Nel 2015 quasi un portatile su quattro avrà CPU ARM

Nel 2015 quasi un portatile su quattro avrà CPU ARM

L'arrivo di Windows 8 contribuirà a spingere l'adozione di processori ARM nei sistemi portatili di fascia value: iSuppli prevede che nel 2015 saranno quasi un quarto dei notebook totali

di pubblicata il , alle 16:23 nel canale Mercato
WindowsARMMicrosoft
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
degac20 Luglio 2011, 07:18 #21

Previsioni azzardate

Si parte sempre facendo i conti senza l'oste...

Punto di vista del consumatore:
- il device (pad/tablet/netbook/notebook) deve funzionare
- si deve accendere subito (o relativamente veloce)
- devono esserci le applicazioni (che l'utente) desidera
- le batterie devono durare il più a lungo possibile
- deve costare (in rapporto a quanto sopra) il 'giusto'.

In questi 5 vincoli non sono presenti nè il marchio/tipo del processore (x86 o ARM) nè il SO (Android/Win8)

Ciò significa che se Intel (o AMD) riescono a rispettare queste caratteristiche vendono lo stesso (o magari ancora di più.
Per quanto io sia un fan dell'architettura ARM (semplice, senza fronzoli, presente solo ciò che serve ed espandibile dal licenziatario sulla base delle sue richieste) vedo problematica questa CPU se paragonata alla sola 'potenza' rispetto a x86. Se l'aspetto GPU è risolvibile (Tegra è basato su tecnologia di Nvidia) la potenza CPU è tutt'altro aspetto.
Senza considerare che molti pad hanno un prezzo (ora) pari o superiore a quello di un notebook di ultima generazione con APU di AMD, che di sicuro tra qui ed il 2015 non sta con le mani in mano.
Senza considerare il parco software che esiste per x86 e che dovrebbe essere ricompilato/ri-acquistato per un passaggio in massa ad ARM (cosa che andrebbe ad intaccare l'ultimo punto del consumatore)


sgfamd20 Luglio 2011, 11:50 #22
Originariamente inviato da: degac
Si parte sempre facendo i conti senza l'oste...

Punto di vista del consumatore:
- il device (pad/tablet/netbook/notebook) deve funzionare
- si deve accendere subito (o relativamente veloce)
- devono esserci le applicazioni (che l'utente) desidera
- le batterie devono durare il più a lungo possibile
- deve costare (in rapporto a quanto sopra) il 'giusto'.

In questi 5 vincoli non sono presenti nè il marchio/tipo del processore (x86 o ARM) nè il SO (Android/Win8)


Mah non direi.

Sul secondo punto da te enunciato gli ARM (con Android/IOS) sono abbastanza avanti (l'accoppiata x86/Win è decisamente lenta in confronto)

Sul terzo ti dò perfettamente ragione (ma solo per un motivo: Storico. Le architetture x86 beneficiano dell'età di vita della stessa in termini di applicazioni scritte)

Sul quarto non c'è storia gli ARM consumano molto meno rispetto agli x86 (che siano Atom o Zacate o Brazos).

L'ultimo punto va indirizzato alle case costruttrici. In quanto è vero che le soluzioni ARM (Tablet soprattutto) hanno prezzi (e non costi...) paragonabili agli attuali notebook/netbook ma è anche vero che il mercato tablet/mobile è un mercato in ascesa su cui tutti ci vogliono guadagnare il più possibile (Apple in primis).

sgfamd
pabloski20 Luglio 2011, 12:00 #23
Bisogna prima capire di che device si sta parlando. Queste previsioni dovrebbero riguardare la penetrazione di arm nel settore notebook e forse pc.

Il problema delle applicazioni compare proprio in questo settore, mentre se parliamo di tablet, smartphone, netbook il discorso cambia parecchio e, ad oggi, sia iOS che Android offrono una miriade di applicazioni.

Ovviamente qualsiasi device deve funzionare, altrimenti che ti vendono?

Accendere subito? Qualsiasi device che non sia un pc ha un tempo di boot decente

Le batterie durano a lungo se si sa fare le batterie. I macbook non sono arm eppure durano 8 ore. Ovviamente con arm a bordo le ore sarebbero 48

Sul prezzo temo che il giusto non lo vedremo mai, soprattutto quando si tratta di qualcosa di "innovativo", i prezzi sono sempre pompati.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^