Mediaworld apre il suo primo negozio ''smart'': ecco com'è fatto e come funziona. Video

Mediaworld apre il suo primo negozio ''smart'': ecco com'è fatto e come funziona. Video

Le porte si apriranno ufficialmente lunedì 8 in piazza Monte Grappa e sarà il primo punto vendita "Smart" di MediaWorld. Un negozio nuovo in pieno centro città che farà da apripista per una nuova tipologia di punto vendita.

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Mercato
 
35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Unrue08 Giugno 2020, 11:53 #21
Originariamente inviato da: nickname88
Non esiste solo Amazon.
Eprezzo offre pure l'installazione a casa.


Tu hai detto che tutto quelli che prendi su MW lo puoi prendere su Amazon, ma ti ripeto che per i grandi elettrodomestici è ancora meglio prenderli su MW (o analoghi.)

Originariamente inviato da: nickname88
E inoltre se compri da MW non c'è recesso.


Ma chi te lo ha detto?

https://www.mediaworld.it/supporto-...diritto-recesso

https://www.mediaworld.it/mw/inform...ti-o-rimborsati

L'unico grosso limite di Amazon, che in realtà è più dei corrieri, è che non puoi mettere una fascia di consegna "Entro le 21". Devo stare in casa tutto il giorno per un pacco?
Sakurambo08 Giugno 2020, 11:53 #22
Leggevo questa notizia ma anche altre ed ho fatto una riflessione, è palese che ad oggi il problema principale diventa la velocità di consegna e la possibilità da parte dell'utente di appoggiarsi ad un punto fisico per dei servizi, nel 99% dei casi di assistenza.
Se consideriamo che le grosse catene, ma anche gli shop di un certo livello, si stanno votando tutti alla vendita online con percentuali sempre maggiori, potrebbe essere interessante aprire una realtà che non fa altro che gestire consegne e ritiri per tutti.
Non un punto vendita, ma un locale dove non si fa altro che ritirare l'acquisto o consegnare un prodotto per accedere a servizi di garanzia o riparazione. Locali molto piccoli gestiti da poco personale e non necessariamente tecnologicamente specializzato, ma diffusi capillarmente sul territorio in relazione alla popolazione.
Se prendiamo in esame amazon, ma come lui chiunque, spedisce ma son costretto a:
1- far spedire dove lavoro perchè a casa non c'è nessuno
2- far spedire in posta se so che la 1 non è realizzabile
3- far spedire presso i centri di pickup automatici (gli armadi) ma che sono limitati nelle dimensioni.
Il punto 1 non sempre è possibile
Il punto 2 ti limita agli orari della posta e alle code della stessa
Il punto 3 di solito è vincolato a centri commerciali e simili
Il punto 1 e 3 funziona solo da pickup mentre la posta permette la restituzione (sempre per amazon)
Ma già se volessi mandare in assistenza un prodotto apple diventerei scemo, nel mio caso lo store è a padova ed i negozi ufficiali privati sono ad oltre 40km
Pensare quindi di creare uno spazio di distribuzione all'utente finale o di consegna e fornire in affitto questo servizio aigli store potrebbe avere più senso che lasciare che ognuno crei come mediamondo, il proprio sistema...
Cosa ne pensate?
recoil08 Giugno 2020, 12:04 #23
Originariamente inviato da: Sakurambo
Leggevo questa notizia ma anche altre ed ho fatto una riflessione, è palese che ad oggi il problema principale diventa la velocità di consegna e la possibilità da parte dell'utente di appoggiarsi ad un punto fisico per dei servizi, nel 99% dei casi di assistenza.
Se consideriamo che le grosse catene, ma anche gli shop di un certo livello, si stanno votando tutti alla vendita online con percentuali sempre maggiori, potrebbe essere interessante aprire una realtà che non fa altro che gestire consegne e ritiri per tutti.
Non un punto vendita, ma un locale dove non si fa altro che ritirare l'acquisto o consegnare un prodotto per accedere a servizi di garanzia o riparazione. Locali molto piccoli gestiti da poco personale e non necessariamente tecnologicamente specializzato, ma diffusi capillarmente sul territorio in relazione alla popolazione.
Se prendiamo in esame amazon, ma come lui chiunque, spedisce ma son costretto a:
1- far spedire dove lavoro perchè a casa non c'è nessuno
2- far spedire in posta se so che la 1 non è realizzabile
3- far spedire presso i centri di pickup automatici (gli armadi) ma che sono limitati nelle dimensioni.
Il punto 1 non sempre è possibile
Il punto 2 ti limita agli orari della posta e alle code della stessa
Il punto 3 di solito è vincolato a centri commerciali e simili
Il punto 1 e 3 funziona solo da pickup mentre la posta permette la restituzione (sempre per amazon)
Ma già se volessi mandare in assistenza un prodotto apple diventerei scemo, nel mio caso lo store è a padova ed i negozi ufficiali privati sono ad oltre 40km
Pensare quindi di creare uno spazio di distribuzione all'utente finale o di consegna e fornire in affitto questo servizio aigli store potrebbe avere più senso che lasciare che ognuno crei come mediamondo, il proprio sistema...
Cosa ne pensate?


