Nvidia vende GPU come non mai, i conti non mentono: è record

Nvidia vende GPU come non mai, i conti non mentono: è record

Nvidia ha presentato una trimestrale record: il fatturato è salito di oltre il 60% a 5 miliardi di dollari, spinto dalle GeForce RTX 3000 e dagli acceleratori A100 per i datacenter. Secondo l'azienda, è difficile stimare l'impatto del mining, ma si parla di 100-300 milioni di dollari. Più certo invece il futuro: lo shortage continuerà ancora per un po' di tempo.

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Mercato
GeForceNVIDIAAmpereQuadro
 

Nvidia vende GPU gaming a rotta di collo. Certo, forse solo una minima parte ai giocatori in questo momento, ma i dati del quarto trimestre fiscale (terminato il 31 gennaio) parlano chiaro: l'azienda statunitense sta piazzando tutti i chip che produce. Il fatturato è salito a 5 miliardi di dollari, in aumento del 61% rispetto ai 3,11 miliardi dell'anno prima e del 6% sul terzo trimestre fiscale. Questo exploit ha permesso all'azienda guidata da Jen-Hsun Huang di chiudere l'anno fiscale 2021 con un fatturato record di 16,68 miliardi, un balzo del 53% rispetto ai 10,92 miliardi. Certo, bisogna dire che è stato un anno particolare. "Il COVID-19 continua a influenzare il nostro business sia in modo positivo che negativo, e c'è incertezza circa la sua durata e l'impatto", ha dichiarato la direttrice finanziaria (CFO) Colette Kress.

A guidare la corsa di Nvidia troviamo la divisione Gaming, con un fatturato di 2,5 miliardi di dollari (+67% rispetto a un anno fa) nel trimestre e complessivi 7,76 miliardi di dollari (+41%) sull'intero anno fiscale. La domanda sorge spontanea: se le schede video gaming sono poco disponibili e a prezzi esagerati, a chi ha venduto le GPU Nvidia? Si potrebbe rispondere facilmente a "miner e scalper", e sicuramente è in (larga) parte così, ma Nvidia ha toccato l'argomento solo parzialmente.

"L'aumento delle vendite su base annua rispecchia maggiori vendite di GPU desktop e mobile per il gaming, oltre a SoC per le console da gioco (Switch, ndr). […] L'incremento sequenziale di GPU desktop e portatili è stato parzialmente compensato da una riduzione delle vendite di SoC per console da gioco", si legge nella documentazione pubblica da Nvidia. In una conference call con gli analisti, Colette Kress e Huang si sono "sbottonati" un po' di più. Per prima cosa hanno detto che lo shortage, ossia la carenza di prodotti sul mercato, durerà ancora e non è chiaro quando terminerà.

  Q4 2021 Q3 2021 Q4 2020 Q4 vs. Q3 2021 Q4 2021 vs Q4 2020
Fatturato 5 miliardi 4,72 miliardi 3,1 miliardi +6% +61%
Margine lordo 63,1% 62,6% 64,9% +50 bps -180 bps
Spese operative 1,65 miliardi 1,56 miliardi 1,02 miliardi +6% +61%
Utile operativo 1,5 miliardi 1,39 miliardi 990 milioni +8% +52%
Utile netto 1,45 miliardi 1,33 miliardi 950 milioni +9% +53%
Utile per azione diluita 2,31 dollari 2,12 dollari 1,53 dollari +9% +51%

Secondo la CFO, una quota tra 100 e 300 milioni di dollari del fatturato del Q4 è legata alle vendite ai miner di criptovalute. È tuttavia una stima, in quanto Nvidia non riesce a capire in modo preciso a chi hanno venduto i partner AIB e i distributori. "Sospettiamo che il significativo aumento dell'hash rate di Ethereum osservato negli ultimi mesi sia stato spinto da una combinazione di capacità di mining precedentemente installata che è stata riattivata, così come vendite di nuove GPU e ASIC", ha aggiunto la Kress.

Nvidia è certa di una cosa: il fenomeno del mining di criptovalute non terminerà a breve, e per questo l'azienda ha intrapreso azioni per cercare, quantomeno, di "controllare" il fenomeno - dal limitatore delle prestazioni di mining della nuova RTX 3060 fino alla linea CMP (Cryptocurrency Mining Processors). Nvidia, tra l'altro, si aspetta di vendere soluzioni CMP per circa 15 milioni di dollari nel primo trimestre fiscale 2022 (in corso). Vedremo se l'operazione avrà successo e renderà le GPU gaming maggiormente disponibili, anche perché Nvidia sa bene che c'è un mare di giocatori da accontentare: si ritiene infatti che solo il 15% della sua base installata abbia adottato una scheda video RTX nei due anni e mezzo dal debutto dei primi modelli.

