SoftBank pronta a cedere ARM a Nvidia per oltre 40 miliardi di dollari: annuncio imminente?

SoftBank pronta a cedere ARM a Nvidia per oltre 40 miliardi di dollari: annuncio imminente?

Potrebbe arrivare già la prossima settimana l'annuncio ufficiale del passaggio di ARM Holdings nelle mani di Nvidia per oltre 40 miliardi di dollari. Il progettista britannico, dal 2016 nelle mani della giapponese SoftBank, è cruciale per il business dei chip di molte realtà tra cui Apple, Qualcomm e Samsung.

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Mercato
NVIDIAARM
 

Secondo il Wall Street Journal, i giochi sono fatti: all'inizio della prossima settimana, la giapponese SoftBank annuncerà la vendita del progettista di chip britannico ARM alla statunitense Nvidia. L'operazione, stando alle indiscrezioni, richiederà a Nvidia un esborso superiore a 40 miliardi di dollari (SoftBank l'acquisì nel 2016 per 32 miliardi).

Le indiscrezioni sul possibile accordo sono iniziate a circolare a luglio, e sebbene nel corso delle settimane si siano fatti nomi su interessi più o meno concreti di altre realtà, Nvidia è apparsa da subito come l'unica azienda concretamente interessata a sedersi al tavolo della trattativa con SoftBank, tanto che starebbero parlando in esclusiva ormai da settimane secondo le voci di corridoio.

Il passaggio di ARM nelle mani di Nvidia rappresenta un passaggio critico per molte aziende che adottano i progetti della realtà britannica o ne acquistano la licenza per apportare specifiche modifiche funzionali ai propri scopi: Apple, Samsung, Qualcomm sono solo tra i nomi più pesanti che basano il proprio business sui chip ARM, tra l'altro con la casa di Cupertino che prossimamente inizierà la transizione ai chip ARM anche per quanto riguarda i Mac.

Nvidia permetterà ad ARM di continuare a operare come sempre, concedendo a terzi i propri progetti, oppure ha mire diverse? Le autorità autorizzeranno un'acquisizione che potrebbe cambiare gli equilibri in termini di concorrenza? Staremo a vedere, nelle prossime ore dovremmo saperne di più. Per Nvidia, specialista nella realizzazione di GPU ma impegnata anch'essa nella realizzazione di chip ARM per il mondo automotive, la robotica e il gaming (Nintendo Switch), l'acquisto di ARM aprirebbe nuove prospettive, dotandola a tutti gli effetti di un business dei microprocessori che potrebbe essere cruciale per la sua futura azione in molti settori, a partire dal mondo dei datacenter.

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cdimauro13 Settembre 2020, 09:10 #1
A me continua a sembrare un'operazione priva di senso. Vedremo...
marittimus13 Settembre 2020, 09:39 #2
Non per fare il bastian contrario ma secondo con l'acquisizione di ARM da parte di Nvidia ci troviamo potenzialmente davanti alla nascita di un futuro colosso, più grande di quanto non sia adesso la somma delle due.
Chissà come cambieranno i rapporti con le aziende che usano le licenze ARM; intanto Huawei, che in forza dell'origine britannica di ARM e delle sue tecnologie, in barba al ban, poteva continuare ad utilizzare questi processori potrebbe in un futuro prossimo incontrare ulteriori difficoltà.

Bah staremo a vedere.
cdimauro13 Settembre 2020, 09:49 #3
Sì, si creerà un altro colosso sicuramente (similmente a Intel con x86), ma il punto è che finora ARM ha avuto un business model completamente diverso da nVidia o dagli altri produttori di chip.
lookgl13 Settembre 2020, 10:26 #4
Ho l'impressione che per Nvidia sia una mossa ottima, per tutti gli altri un po' meno. Non so adesso a livello legale se le vecchie isa potranno essere implementate dai vari chipmaker, anche con licenza scaduta. Perché conoscendo nvidia prevedo un aumento del costo delle licenze e minori libertà di personalizzazione. Rischiamo di passare da un duopolio amd/intel che comunque a livello di concorrenza funziona, ad un monopolio insostituibile. In campo mobile, allo stato attuale, hanno fallito tutti tranne arm. E poi a gente come huawei, gli rinnoveranno la licenza per poter usare arm? Senza licenza cosa riescono a fare?
sbaffo13 Settembre 2020, 11:07 #5
Originariamente inviato da: lookgl
Ho l'impressione che per Nvidia sia una mossa ottima, per tutti gli altri un po' meno. Non so adesso a livello legale se le vecchie isa potranno essere implementate dai vari chipmaker, anche con licenza scaduta. Perché conoscendo nvidia prevedo un aumento del costo delle licenze e minori libertà di personalizzazione. Rischiamo di passare da un duopolio amd/intel che comunque a livello di concorrenza funziona, ad un monopolio insostituibile. In campo mobile, allo stato attuale, hanno fallito tutti tranne arm. E poi a gente come huawei, gli rinnoveranno la licenza per poter usare arm? Senza licenza cosa riescono a fare?

