Terre rare a prezzi vertiginosi, una nuova mazzata sui prezzi dell'elettronica?

Terre rare a prezzi vertiginosi, una nuova mazzata sui prezzi dell'elettronica?

Prezzi alle stelle per terre rare e altri materiali chiave per il mondo della tecnologia e dell'elettronica. La domanda alle stelle, la corsa all'elettrificazione e le tensioni tra Cina e Stati Uniti potrebbero portare a un ulteriore aumento dei prezzi.

di pubblicata il , alle 09:40 nel canale Mercato
 

Pensavate che l'impennata della domanda di tecnologia, la carenza di container, i costi di trasporto esorbitanti e il recente aumento dei prezzi produttivi di TSMC fossero la "tempesta perfetta" per il mondo della tecnologia? Sbagliato. Al peggio non c'è mai fine, e quando tocchi il fondo non è detto che inizi a risalire, magari inizi a scavare.

Secondo un'analisi pubblicata da Nikkei Asia, i prezzi delle terre rare e di altri materiali chiave per l'industria elettronica e tecnologica sono schizzati nell'ultimo anno, complice non solo la domanda, ma anche le tensioni tra le superpotenze Stati Uniti e Cina.

Osservando l'andamento annuale dei prezzi di alcuni di questi materiali si nota ad esempio come la crescente popolarità delle auto elettriche, su cui c'è stata un'indubbia accelerata da parte di tutti i produttori, abbia fatto salire il prezzo del litio del 150%, mentre l'ossido di olmio è aumentato del 109%.

Il prezzo del rame, conduttore ampiamente diffuso, è salito del 37%, l'alluminio del 55% e lo stagno è aumentato dell'82%. Anche il neodimio (usato ad esempio nelle cuffie) ha visto salire il suo prezzo del 74% su base annua.

È chiaro che con questi incrementi a doppia cifra e stanti le arcinote problematiche della filiera, ogni velleità di vedere un miglioramento dei prezzi dell'elettronica si scioglie come neve al sole. Anzi, i prezzi potrebbero persino salire più di quanto non abbiano già fatto, anche se le grandi aziende si marcano stretto e quindi per quanto possibile tendono ad assorbire i colpi, mentre sono i player minori che, non avendo le spalle sufficiente grandi, si ritrovano a scaricare direttamente i costi sull'utenza finale.

Purtroppo, l'annoso problema geopolitico tra Stati Uniti e Cina non aiuta. La Cina è oggi l'unico paese con una filiera completa in termini di estrazione e trattamento delle terre rare. Secondo dati dello scorso anno, la Cina è responsabile di circa il 55% produzione globale di terre rare e l'85% di tutte le terre rare deve passare dalla Cina durante il processo di produzione. Le tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti hanno quindi portato a un naturale aumento dei prezzi nel gioco tra le parti fatto di tira e molla continui.

Secondo quanto dichiarato al Nikkei Asia da Angela Chang, analista dell'Industrial Technology Research Institute, "la Cina ha preso il sopravvento e domina la produzione e la raffinazione delle terre rare, oltre a controllare alcuni altri metalli chiave che sono tutti necessari per costruire non solo dispositivi civili e industriali, ma anche attrezzature militari e aerospaziali. Il vantaggio cinese è diventato una merce di scambio fondamentale per Pechino per negoziare con Washington".

Sempre l'analista ritiene che questa lotta commerciale e per la supremazia economica porterà a un'escalation delle tensioni e quindi a un ulteriore aumento dei prezzi dei materiali sul lungo termine. Insomma, di male in peggio.

54 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sniperspa15 Settembre 2021, 10:21 #1
Prezzo dell'energia che sale, prezzo delle materie che sale...insomma il momento giusto per passare tutti all'auto elettrica
DanieleG15 Settembre 2021, 10:26 #2
Sempre meglio la "transizione ecologica"!
scottial7715 Settembre 2021, 10:33 #3
E tutto questo pur di mantenere un sistema economico basato sul consumo e sul profitto che ormai fa acqua da tutte le parti e che ci porterà alla rovina ecologica.
Darkon15 Settembre 2021, 10:38 #4
Originariamente inviato da: scottial77
E tutto questo pur di mantenere un sistema economico basato sul consumo e sul profitto che ormai fa acqua da tutte le parti e che ci porterà alla rovina ecologica.


