CD, DVD, HD-DVD e Blu-Ray su un unico supporto?

CD, DVD, HD-DVD e Blu-Ray su un unico supporto?

Warner brevetta un sistema per registrare quattro diversi formati su un unico supporto. Che sia la panacea di tutti i mali del confronto Blu-Ray e HD-DVD?

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:06 nel canale Multimedia
 

Si dice che la concorrenza faccia bene al mercato. E, almeno in una situazione ideale, è sicuramente così: più scelta per il consumatore, più motivazioni per le aziende, proposte sempre migliori e via discorrendo.

In realtà, spesso, la situazione è ben diversa. Ne è un lampante esempio l'aspro confronto che sta avendo luogo in questo periodo tra gli standard di formato Blu-Ray e HD-DVD. Il consumatore è confuso, le aziende (a parte sparute eccezioni) tengono il piede in due scarpe e sul mercato langue la disponibilità di nuovi dispositivi, supporti e contenuti.

Inoltre la distribuzione di contenuti in formati diversi implica un investimento di tempo e denaro non indifferente, senza contare un problema che spesso non viene preso in considerazione: le possibilità di stoccaggio dei prodotti e dei film da parte dei rivenditori.

Una soluzione possibile, che riesce a mettere d'accordo tutti, è stata già paventata nel corso dell'anno, con la dimostrazione di alcuni chipset che permettono la realizzazione di lettori ibridi, ovvero che possano leggere più di un formato. Purtroppo, però, le effettive soluzioni in grado di assolvere questi compiti sono rimaste per ora solo allo stadio teorico.

Gli unici prodotti approdati sul mercato sono lettori DVD/HD-DVD, anche per una più semplice procedura di progettazione e realizzazione, per via di una maggiore affinità tra i due formati: DVD e HD-DVD, nonostante facciano uso di un laser diverso, condividono la stessa profondità di incisione delle tracce, ovvero a 0,6 millimetri dalla superficie. Blu-Ray, che utilizza lo stesso laser di HD-DVD, è invece caratterizzato da incisioni ad appena 0,1 millimetri di profondità dalla superficie.

Un approccio differente, ma altrettanto efficace, è quello dell'ibridazione dei supporti, anziché dei lettori. Tale situazione mette infatti il consumatore nelle condizioni di poter acquistare indifferentemente un lettore Blu-Ray o un lettore HD-DVD, non dovendo preoccuparsi di quali contenuti saranno resi disponibili per l'uno o per l'altro, poiché ogni contenuto sarebbe commercializzato su un supporto che permette la fruizione del contenuto su entrambi i lettori.

Qualcuno sta già muovendo passi in questa direzione: Warner ha infatti depositato un brevetto presso l'USPTO che descrive un disco formato da due livelli distinti, uno adatto alle caratteristiche del formato HD-DVD e uno per il formato Blu-Ray. Non solo: l'ipotetico disco sarebbe di tipo a doppia faccia, caratteristica che permetterebbe di masterizzare HD-DVD e Blu Ray su un lato e CD e DVD sull'altro lato. Warner avrebbe infatti individuato la soluzione al problema nell'impiego di una copertura semiriflettente che permette di registrare i dati alle due diverse profondità di incisione di HD-DVD e Blu-Ray.

Un disco di questo tipo risulterebbe anche non particolarmente costoso da produrre, semplificando inoltre la distribuzione dei film sia dal punto di vista degli studios, sia dal punto di vista del negoziante al dettaglio. Come molti avranno intuito, il limite di un supporto di questo tipo è rappresentato dalla possibilità di registrare un solo livello per ogni tipo di formato, limitandone così la capacità.

Dal punto di vista prettamente commerciale sarebbe però difficile stabilire una adeguata politica di prezzi che permetta di commercializzare contenuti DVD e contenuti in alta definizione in un singolo pacchetto. L'applicazione pratica più immediata, quindi, sembra quella di mettere in commercio due edizioni diverse per uno stesso titolo: una in normale formato DVD e una in alta definizione, che includa però il formato Blu-Ray su un lato e il formato HD-DVD sull'altro.