a me piacerebbe una cosa del genere
immagino un locale dove ti fanno la riparazione veloce (tipo schermo/batteria smartphone) ma hai anche il servizio di ritiro per le grandi catene e in generale per online
entri e ritiri, quindi il tempo di permanenza è ridotto, volendo puoi pagare lì così quelli che non si fidano degli acquisti online sono a posto e non hai problemi con i corrieri
io periodo di lockdown a parte dove non potevo uscire di casa se compro su Amazon faccio spedire al locker, dato che la portineria ce l'ho ma poi devo beccare il momento in cui il portiere è lì, magari passano 2-3 giorni prima di vederlo e allora che me ne faccio della spedizione veloce?
ci fosse un negozio come quello che dici tu farei spedire tutto lì e sono sicuro che un sacco di gente (specialmente chi non ha portineria) farebbe altrettanto

se ci pensiamo è anche un vantaggio per i corrieri che scaricano N cose in quel negozio e evitano di fare il giro di tutti perdendo un sacco di tempo sia per arrivarci che per aspettarti dopo che citofonano
il negozio avrebbe margini bassi sulle consegne e per questo gli converrebbe fare anche la riparazione e magari gestione dell'usato, oltre ad avere un minimo di inventario (cover, cavi, pile, alimentatori...) per riuscire a vendere qualcosa già che sei entrato da loro
Sakurambo08 Giugno 2020, 12:14 #24
Originariamente inviato da: recoil
a me piacerebbe una cosa del genere
immagino un locale dove ti fanno la riparazione veloce (tipo schermo/batteria smartphone) ma hai anche il servizio di ritiro per le grandi catene e in generale per online
entri e ritiri, quindi il tempo di permanenza è ridotto, volendo puoi pagare lì così quelli che non si fidano degli acquisti online sono a posto e non hai problemi con i corrieri
io periodo di lockdown a parte dove non potevo uscire di casa se compro su Amazon faccio spedire al locker, dato che la portineria ce l'ho ma poi devo beccare il momento in cui il portiere è lì, magari passano 2-3 giorni prima di vederlo e allora che me ne faccio della spedizione veloce?
ci fosse un negozio come quello che dici tu farei spedire tutto lì e sono sicuro che un sacco di gente (specialmente chi non ha portineria) farebbe altrettanto

se ci pensiamo è anche un vantaggio per i corrieri che scaricano N cose in quel negozio e evitano di fare il giro di tutti perdendo un sacco di tempo sia per arrivarci che per aspettarti dopo che citofonano
il negozio avrebbe margini bassi sulle consegne e per questo gli converrebbe fare anche la riparazione e magari gestione dell'usato, oltre ad avere un minimo di inventario (cover, cavi, pile, alimentatori...) per riuscire a vendere qualcosa già che sei entrato da loro