Perché te invece su cosa lo baseresti?

No perché a volte anzi sarebbe meglio dire ciclicamente leggo frasi del genere in cui però si evita accuratamente di fare anche solo un vago accenno a una qualsiasi alternativa.
DevilsAdvocate15 Settembre 2021, 10:42 #5
Originariamente inviato da: Darkon
Perché te invece su cosa lo baseresti?

No perché a volte anzi sarebbe meglio dire ciclicamente leggo frasi del genere in cui però si evita accuratamente di fare anche solo un vago accenno a una qualsiasi alternativa.


Occhio che poi nominano un'alternativa senza alcun fondamento o verificabilità e te la ripropongono ogni volta insieme alla frasina.... a tutt'oggi abbiamo ancora gente che crede che la terra sia piatta o che ci si possa curare grazie alla memoria dell'acqua.
Darkon15 Settembre 2021, 10:49 #6
Ma infatti aspetto a gloria che arriva l'ennesima uscita di gente che propone una variante del comunismo o altri sistemi utopistici che non hanno mai funzionato in alcun modo.

Ma il bello è che propongono certe cose senza conoscerne la storia... nemmeno si documentano mannaggia la miseria su cos'è stato il comunismo sia a livello umano che finanziario o peggio se propongono sistemi ancor più fantasiosi.

----------------------------

Tornando alle terre rare è una diretta conseguenza che praticamente solo la Cina ci ha investito pesantemente e oggi un unico giocatore detiene il grosso creando praticamente un trust.
barzokk15 Settembre 2021, 10:51 #7
Originariamente inviato da: DanieleG
Sempre meglio la "transizione ecologica"!

Vedi che abbiamo capito come verrà realizzata

I prezzi raddoppiano o triplicano, la gente non può più permettersi auto o energia elettrica o riscaldamento in casa,di conseguenza consumerà di meno, meno CO2, meno inquinamento

fatto
randorama15 Settembre 2021, 10:54 #8
Originariamente inviato da: sniperspa
Prezzo dell'energia che sale, prezzo delle materie che sale...insomma il momento giusto per passare tutti all'auto elettrica


già. infatti l'energia elettrica la regalano.
per questo tutti usano un boiler elettrico anzichè a gas.
SpyroTSK15 Settembre 2021, 10:54 #9
Originariamente inviato da: DevilsAdvocate
Occhio che poi nominano un'alternativa senza alcun fondamento o verificabilità e te la ripropongono ogni volta insieme alla frasina.... a tutt'oggi abbiamo ancora gente che crede che la terra sia piatta o che ci si possa curare grazie alla memoria dell'acqua.


Questa non la sapevo, vado a vedere che pisellata è
rockroll15 Settembre 2021, 10:57 #10
Originariamente inviato da: scottial77
E tutto questo pur di mantenere un sistema economico basato sul consumo e sul profitto che ormai fa acqua da tutte le parti e che ci porterà alla rovina ecologica.


A me l'auto elettrica non interessa minimamente, sono utente soddisfatto ed appassionato di auto sportiveggianti storiche o quasi...
A me gli ultimi prodotti della tecnologia informatica non interessano, sono utente soddisfatto di computer ricondizionati, che mi offrono a prezzo minimo 7 volte quello di cui ho bisogno...
A me smartphone ultimo grido, 5G, cloud, IOT, superTV, ed altre (superflue) diavolerie di moda non interessano, uso un vecchio smarthone da 3 " comodamente appeso alla cintura (uno Xiami M3 c'è l'ho inusato nel cassetto...), ne ho d'avanzo di TV LCD FullHD magari accoppiate a decoder PVR aggiornato...

Per me qualunque sovraprezzo vogliano applicare i Cinesi o chi per loro, non mi tocca proprio, le terre rare se le possono tenere, e i produttori le ultime meraviglie dell'elettronica se le possono mettere... sugli scaffali, e restarci...

Non so voi, ma io vivo benissimo così!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^