11 milioni i brani ascoltati con Spotify in una settimana. Ecco le classifiche

11 milioni i brani ascoltati con Spotify in una settimana. Ecco le classifiche

A distanza di una settimana dal lancio in Italia di Spotifysono stati ben 11 milioni i brani ascoltati, superando ogni previsione. Ecco un primo bilancio sulle preferenze degli italiani

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 09:01 nel canale Multimedia
Spotify
 

Spotify, uno dei principali servizi di musica on demand in streaming a livello mondiale disponibile da una settimana anche per l'Italia (ne abbiamo parlato in un articolo dedicato), stila un primo bilancio per avere il polso del successo riscosso. Quello che è emerso supera le aspettative di molti, anche considerando la natura gratuita di alcuni servizi in prova e la curiosità che gravita intorno a novità di questo tipo.

I brani ascoltati dagli italiani in una sola settimana sono stati ben 11 milioni, corrispondenti a circa 70 anni di musica ininterrotta. Un segnale forte, che testimonia come nel Belpaese la passione della musica sia comunque molto sentita. Giungono inoltre le prime classifiche, che andiamo ad elencare di seguito.

Top Ten brani più ascoltati
1. Scream & Shout, will.i.am feat. Britney Spears
2. Ho Hey, The Lumineers
3. Locked Out of Heaven, Bruno Mars
4. Thrift Shop (feat. Wanz), Macklemore & Ryan Lewis
5. Sweet Nothing, Calvin Harris
6. Diamonds, Rihanna
7. Try, P!nk
8. L’essenziale, Marco Mengoni
9. Die Young, Ke$ha
10. Hall of Fame, The Script

Top Ten artisti
1. The Lumineers
2. will.i.am
3. Rihanna
4. Bruno Mars
5. Calvin Harris
6. Max Gazzè
7. Macklemore & Ryan Lewis
8. Elio e Le Storie Tese
9. David Guetta
10. Swedish House Mafia

Speciale Sanremo 2013:
1. L’Essenziale, Marco Mengoni
2. La canzone mononota, Elio e Le Storie Tese
3. Sotto Casa, Max Gazzè
4. Il futuro che sarà, Chiara
5. A bocca chiusa, Daniele Silvestri
6. Se si potesse non morire, Modà
7. Sai (Ci basta un sogno), Raphael Gualazzi
8. Scintille, Annalisa
9. La felicità, Simona Molinari e Peter Cincotti
10. Mi servirebbe sapere, Antonio Maggio

Il brano più ascoltato è stato Scream & Shout di will.i.am, superando di poco Ho Hey dei The Lumineers e Locked Out of Heaven di Bruno Mars. La palma del gruppo/artista più ricercato è andata ai I The Lumineers, mentre Max Gazzè si aggiudica il titolo di artista italiano più ascoltato su Spotify finendo per giunta in sesta posizione assoluta. Gazzè si è rivelato anche la scelta preferita dal pubblico femminile, mentre gli uomini non c'è storia: vittoria schiacciante Elio e Le Storie Tese.

Una menzione particolare la merita lo Speciale Festival di Sanremo: Marco Mengoni vince anche qui. “L’Essenziale”, il brano che ha vinto il Festival, è in testa alla classifica delle canzoni sanremesi più ascoltate, seguito da “La canzone mononota” di Elio e Le Storie Tese e da “Sotto casa” di Max Gazzè.
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
s0nnyd3marco22 Febbraio 2013, 09:14 #1
Sono basito nel non trovare interstellar overdrive di pink floyd nei primi posti della classifica :P
Darkon22 Febbraio 2013, 09:21 #2
A parte i "the script" che conosco di nome ma non la canzone e qualche altro che ho avuto la sfortuna di sentire una volta è impressionante che della top ten anzi di tutte queste top ten praticamente non saprei accennare nemmeno una delle canzoni.

-------------

Tornando IT impressionante il numero di download di cui sarei curioso di sapere quanti avvenuti da account "paganti" e quanti gratis per capire effettivamente quanto sia remunerativo in Italia dove per definizione la gente non è molto propensa a pagare.