Fonte: Arstechnica

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
IlTurko19 Settembre 2006, 11:11 #1
Era un po' l'uovo di Colombo (a livello logico, non so tecnicamente) alla fine tra i due litiganti arriva sempre un terzo che piglia tutto
Sicuramente interessante, visto che a distanza di decenni il mondo si spacca ancora in due sugli standard, una soluzione simile puo' essere vincente.
Motosauro19 Settembre 2006, 11:13 #2
E però devono farlo compatibile con il Verd-Disc-HD
che sarà Verde, romboidale e scritto in modo obliquo.
Lo introdurrà $_MAJOR_A_CACCIA_DI_STANDARD e sarà incompatibile con tutto.
Inoltre un vero lettore multiformato leggerà i dischi zip, i backup su nastro e le EDO ram


Stiamo un pochino esagerando con la guerra degli standard imho
Kaiman19 Settembre 2006, 11:20 #3
Il problema e' che con disci di tale fattura la sony il blu ray rischia grosso. Con i supporti a singolo strato, a causa di un algoritmo di compressionde del blu ray non efficace come quello usato per l'hd-dvd, la differenza di qualita' video tra i 2 supporti si nota a favore dell'hd-dvd. Stando cosi' le cose il blu ray rischia di fare una brutta figura.....compro un film....e si vede meglio con il lettore hd dvd...chi se lo caga piu' il blu ray???
ultimate_sayan19 Settembre 2006, 11:23 #4
Si sta creando una situazione veramente assurda... e se non trovano una soluzione alla svelta non se la caveranno bene così come è accaduto con i DVD+/- R... per quanto mi riguarda, ne passerà di tempo prima che questi standard possano interessarmi...
Bluknigth19 Settembre 2006, 11:26 #5
Warner con questo rischia di fare più soldi dei due consorzi BD e HD-DVD....

Comunque vada sarà un successo.

Anche perchè credo che 15GB in mpeg4 o vc-1 almeno per 720p possono bastare per fare film di 3 o 4 ore.

Per videoteche e rivenditori sarebbe la manna. 5 copie dello stesso film, indipendentemente dal formato che uno ha a casa, invece di avere 2 in BD, 2 in HD-DVD e 5 in DVD....

A questo punto il problema diventerebbe solo di costo del lettore e vantaggi tecnici... E per Sony potrebbe diventare un altro Betamax rischiando di diventare nicchia solo per chi fa backup.
stalker17019 Settembre 2006, 11:26 #6
da parte mia è una vergogna questa assurda "lotta" x la vittoria o dell'hd-dvd o del blu-ray, ho pure l'impressione che queste persone nn sappiano minimamente cosa voglia intendere la parola "standard" in questo campo, il supporto di video ad alta definizione deve essere standard, cioè vuol dire che deve essere una cosa unica nn di più, altrimenti dovrebbero cambiare termine e chiamarlo multi-standard....
Login19 Settembre 2006, 11:27 #7
Siamo alla frutta.
farinacci_7919 Settembre 2006, 11:28 #8

NON CAPISCO IL MOTIVO DI FONDO...

...della lotta fra formati.
E' vero, chi vince si aggiudica il mercato e i concorenti devono pagare fior fiore di royalities per poter lavorare.
Questo è vero, però, se c'è un vincitore, ma allo stato attuale siamo in bilico totale, e allora via ai lettori e/o dischi ibridi.
E chi ci guadagna? noi utenti? No davvero, poichè tanti formati, tanti lettori, genera problemi.
Ci guadagnano le case produttrici? Non so, sicuramente hanno il loro tornaconto, ma quanto ci perdono i atti legali, brevetti e lotte in genere?
Invece di perdere tempo per creare diversi formati, potrebbero farsi la concorrenza sui contenuti, che poi sono quelli che contano, e davvero in quel caso chi vince ha il controllo del mercato....
Bluknigth19 Settembre 2006, 11:30 #9

x Kaiman

Dopo i primi film scandalosamente in Mpeg2, anche i film in BD escono con lo stesso formato di compressione vc-1.

E BD ha 10GB in più dalla sua parte....
Feanortg19 Settembre 2006, 11:30 #10
Una riga = Suicidio...

Fanno un nuovo tipo di assicurazione secondo me

Bonus-Malus in caso di righe.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^