La mia idea è estremizzare il tuo concetto: non si compra nulla, tutto deve essere già pagato, passi e ritiri, quindi solo il riconoscimento dell'acquirente, o passi e lasci con i moduli già predisposti.
Come dici tu poi arriva un correre e porta via tutto, una persona singola su due turni ti permetterebbe di lavorare dalle 8 alle 8 di sera inoltrato magari anche di sabato, quindi svincolandosi dagli orari dei corrieri.
Il punto, non essendo di vendita, anche se in centro storico di città rinomate, potrebbe essere su vie secondarie ma facilmente raggiungibili quindi problema affitti un po inferiore.
Creare un servizio diffuso e sommando mediamondo, euronics, etc ma senza la necessità di andare nel grosso centro commerciale all'esterno.
La questione della riparazione dei cellulari è critica perchè:
1- dipende dal cellulare dal suo valore residuo e dalla marca e modello
2- ogni marca vorrebbe una sua certificazione di qualità sull'operato
Quindi come ha detto qualcuno dovrebbe essere il produttore a dirmi: voglio che tu faccia riparazione su questi modelli e ti pago per la manodopera fornendoti i prodotti e l'istruzione certificata per farlo.
Marko#8808 Giugno 2020, 15:54 #25
Io credo che un grosso limite dei vari Mediaworld, Comet, Unieuro etc, sia il fatto che entri li dentro e non c'è nulla di diverso rispetto al comprare su un negozio online qualsiasi a livello di supporto. Nel senso che quasi sempre nessun commesso si intende di quello che vende, spesso la roba è spenta o non provabile, spesso è esposta ma non disponibile, spesso ci sono poche scelte come colore (nel caso di cose colorate ovviamente) etc etc etc.
Allora mi viene da dire, costa più che su internet (non sempre ma quasi), non c'è nessun tipo di supporto all'acquisto, spesso è impossibile o molto difficile provare l'oggetto, perché dovrei comprarlo li?
Io sarei ben contento di aiutare i negozi fisici ma se il portatile xyz costa 550 euro su internet e 600 alla Comet cosa mi può spingere alla comet? L'esperienza di acquisto. Se manca quella compro con due click e via, è uguale. Anzi, è più comodo.
Il televisore l'ho comprato in una Comet, pagandolo mi pare 100 euro in più che sull'Amazon di turno perché ero andato li con dei dubbi e il tizio che li vendeva -probabilmente un appassionato- è stato in grado di consigliarmi, farmi provare la tv con una chiavetta che mi ero portato ed è stato un servizio fantastico. Se mi avesse semplicemente letto lo scarno cartellino sarei tornato a casa e avrei acquistato su internet.
Zappz08 Giugno 2020, 16:33 #26
Originariamente inviato da: Sakurambo
Leggevo questa notizia ma anche altre ed ho fatto una riflessione, è palese che ad oggi il problema principale diventa la velocità di consegna e la possibilità da parte dell'utente di appoggiarsi ad un punto fisico per dei servizi, nel 99% dei casi di assistenza.
Se consideriamo che le grosse catene, ma anche gli shop di un certo livello, si stanno votando tutti alla vendita online con percentuali sempre maggiori, potrebbe essere interessante aprire una realtà che non fa altro che gestire consegne e ritiri per tutti.
Non un punto vendita, ma un locale dove non si fa altro che ritirare l'acquisto o consegnare un prodotto per accedere a servizi di garanzia o riparazione. Locali molto piccoli gestiti da poco personale e non necessariamente tecnologicamente specializzato, ma diffusi capillarmente sul territorio in relazione alla popolazione.
Se prendiamo in esame amazon, ma come lui chiunque, spedisce ma son costretto a:
1- far spedire dove lavoro perchè a casa non c'è nessuno
2- far spedire in posta se so che la 1 non è realizzabile
3- far spedire presso i centri di pickup automatici (gli armadi) ma che sono limitati nelle dimensioni.
Il punto 1 non sempre è possibile
Il punto 2 ti limita agli orari della posta e alle code della stessa
Il punto 3 di solito è vincolato a centri commerciali e simili
Il punto 1 e 3 funziona solo da pickup mentre la posta permette la restituzione (sempre per amazon)
Ma già se volessi mandare in assistenza un prodotto apple diventerei scemo, nel mio caso lo store è a padova ed i negozi ufficiali privati sono ad oltre 40km
Pensare quindi di creare uno spazio di distribuzione all'utente finale o di consegna e fornire in affitto questo servizio aigli store potrebbe avere più senso che lasciare che ognuno crei come mediamondo, il proprio sistema...
Cosa ne pensate?


E' tutto giusto, ma aggiungerei solo un punto che in Italia e' molto importante: il poter pagare in contanti, che e' una cosa che fa molto comodo a svariate categorie di personaggi.
Questo e' un grosso limite per Amazon (si puo' fare con le ricariche, ma e' parecchio scomodo), percio' fanno bene nel cercare di sfruttarlo.
nickname8808 Giugno 2020, 17:20 #27
Originariamente inviato da: schwalbe
Mai preso una batteria originale? Mai presa una SD o una chiavetta?
Hai qualche speranza se è "venduta e spedita" da Amazon, se no auguri...
Certo, mai capitato un articolo fake.
Gli articoli venduti da terzi in primis non sono venduti da Amazon.
Ma anche se ricevi qualche fake da questi ultimi sei comunque tutelato dalla politica Amazon.