I tuoi timori sono fondati, ma secondo me nvidia sará obbligata a concedere la licenza ai competitor, come lo é stata intel con x86. Amd, ma in passato anche Cyrix e Via, le hanno fatto concorrenza senza che Intel potesse toglierli la licenza o azzopparli nello sviluppo in altro modo. Ci sono stati periodi in cui i procesori Amd erano nettamente superiori agli intel, e per certi versi anche i cyrix.
Anche sui prezzi della licenza credo ci siano dei paletti, non so se Frand o cosa.

Piuttosto nvidia ha il dente avvelenato contro intel da quando la ha tagliata fuori dai chipset, magari ora che il mondo si sta spostando su arm cerca la rivincita.
sfumato13 Settembre 2020, 12:02 #6

Intel non starà a guardare

è il via libera x di Intel per papparsi AMD e le sua IP Grafica
Inizia la guerra.
ningen13 Settembre 2020, 14:35 #7
Secondo me ha senso questa mossa di Nvidia. Sia Intel che AMD, i suoi principali competitor, offrono sia CPU che GPU nelle loro lineup, mentre Nvidia era limitata dalle sole GPU, sebbene utilizzate in vari ambiti. Io credo che a livello di licenze non cambierà nulla, anche perchè potrebbe essere controproducente per Nvidia.
Piuttosto, magari questa potrebbe essere un'occasione per far sviluppare ulteriormente i processori ARM e magari farli diventare una possibile alternativa anche nel settore desktop.
LMCH13 Settembre 2020, 16:03 #8
Originariamente inviato da: ningen
Secondo me ha senso questa mossa di Nvidia. Sia Intel che AMD, i suoi principali competitor, offrono sia CPU che GPU nelle loro lineup, mentre Nvidia era limitata dalle sole GPU, sebbene utilizzate in vari ambiti. Io credo che a livello di licenze non cambierà nulla, anche perchè potrebbe essere controproducente per Nvidia.
Piuttosto, magari questa potrebbe essere un'occasione per far sviluppare ulteriormente i processori ARM e magari farli diventare una possibile alternativa anche nel settore desktop.

Credo che Nvidia in primo luogo veda l'acquisizione di ARM Ltd. come un modo per mettersi al riparo da brutte sorprese riguardo altri potenziali acquirenti.
Poi a differenza di Softbank a loro va benissimo il modello commerciale di ARM, visto che di fatto avranno un braccio R&D per le cpu che "si paga da se". Tutto il resto sono tanti piccoli vantaggi che messi insieme costituiscono un terzo buon motivo per l'acquisizione.
Takuya13 Settembre 2020, 17:18 #9
La ARM sviluppa internamente le GPU della serie Mali, con l'acquisto da parte di nVidia suppongo che verranno dismesse a favore delle architetture GeForce.
Tedturb013 Settembre 2020, 23:05 #10
Originariamente inviato da: ningen
Secondo me ha senso questa mossa di Nvidia. Sia Intel che AMD, i suoi principali competitor, offrono sia CPU che GPU nelle loro lineup, mentre Nvidia era limitata dalle sole GPU, sebbene utilizzate in vari ambiti. Io credo che a livello di licenze non cambierà nulla, anche perchè potrebbe essere controproducente per Nvidia.
Piuttosto, magari questa potrebbe essere un'occasione per far sviluppare ulteriormente i processori ARM e magari farli diventare una possibile alternativa anche nel settore desktop.


Ma, e Tegra?
Perche scrivere cose senza senso?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^