  Anno fiscale 2021 Anno fiscale 2020 Differenza su base annua
Fatturato 16,67 miliardi 10,91 miliardi +53%
Margine lordo 62,3% 62% +30 bps
Spese operative 5,86 miliardi 3,92 miliardi +50%
Utile operativo 4,53 miliardi 2,84 miliardi +59%
Utile netto 4,33 miliardi 2,79 miliardi +55%
Utile per azione diluita 6,9 dollari 4,52 dollari +53%

Passando alla divisione Datacenter, ecco un altro record. Da anni Nvidia sta cercando di diversificare il proprio business e nel settore dei server sta facendo davvero bene, con un fatturato nel Q4 2021 che ha toccato 1,9 miliardi, il 97% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno passato. Il risultato sull'intero anno è anch'esso senza precedenti, ben 6,7 miliardi (+124%).

Non brilla il comparto "Professional Visualization" - schede professionali ex Quadro, ecc. - con un fatturato di 307 milioni di dollari (-7%) sul trimestre e 1,05 miliardi sull'intero anno (-13%). Anche il settore automotive sta faticando, ma con le restrizioni COVID prima e la produzione rallentata di chip poi, non poteva che andare così: Nvidia ha registrato vendite per 145 milioni nel Q4, in calo dell'11% sul trimestre precedente, mentre sull'anno intero il passo indietro è stato pari al 23% (536 milioni).

Il CEO di Nvidia, Jensen Huang, ha commentato l'andamento dell'azienda senza nascondere il proprio entusiasmo. "Il Q4 è stato un altro trimestre record che ha concluso un anno di successo per le piattaforme di calcolo di Nvidia. Il nostro lavoro pionieristico nel calcolo accelerato ha portato il gaming a diventare la forma di intrattenimento più popolare al mondo, alla democratizzazione del supercomputing per tutti i ricercatori e all'emergere dell'IA come la forza più importante della tecnologia".

"La domanda di GPU GeForce RTX 30 è incredibile", ha aggiunto il CEO. "Nvidia RTX ha avviato un importante ciclo di aggiornamento traghettando i giocatori verso ray tracing, DLSS e IA".

"Le nostre GPU A100 per datacenter IA stanno crescendo fortemente tra i fornitori di servizi cloud e le industrie verticali. Migliaia di aziende in tutto il mondo stanno usando l'IA di Nvidia per creare prodotti collegati al cloud con servizi che trasformeranno le più grandi industrie del mondo. Stiamo assistendo a un momento smartphone (ossia di rivoluzione, ndr) in ogni settore. Mellanox ha ampliato la nostra presenza nell'ambito datacenter. E stiamo facendo buoni progressi nell'acquisizione di ARM, che creerà nuove enormi opportunità per l'intero ecosistema". Per quanto riguarda il primo trimestre fiscale 2022, già in corso, Nvidia si aspetta un fatturato di 5,3 miliardi di dollari, con un margine d'errore di più o meno il 2%.

169 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Krusty25 Febbraio 2021, 08:10 #1
bla bla bla...
e poi tutti giù a comprare
jepessen25 Febbraio 2021, 08:35 #2
E questo e' il motivo per cui lo shortage continuera' ancora per un bel po'. a NVIDIA frega niente della gente a cui vende chip e schede, per lei l'importante e' vendere... Se per accontentare i videogiocatori si mettesse a fare delle politiche a scapito dei miner potrebbe trovarsi a vendere 100 schede in piu' ai giocatori e 500 in meno ai miner, andando contro i propri interessi.
TorettoMilano25 Febbraio 2021, 08:37 #3
Originariamente inviato da: jepessen
E questo e' il motivo per cui lo shortage continuera' ancora per un bel po'. a NVIDIA frega niente della gente a cui vende chip e schede, per lei l'importante e' vendere... Se per accontentare i videogiocatori si mettesse a fare delle politiche a scapito dei miner potrebbe trovarsi a vendere 100 schede in piu' ai giocatori e 500 in meno ai miner, andando contro i propri interessi.