E che c'entra. Lo so anch'io che la qualità dipende dal prodotto, ma il negozio che li propone è lui, sia che sia del proprio magazzino, che di altri.
Se io faccio ricerca di un prodotto per tipo, mi arriva una caterva di risultati di prodotti non sempre inerenti, la maggior parte di marche sconosciute, con descrizioni che lasciano a desiderare (sul lato tecnico), con forti differenze di prezzo (ma identiche foto). Ti aiuti sulle recensioni? Bene, anzi male, partono da 1 stella a 5, poi scopri che a volte si riferiscono a famiglie di prodotti o a un prodotto diverso, a qualcuno è arrivato l'originale, a molti altri una cinesata infima, ...
Amazon propone tutto, se tu sbagli a comperare è un problema tuo. Se sai cosa comperare non hai bisogno di leggere le recensioni o di fare ricerche improvvisate.
Io quando ho comperato i miei elettrodomestici sapevo già quale marca e modello prendere, non ho dovuto spulciar nulla. Per conferma controllavo il product number e se era venduto e spedito da Amazon e via.
Il prodotto che mi arrivava era quello ordinato.

Peccato che non è sempre un giorno, non tutti abitano in zone facili, e soprattutto bisogna sganciare prima altri €€ e prendere Prime
3.99€ al mese ? Compensati per giunta da Prime Video ?

Non è detto che uno non colleghi tale acquisto con altri o altre commesse, ed è anche motivo per andarci in compagnia e passare una mezza giornata assieme.
E se vuoi/devi fare un regalo deciso all'ultimo metti la stampa della mail con scritto "Arriverà il..."?
Io in un negozio ci vado per comperare, se voglio passare un momento assieme organizzo un aperitivo o un uscita d'altra parte non al MW. Se voglio fare un regalo scelgo un prodotto fra quelli disponibili ovviamente. Come se al MW ci fosse tutto invece vero ?
A parte i cellulari mancano un sacco di marche e modelli.


Errore. MW, come i similari, da 8 giorni (15 per i clienti con la Fidelity Gold) per cambiare un prodotto guasto o malfunzionante, e se non soddisfa per cambiarlo con prodotto analogo o superiore.
Il recessare che dici te è un diritto di legge per gli acquisti a distanza, per ovviare al non aver il prodotto in mano, e che contempla l'aver la confezione in mano e decidere se aprirla o mandarla indietro.
Quindi averla in mano in casa o in negozio cosa cambia?
Cambia se invece intendi prima apro, guardo e provo.
Ma questo non è recesso, ma disonestà nel suo uso, tanto che la legge prevede che ti possano far pagare le spese per far tornare a nuovo il prodotto e il riconfezionamento (anche se mi pare in pochi l'abbiano fatto, realtà più piccole).
Il recesso consente di provare effettivamente il prodotto nella sua funzionalità ed hai 30gg. Una lavatrice o un forno a micro onde lì sul posto non posso provarlo e anche provandolo non ho modo di testarlo a fondo.
Un prodotto audio che necessita di rodaggio e essere provato con il resto dei componenti come lo testi al MW ?
Un monitor o un TV come fai a sapere se la resa è soddisfacente ? Dalle 4 immagini che scorrono nell'articolo in esposizione ?

MW hai detto che consente di cambiarlo solo perchè non ti soddisfa ?

Invece quando ho ricevuto un prodotto non funzionante, avevo 2 opzioni: o aspettare il corriere tutto il giorno che passi a prenderlo o andare in posta a consegnarlo con relativa fila.
Sul servizio post vendita non ho niente da segnalare, in quanto usato poco. Ma qualche lamentela di non accettazione del rientro in passato c'è stata, di recente più di prodotti arrivati guasti e già testati da altri, ma qua è colpa del precedente cliente che ha usato il recesso al posto della garanzia.
E c'è differenza con prodotti del magazzino Amazon propri o di terzi.
Il post vendita Amazon è il migliore al mondo, non so come puoi attaccarlo. A me in caso di guasto mi aprono comunque la pratica di recesso pure dopo anche un anno e passa, me lo rimpiazzano con un articolo uguale o posso chiedere il rimborso.