Infine:

Un segnale forte, che testimonia come nel Belpaese la passione della musica sia comunque molto sentita.


Ora guarda credimi non è per far flame o crear polemica ma pur non essendo chissà che appassionato di musica ma nel mio piccolo avendo studiato qualcosina di musica parlare di passione per la musica riferito a quelle top ten è offensivo verso chiunque abbia studiato anche solo amatorialmente musica.
E questo non perché preferisca altri generi... ci sono gruppi pop contemporanei validissimi, il punto è che quelle classifiche son fatte di musica creata a tavolino da artisti anonimi come fantocci destinati nel giro di qualche anno a sparire.

Mi auguro che in Italia ci sia ben altra passione determinata da tante piccole realtà di artisti piccoli, di band giovani e meno giovani, che fanno musica che forse non arriverà mai nelle classifiche ma che non è un prodotto di fabbrica in cui il cantante ci ha messo solo la voce e non sarebbe in grado di distinguere nemmeno una nota dall'altra.

Chiedo scusa fin da ora se questo toccherà qualcuno nel vivo, si tenga presente che pure io mi sono sentito un po' toccato da quella frase.
Alessandro Bordin22 Febbraio 2013, 09:21 #3
Io avrei scommesso per "Careful with that axe, Eugene" :P
Alessandro Bordin22 Febbraio 2013, 09:25 #4
x Darkon

Riporto i dati, e dicono quello. La frase non sottointendeva un mio essere d'accordo con la scelta musicale. Per molti la musica è quella e han ragione quanto noi, nonostante tutto. Suono da 25 anni e ne ascolto da ben di più. Il tuo disappunto è il mio vedendo quei nomi, ma i gusti sono gusti e se il grosso del pubblico ama quello... il mondo è bello perché è vario.
Alessandro Bordin22 Febbraio 2013, 09:34 #5
Aggiungo anche che è così in tutto il mondo, le classifiche in qualche modo coincidono. Siamo noi quelli "strani". Sigh.
Gnubbolo22 Febbraio 2013, 10:56 #6
è la musica dissonante o fortemente seriale che non fa parte della cultura popolare italiana.
è la storia che lo dimostra, basta vedere come abbiamo interpretato il prog negli anni 70, e poi la new wave, e la techno di metà anni 90.
prendiamo un disco di techno tedesco o inglese ed uno italiano di Gigi D'Agostino o Roland Brant..
oppure i CAN e confrontiamoli con il Banco..
checo22 Febbraio 2013, 11:11 #7
Originariamente inviato da: Darkon
A parte i "the script" che conosco di nome ma non la canzone e qualche altro che ho avuto la sfortuna di sentire una volta è impressionante che della top ten anzi di tutte queste top ten praticamente non saprei accennare nemmeno una delle canzoni.


io giusto quella di lumneers so qual'è giusto perchè era in regalo sul play music settimana scorsa, ma ora che ci penso non mi ricordo come fa.

detto questo le altre elio a parte sono a me sconoscuite, per fortuna direi
Alessandro Bordin22 Febbraio 2013, 11:48 #8
Idem per me. Mi son sentito "out" leggendo nomi che non conoscevo. Poi ho ascoltato tutto e sono stato fiero della mia ignoranza, almeno nel 50% dei casi

PS L'ho fatto su Youtube per non alzare il counter di Spotify :P
checo22 Febbraio 2013, 12:00 #9
che poi io non ho ancora capoto bene come funionano le radio.

se creo una radio basata su un gruppo, essa poi è dinamica ovvero vede cosa mi piac e cosa no e propone di conseguenza oppure fa a caso?

perchè i primi giorni la radio sui soad mi faceva 50% loro coanzoni, stamattina mi sapra gruppi tipo prodigy, anberlin etc...
Alessandro Bordin22 Febbraio 2013, 12:06 #10
Sì è dinamica, e ci becca più spesso di quel che credevo. Ogni tanto però azzarda un po' troppo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^