offerte prime day amazon

Google Assistant arriva su oltre 400 milioni di dispositivi

Google Assistant arriva su oltre 400 milioni di dispositivi

A Las Vegas è invasione di assistenti vocali: potremo parlare praticamente con tutti gli oggetti della nostra vita tecnologica e Google non si fa trovare impreparata

di pubblicata il , alle 17:23 nel canale Multimedia
Google
 

Al CES di Las Vegas Google annuncia importanti novità per Google Assistant che diventa ora disponibile su oltre 400 milioni di dispositivi, dagli smartphone alle automobili, dagli assistenti domestici alle cuffie: una vera e propria diffusione a macchia d'olio per una funzionalità che sarà sempre più presente nella vita di ciascuno di noi. E, contemporaneamente, un bel guanto di sfida ad Alexa, Siri e Cortana.

Per quanto riguarda la gestione domestica Google Assistant sarà presente - oltre ovviamente a Google Home Mini e Max - in una moltitudine di dispositivi in arrivo da molti produttori: Altec Lansing, Anker Innovations, Bang & Olufsen, Braven, iHome, JBL, Jensen, LG, Klipsch, Knit Audio, Memorex, RIVA Audio e SōLIS. La novità interessante, però, è la compatiblità e il supporto di Google Assistant da parte di dispositivi comprensivi di schermo, che Google chiama genericamente "smart display". Grazie a questi dispositivi, che saranno commercializzati tra gli altri da JBL, Lenovo, LG e Sony, sarà possibile vedere video di YouTube, effettuare videochiamate con Google Duo, trovare foto con Google Photos e via discorrendo. A ciò vanno aggiunti 225 brand e oltre 1500 dispositivi destinati alla smarthome che supporteranno le funzionalità vocali del colosso di Mountain View.

E se Google Assistant sarà reso disponibile su dispositivi provvisti di schermo, è inevitabile ritrovarlo anche sulle soluzioni Android TV: oltre a NVIDIA SHIELD TV e ai televisori Sony (che hanno ricevuto il supporto lo scorso mese), questa stagione vedremo Google Assistant approdare sui dispositivi Android TV di AirTV Player, Bouygues Telecom, LG U+, TCL, Skyworthe Xiaomi, mentre proprio questa settimana Changhong, Element, Funai, Haier, Hisense e Westinghouse annunciano nuovi modelli di Android TV con Google Assistant. Infine Google sta lavorando a stretto contatto con LG per integrare Assistant nella nuova linea di televisori LG in arrivo nei prossimi mesi.

Ovviamente già disponibile su numerosi smartphone Android, ma anche su iPhone, Google Assistant vedrà le sue funzionalità estese anche direttamente a cuffie e auricolari con Jaybird, JBL, LG e Sony che hanno già annunciato prodotti compatibili che saranno ottimizzati appositamente per l'assistente vocale. Si potrà comandare la riproduzione di musica, rispondere a chiamate o ascoltare e rispondere a messaggi.

E come se non basatasse saranno oltre 400 modelli di automobili da più di 40 case (Ford, General Motors, Nissan, Volkswagen e Volvo, solo per citarne alcune) a offrire le funzionalità di Google Assistant. Ascoltare musica da Spotify o Google Play, ottenere le indicazioni per raggiungere un luogo, rispondere a messaggi: tutto con il potere della voce e senza staccare le mani dal volante. Google Assistant sarà integrato in Android Auto a partire da questa settimana negli USA.

Google infine annuncia l'introduzione di una nuova modalità di comunicazione con Assistant, con le "Actions". Si tratta di comandi specifici che possono essere definiti anche da terze parti per applicazioni ben precise. Attualmente sono disponibili oltre un milione di "Actions" che si possono compiere con Google Assistant.

Tutte le informazioni sul nuovo Google Assistant sono disponibili a partire da questa pagina.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Zurlo09 Gennaio 2018, 18:54 #1
Io lo trovo un po' inquietante - e' molto ma molto piu' pervasivo del grande fratello di Orwell.
ComputArte10 Gennaio 2018, 12:08 #2

...SPIONAGGIO PERSONALE E AZIENDALE SENZA LIMITI

....EVVIVA!!!!!
Tutti monitorati fin dentro le case e mentre si parla dei fatti propri ....

Google e le altre OTT , inclusi tutti i produttori di hw che si sono uniformati a questa strategia dello spionaggio continuativo ed illimitato, non potrebbero essere più soddisfatti.... il prossimo passo saranno i sensori sottopelle e l'intercettazione dei pensieri tramite la variazione del campo elettro-magnetico a livello neuronale...

Questo pericolo NON può e NON deve rimanere inosservato dai politici e dagli organi di controllo....consentire QUESTA Tecnologia vale a dire diventare tutti schivi di soggetti privati apparentemente residenti negli usa....
L'Europa DEVE reagire!!!!

Ma soprattutto dovrebbe suonare la campanella d'allarme nelle teste delle persone.....cacchio mettersi dentro casa un miscorfono ALWAYS ON con decodifica del fonema lato server equivale a rendere casa un ACQUARIO....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^