Se parli di schede video, HD o CPU è vero.
Ma controller, mouse, tastiere, macchine fotografiche, camcorder, smartphone, sedia, casse, monitor, tv, insomma tutto quello che si tocca, si vede, si sente, è importante.
Se no che ci fa tutta sta gente a vedere i prodotti al MW, Comet, ecc e poi ordinarli online?
Cellulari sì è l'unica buona cosa, anzi ottima e l'Apple store con tendino dedicato è un caso a parte.
Device audio per PC ci sono solo giocattolli per la massa ( di prodotti seri nemmeno l'ombra ), impianti audio per la casa il numero di modelli è limitato, idem TV, per i monitors vale lo stesso per le l'audio su PC.
Mouse e tastiere per PC ? Ci sono le tastiere meccaniche e i gaming mouse di fascia alta ? Mai visti personalmente.
E lo stesso vale per gli elettrodomestici per la cucina, la varietà di scelta per quanto buona non è pari a quella di un eshops.

Se no che ci fa tutta sta gente a vedere i prodotti al MW, Comet, ecc e poi ordinarli online?
Vedere se hai possibilità ben venga ma non è sempre necessario.
nickname8808 Giugno 2020, 17:25 #28
Originariamente inviato da: Unrue

L'unico grosso limite di Amazon, che in realtà è più dei corrieri, è che non puoi mettere una fascia di consegna "Entro le 21". Devo stare in casa tutto il giorno per un pacco?
Punti di ritiro ? Sconosciuti ?
Io non attendo corrieri da anni.
Unrue09 Giugno 2020, 14:19 #29
Originariamente inviato da: nickname88
Punti di ritiro ? Sconosciuti ?
Io non attendo corrieri da anni.


Ciò non toglie che è assurdo avere una fascia oraria di consegna quanto tutta la giornata. Senza considerare che a seconda dove abiti, i punti di ritiro o sono lontani o neanche ci sono.
schwalbe10 Giugno 2020, 01:34 #30
Originariamente inviato da: nickname88
Certo, mai capitato un articolo fake.
Gli articoli venduti da terzi in primis non sono venduti da Amazon.
Ma anche se ricevi qualche fake da questi ultimi sei comunque tutelato dalla politica Amazon.

Vera l’ultima parte, ma non concordo sul non venduto da Amazon. È sempre venduto da Amazon! Ma nel caso di terzi non ha il controllo delle merci e dei suoi fornitori, anche se spedito dai suoi magazzini. E questo fa un’enorme differenza! Io lo so, tu lo sai, la maggior parte no!
Originariamente inviato da: nickname88
Amazon propone tutto, se tu sbagli a comperare è un problema tuo. Se sai cosa comperare non hai bisogno di leggere le recensioni o di fare ricerche improvvisate.
Io quando ho comperato i miei elettrodomestici sapevo già quale marca e modello prendere, non ho dovuto spulciar nulla. Per conferma controllavo il product number e se era venduto e spedito da Amazon e via.
Il prodotto che mi arrivava era quello ordinato.

Qua mi fai un po’ cojones, e non mi piace per niente.
Un conto è prendere un frigorifero, un conto un set di micropunte per trapano/minitrapano o un faretto da tavolo. Nel secondo caso non sei in mezzo a produttori famosi, e le recensioni sarebbero utili se fossero sul vero prodotto (e non su una famiglia di prodotti [limite della piattaforma di Amazon]) o su prodotti di venditori che cambiano di continuo la fornitura solo in base al prezzo (e qua son le recensioni da 1 a 5 stelle, con punte a chi molate a chi no, chi di burro chi dure, chi dritte chi imbarlate, …)
Originariamente inviato da: nickname88
3.99€ al mese ? Compensati per giunta da Prime Video ?

Sul fatto che vale solo per Prime Video sono d’accordo. Però c’è odore di raddoppio del prezzo e continua a valere (ma spero non succeda!). Rimane che se uno non è interessato ai servizi extra, la spedizione 1 giorno ha un costo supplementare, e non lo è per tutti prodotti o per tutti luoghi.
Originariamente inviato da: nickname88
Io in un negozio ci vado per comperare, se voglio passare un momento assieme organizzo un aperitivo o un uscita d'altra parte non al MW.

A me è capitato un sacco di volte che amici o amiche mi hanno chiesto se gli facevo compagnia in acquisti e dopo ci si fermava per aperitivo o cena da qualche parte. E naturalmente vale il viceversa.
Non penso di esser l’unico sulla terra!
Originariamente inviato da: nickname88
Il recesso consente di provare effettivamente il prodotto nella sua funzionalità ed hai 30gg. Una lavatrice o un forno a micro onde lì sul posto non posso provarlo e anche provandolo non ho modo di testarlo a fondo.
Un prodotto audio che necessita di rodaggio e essere provato con il resto dei componenti come lo testi al MW ?
Un monitor o un TV come fai a sapere se la resa è soddisfacente ? Dalle 4 immagini che scorrono nell'articolo in esposizione ?

