortunato chi ha una connessione internet decente
Thediabloz03 Gennaio 2014, 16:43 #2

lentezza

Sappi che la maggior parte delle volte che youtube scatta o non carica, non è colpa della tua linea, ma dei loro server sovraccarichi o mal gestiti.
A me succede molto spesso, ed ho effettuato verifiche sulla banda utilizzata effettivamente dal tab aperto in confronto a quella disponibile... semplicemente sono loro il problema. Non io.

Stesso problema con i video su FB...

Mentre su altri siti di streaming, tutto liscio come l'olio.
Eress03 Gennaio 2014, 17:01 #3
Purtroppo in Italia le connessioni decenti sono una rarità, se poi le confrontiamo con le reti adsl all'estero, fanno ridere
Comunque buono che Google stia pensando alle connessioni di minor qualità, certo alla fine nulla è disinteressato, qualche vantaggio gliene verrà di sicuro da un maggiore bacino di utenza.
simone8903 Gennaio 2014, 17:20 #4
Originariamente inviato da: Eress
Purtroppo in Italia le connessioni decenti sono una rarità, se poi le confrontiamo con le reti adsl all'estero, fanno ridere
Comunque buono che Google stia pensando alle connessioni di minor qualità, certo alla fine nulla è disinteressato, qualche vantaggio gliene verrà di sicuro da un maggiore bacino di utenza.


Senza dubbio libereranno un pò di banda il che non guasta mai XD

Originariamente inviato da: Thediabloz
Sappi che la maggior parte delle volte che youtube scatta o non carica, non è colpa della tua linea, ma dei loro server sovraccarichi o mal gestiti.
A me succede molto spesso, ed ho effettuato verifiche sulla banda utilizzata effettivamente dal tab aperto in confronto a quella disponibile... semplicemente sono loro il problema. Non io.

Stesso problema con i video su FB...

Mentre su altri siti di streaming, tutto liscio come l'olio.


No no, se sei collegato a internet con una 640kb in download c'è poco da fare
calabar03 Gennaio 2014, 18:16 #5
Originariamente inviato da: Eress
Purtroppo in Italia le connessioni decenti sono una rarità, se poi le confrontiamo con le reti adsl all'estero, fanno ridere
Comunque buono che Google stia pensando alle connessioni di minor qualità, certo alla fine nulla è disinteressato, qualche vantaggio gliene verrà di sicuro da un maggiore bacino di utenza.

Il vantaggio per Google è palese: un enorme risparmio di banda.
Youtube consuma una larghissima fetta del traffico Internet globale, ridurre la necessità di banda necessaria per trasmettere un video, moltiplicato miliardi di visualizzazioni, si traduce in un bel risparmio.

Dubito che questo codec consenta di raggiungere nuova utenza, sicuramente è pensato per dare vantaggi con streaming ad alta risoluzione più che ridurre ulteriormente la banda di quello a bassa risoluzione.
tmx03 Gennaio 2014, 19:26 #6
già... e poi ci vuole un gran bel monitor per vederli... per ora han costi proibitivi.
marchigiano04 Gennaio 2014, 13:48 #7
ma non potevano aiutare x265? con 2 codec è un casino, nessun produttore hardware metterà acceleratori per entrambi i codec e nessuno dei due avrà fondi sufficienti per migliorare gli engine di encoding...
zulutown04 Gennaio 2014, 14:44 #8
Originariamente inviato da: Thediabloz
Sappi che la maggior parte delle volte che youtube scatta o non carica, non è colpa della tua linea, ma dei loro server sovraccarichi o mal gestiti.
A me succede molto spesso, ed ho effettuato verifiche sulla banda utilizzata effettivamente dal tab aperto in confronto a quella disponibile... semplicemente sono loro il problema. Non io.

Stesso problema con i video su FB...

Mentre su altri siti di streaming, tutto liscio come l'olio.


Non è proprio così.. magari tu hai una connessione a 1Gbit disponibile da casa tua al tuo provider.. ma magari il tuo provider ha poi verso gli altri ha già tutte le sue reti sature, e quindi il collo di bottiglia è probabilmente causato dalle interconnessioni del tuo provider verso gli altri gestori delle backbone mondiali.

Infine, se hai connessioni veloci verso altri siti di streaming, è molto probabile che il tuo provider metta lui delle limitazioni e dei blocchi su facebook e youtube
calabar04 Gennaio 2014, 15:22 #9
Originariamente inviato da: marchigiano
ma non potevano aiutare x265? con 2 codec è un casino, nessun produttore hardware metterà acceleratori per entrambi i codec e nessuno dei due avrà fondi sufficienti per migliorare gli engine di encoding...

Direi di no, visto che H.265 è soggetta a royalties e Google sta creando VP9 proprio perchè sia disponibile una codifica totalmente libera, che meglio si presta a favorire il suo mercato.
generals04 Gennaio 2014, 23:00 #10
ma se neanche i film acquistati sul play store sono in hd? (solo su tablet android) ma per favore...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^