Dalla Germania arrivano i DVD usa e getta

Dalla Germania arrivano i DVD usa e getta

Il produttore tedesco Einmal-DVD ha realizzato un DVD usa e getta che si auto cancella dopo 48 ore. La compagnia spera che il supporto venga ampiamente impiegato nella distribuzione di contenuti cinematografici

di pubblicata il , alle 08:00 nel canale Multimedia
 

Il produttore tedesco Einmal-DVD ha realizzato un DVD usa e getta che diventa illeggibile dopo 48 ore. Il nuovo prodotto è stato battezzato DVD-D - la lettera D sta per Disposable - ed è basato su una reazione chimica che viene innescata quando il DVD viene estratto dalla custodia.

Per creare questo particolare tipo di supporto ottico la compagnia tedesca ha impiegato un rivestimento composto da un particolare materiale chimico che rende il disco completamente illeggibile dopo un predeterminato periodo di tempo. Il processo di deteriorazione ha inizio non appena il disco viene estratto dall'imballaggio; allo scadere delle 48 ore, o per periodi più lunghi a seconda delle varie versioni, il DVD non sarà più utilizzabile.

In realtà l'idea dei DVD usa e getta non è nuova: già nel 2003 Flexplay, una società tecnologica della Georgia, aveva realizzato una propria interpretazione di Disposable DVD, ma l'idea aveva ricevuto pesanti critiche ed era stata osteggiata da parte degli ambientalisti, secondo cui l'impiego di materiali per la realizzazione di un supporto con una vita utile di alcune ore sarebbe stata un enorme spreco.

I supporti sono stati pensati per un largo impiego nei videonoleggi: secondo quanto riportato da Register Hardware, i film su questi supporti verranno venduti a 3,99 euro, in linea con l'attuale costo di noleggio dei nuovi titoli in uscita, ma senza la necessità di dover tornare al negozio per rendere il disco. L'idea sulla carta pare essere buona, tuttavia l'inevitabile avanzata della fruizione dei contenuti cinematografici attraverso la TV on demand e la rete costituiscono un serio ostacolo alla diffusione di questo tipo di soluzioni.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

105 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
share_it19 Aprile 2008, 08:08 #1
Trovato il modo di fare spazzatura anche con le cose immateriali. Veramente orribile.
picard1219 Aprile 2008, 08:27 #2

togliamo i sacchetti e mettiamo i cd..

Originariamente inviato da: share_it
Trovato il modo di fare spazzatura anche con le cose immateriali. Veramente orribile.


Certe pratiche commerciali usa e getta le dovrebbero definire come reati contro la natura e palesemente inquinanti.
carini19 Aprile 2008, 08:42 #3

Serviva proprio ...

Un altro bel metodo per buttare via energia e fare spazzatura ... che merda
ioanmocanu19 Aprile 2008, 08:47 #4

quoto

credo che le case cinematografiche sarebbero contente, a loro non importa l'ambiente e la natura.
Il problema è: cosa ti dice che entro le 48 ore tu non puoi ripare il DVD e rimasterizarlo sul dvd normale? a cosa serve un dvd autodistrugibile? credo che chi va in negozio di noleggio adesso come adesso è per vedersi un film sabato. per il resto di solito c'è il mule...
ilmaestro7619 Aprile 2008, 08:55 #5
Originariamente inviato da: share_it
Trovato il modo di fare spazzatura anche con le cose immateriali. Veramente orribile.

eh sì, il pensiero di molti, leggendo questa notizia, va proprio lì...

e cmq, se non sbaglio, in qualche centro commerciale, già m'è sembrato di vedere qualcosa del genere addirittura diversi mesi fa...
Dardo Xp19 Aprile 2008, 09:30 #6
Come al solito le major se ne fregano dell'ambiente pensando solo ai propri interessi...ma che ci frega tanto l'inquinamento sarà un problema delle generazioni future...vergogna!
Samires19 Aprile 2008, 09:46 #7
ah perfetto..così la gente non dovrà nemmeno fare la fatica di riportarli al noleggio dopo averli rippati, e finiranno sul groppone a madre natura..beh complimenti!
Aragorn7719 Aprile 2008, 09:58 #8
Quoto in toto quanto detto da tutti voi anche se andrebbe fatto un raffronto con l'inquinamento causato dall'utilizzo di mezzi di trasporto per poter restituire i supporti normali da noleggio.
Van Helsing19 Aprile 2008, 10:14 #9
Originariamente inviato da: Aragorn77
Quoto in toto quanto detto da tutti voi anche se andrebbe fatto un raffronto con l'inquinamento causato dall'utilizzo di mezzi di trasporto per poter restituire i supporti normali da noleggio.


Penso che sia sempre più grave l'impatto ambientale che crea la produzione/distribuzione di questa genialata.
Dove andremo a finire, povera natura...........
maxim1717119 Aprile 2008, 10:17 #10
non faranno molta strada x fortuna....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^