MW hai detto che consente di cambiarlo solo perchè non ti soddisfa ?

E qua che ti sbagli. Per la legge il diritto al recesso non è un diritto alla prova. È solo per sopperire al non aver in mano o vedere dal vero la confezione. Questo non toglie che il venditore può dare diritti in più, mentre in meno no per legge.
Quasi tutti i GDO danno 8 giorni di cambio prodotto per guasto o malfunzionamento (per legge dovrebbe andare in assistenza per la garanzia), e vari nello stesso periodo consentono il cambio con prodotto analogo o superiore (quindi da pari prezzo a superiore, pagando la differenza). Nel precedente intervento ho detto un’inesatezza, i clienti Fidelity Gold hanno 30 giorni (non 15) di soddisfatti o rimborsati.
Mi rimane un dubbio, visto che quasi tutti sui telefonini prevedevano il cambio se non usati per più di 15 minuti di conversazione e non ho fatto caso se per i smartphone hanno cambiato qualcosa.
Originariamente inviato da: nickname88
Il post vendita Amazon è il migliore al mondo, non so come puoi attaccarlo. A me in caso di guasto mi aprono comunque la pratica di recesso pure dopo anche un anno e passa, me lo rimpiazzano con un articolo uguale o posso chiedere il rimborso.

Io non attacco, mi limito a riportare che qualche lamentela c’è anche per lui.
Mia esperienza è di un solo reso, e non ho avuto nessun problema, se non un po’ di fila alla posta.


Ora passiamo a mie considerazioni sparse a tue domande o considerazioni.
In passato per motivi di lavoro ero in giro spesso, e altrettanto spesso mi fermavo nei GDO.
Ti posso dire che i MW erano molto diversi in base a chi li gestisce, sia come prezzi, disponibilità e attenzione dei commessi al cliente, le offerte volantino erano identiche per tutti. In alcuni posti non sempre aggiornavano i cartellini dei prezzi o mancavano del tutto, ed questo gli faceva perdere qualche vendita a mio vedere.
Una volta l’assortimento era ottimo e i prezzi in alcuni punti vendita molto buoni (anche se capitava spesso che i prezzi migliori per hw era in un posto, audio/tv in un altro, elettrodomestici in un altro ancora), mentre ricaricavano molto sugli accessori (tipicamente cavetti e adattatori).
E sì, trovavi periferiche gaming, tastiere, mouse (e combi), casse, masterizzatori, scanner, stampanti, monitor, schede audio e video. Tutto no, ma un bell’assortimento, completo per Microsoft (hardware), Logitech e SoundBlaster; di Epson, Canon e HP per scanner e stampanti (esclusi modelli più professionali e prodotti Pro).
Anche il settore audio/TV era ben fornito, con Pioneer, Tecnichs/Panasonic, Yamaha, Onkyo, Sony, Denon, Marantz (i marchi dei TV me li ricordo meno), con tutti i prodotti low e mid price, ma anche vari top (negli ampli AV gamma Pioneer, Onkyo e Sony era al completo. Solo la gamma High-End era poco presente, ma questo ramo si andava per ordinazione per quasi tutte le realtà.
Poi avevano una bella scelta di diffusori, sia per i stereo che per gli HT, molti disponibili all’ascolto con multiselettori, di varie marche famose più una di cui erano i soli distributori per l’Europa.

Ma questo era una volta, ora l’assortimento è scarso, vari settori son dimenticati, spesso vari prodotti (anche online) sono a listino ma non in negozio/magazzino.
Offerte interessanti si trovano ancora, però.
Il limite, ora, è che i prezzi in negozio (parlo di quello della mia città son superiori di 10-30€ per ogni prodotto (categoria <200€), ma basta ordinarlo e farlo spedire al negozio (che se è disponibile lo prendono dal loro magazzino/negozio) e lo paghi come sul sito. Sembra vogliano “tassare” chi vuole subito e non va online. Assurdo. Ma nonostante le lamentele vanno avanti così.

Continuo a dire il vecchio MW aveva senso, l’attuale nì, il futuro no!
Devo anche dire che la concorrenza (Comet per primo) è sullo stesso viale del tramonto...
Chissà se si salverà qualcuno?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^