ma infatti mi risulta siano poche le persone a dare a nvidia dell'ingrata verso il mondo dei videogiocatori. finchè il mining è consentito e le big farm mi chiedono quantità infinita di gpu io gliele vendo e anche di fretta
jepessen25 Febbraio 2021, 08:40 #4
Originariamente inviato da: TorettoMilano
ma infatti mi risulta siano poche le persone a dare a nvidia dell'ingrata verso il mondo dei videogiocatori. finchè il mining è consentito e le big farm mi chiedono quantità infinita di gpu io gliele vendo e anche di fretta


Basterebbe trovare un algoritmo per fattorizzare i numeri primi in tempo polinomiale per mettere in crisi il sistema della blockchain e far crollare il valore di botto... E di tutta l'economia mondiale dato che tutti gli scambi si basano sulla fattorizzazione di grossi numeri primi per le chiavi pubbliche/private in realta'...
MorgaNet25 Febbraio 2021, 09:00 #5
Originariamente inviato da: jepessen
Basterebbe trovare un algoritmo per fattorizzare i numeri primi in tempo polinomiale per mettere in crisi il sistema della blockchain e far crollare il valore di botto... E di tutta l'economia mondiale dato che tutti gli scambi si basano sulla fattorizzazione di grossi numeri primi per le chiavi pubbliche/private in realta'...


CI pensi tu a trovarlo? Nel week and e nel tempo libero?

Cmq non è vero che a Nvidia non interessa quello che pensano i gamers. Per qualsiasi azienda di un certo livello la soddisfazione del cliente (qualsiasi cliente) è importante. Semplicemente non è facile gestire questa situazione. Magari potrebbero lanciare una linea di prodotti solo per miners per diversificare la proposta e lasciare quindi le schede video ai normali utilizzatori di pc, ma per fare questo bisogna strutturarsi e strutturarsi costa tantissimo. Data l'estrema variabilità delle criptomonete, investire in strutture è un rischio.
300025 Febbraio 2021, 09:02 #6
E ti risulta stramale Tore', la tua è solo una frase per screditare chi si lamenta delle dimensioni raggiunte dal mining, da buon milanese che pensa prima al soldo e poi all'etica. E intanto Noi Popolo non riusciamo ad andare sul sito DEL PRODUTTORE e trovare un prodotto da acquistare. Tutti in medicine li devono spendere, disgraziati.
#stopbuy
Paganetor25 Febbraio 2021, 09:08 #7
quindi non è che ne producano poche, è che proprio ne vendono tante!
mikes9725 Febbraio 2021, 09:09 #8
Originariamente inviato da: jepessen
Basterebbe trovare un algoritmo per fattorizzare i numeri primi in tempo polinomiale per mettere in crisi il sistema della blockchain e far crollare il valore di botto... E di tutta l'economia mondiale dato che tutti gli scambi si basano sulla fattorizzazione di grossi numeri primi per le chiavi pubbliche/private in realta'...

Eheh penso che se succedesse avremmo problemi più grandi di una crisi di crypto. C'è un motivo se gli algoritmi si basano proprio sui numeri primi
Vertex25 Febbraio 2021, 09:20 #9
Originariamente inviato da: Paganetor
quindi non è che ne producano poche, è che proprio ne vendono tante!


Infatti è così...il problema è che gran parte delle schede video vanno a finire ai miners, non ai videogiocatori. Le poche che arrivano negli shop sono sovrapprezzate perché i miners sono comunque disposti a spendere anche il doppio o il triplo pur di averle.
the_joe25 Febbraio 2021, 09:26 #10
Originariamente inviato da: MorgaNet
CI pensi tu a trovarlo? Nel week and e nel tempo libero?

Cmq non è vero che a Nvidia non interessa quello che pensano i gamers. Per qualsiasi azienda di un certo livello la soddisfazione del cliente (qualsiasi cliente) è importante. Semplicemente non è facile gestire questa situazione. Magari potrebbero lanciare una linea di prodotti solo per miners per diversificare la proposta e lasciare quindi le schede video ai normali utilizzatori di pc, ma per fare questo bisogna strutturarsi e strutturarsi costa tantissimo. Data l'estrema variabilità delle criptomonete, investire in strutture è un rischio.


Ma poi perchè fare una linea dedicata quando il prodotto viene venduto ugualmente, anzi non ce la fanno a produrne in quantitativi sufficienti a soddisfare la domanda, la risposta più semplice sarebbe produrre di più quello che c'è già, ma evidentemente a meno che non siano masochisti e non vogliano incrementare gli utili, non ce la fanno proprio.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^