La FTC pronta a bloccare la strategia di integrazione delle app di Facebook

La FTC pronta a bloccare la strategia di integrazione delle app di Facebook

La Commissione al commercio USA sta valutando la possibilità di bloccare l'integrazione delle app di messaggistica di Facebook per ragioni di antitrust. La decisione potrebbe arrivare già a gennaio

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Mercato
Facebook
 

La Federal Trade Commission sembra intenzionata a mettersi di traverso sulla strada che Facebook sta percorrendo in direzione dell'integrazione in un'unica piattaforma delle sue varie app. Si tratta di una strategia che il colosso dei social network aveva preannunciato lo scorso marzo, spiegando che l'obiettivo è quello di offrire agli utenti un sistema interoperabile, potendo inviare a tutti e ricevere da tutti messaggi tramite qualsiasi app.

"Le persone vogliono essere in grado di scegliere che servizio usano per comunicare tra loro. Vogliamo dare alle persone una scelta, così che possano raggiungere i loro amici da qualsiasi app preferiscano" aveva spiegato allora il CEO Mark Zuckerberg.

E' il Wall Street Journal a riferire quelle che sarebbero le intenzioni della FTC. La commissione infatti sarebbe intenzionata ad agire in questa circostanza perché nell'ultimo periodo ha coltivato il timore che dare il via libera a questa operazione significherebbe avere più difficoltà in futuro nel mettere in atto eventuali operazioni di "spezzatino" per questioni di antitrust. Per poter avanzare un'ingiunzione la FTC avrà bisogno del voto favorevole di almeno tre dei suoi cinque commissari.

Dopo che lo scorso luglio la Federal Trade Commission aveva irrogato la faraonica multa di 5 miliardi di dollari a Facebook, quest'ultima ha fatto sapere di essere ulteriormente al centro di una nuova indagine dalla Commissione per potenziali violazioni di leggi antitrust. Non è chiaro a questo punto se l'agenzia deciderà di intraprendere qualche misura come esito dell'indagine, e qualsiasi ingiunzione dovesse provenire dalla FTC sarebbe vista come preparatoria per ulteriori disposizioni antitrust più significative in futuro. Secondo il Wall Street Journal la FTC potrebbe pronunciarsi già a gennaio.

Vale la pena ricordare che anche il Dipartimento di Giustizia USA sta portando avanti un'indagine molto ampia, che coinvolge anche altre realtà del panorma tecnologico, sempre per verificare se vi siano stati episodi di ostacolo alla libera concorrenza. Gli esiti di questa indagine potrebbero essere resi noti entro la fine dell'anno.

Per ora la Federal Trade Commission e Facebook non hanno rilasciato una posizione ufficiale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giovanni6913 Dicembre 2019, 14:21 #1
"Le persone vogliono essere in grado di scegliere che servizio usano per comunicare tra loro. Vogliamo dare alle persone una scelta, così che possano raggiungere i loro amici da qualsiasi app preferiscano"

Notare che è del tutto ipocrita, visto che la libertà di scelta è tale quando è possibile escludere i contatti, scegliendo appunto una o l'altra piattaforma, non il contrario, ovvero avendo meno scelta nel momento in cui ci fosse tale consolidamento delle app.
L'integrazione è vantaggio di Zuckenberg & C nella gestione della profilazione degli utenti.
sbaffo13 Dicembre 2019, 19:42 #2
Daje FTC, che se ne fa spezzatino (ri)separando FB da WA e Instagram, magari reinstallo Wa.
Ma separate davvero, che non si scambino i dati sottobanco o gli spezza la schiena.
Gringo [ITF]16 Dicembre 2019, 13:07 #3
Gia aver installato Telegram da ulteriore scelta....fin che non se la compera FB pure quella :3
biometallo16 Dicembre 2019, 18:17 #4
Originariamente inviato da: giovanni69
la libertà di scelta è tale quando è possibile escludere i contatti, scegliendo appunto una o l'altra piattaforma, non il contrario, ovvero avendo meno scelta nel momento in cui ci fosse tale consolidamento delle app.


Uhm... no ma proprio no: Ipotizziamo che le compagnie telefoniche permettano di comunicare esclusivamente fra i loro utenti, un utente vodafone può solo chiamare utenti vodafone, un utente TIM solo altri clienti TIM questo migliorerebbe la concorrenza rendendoci più liberi? A me pare il contrario:
Dovremmo scegliere la compagnia telefonica in base ai nostri contatti e\o doverci armare di più sim... arriva sul mercato un nuovo operatore ma nessuno dei tuoi conoscenti è intenzionato a cambiare, ci passi lo stesso, anche se poi potrai chiamare solo i call center e non riceverai più telefonate?

Perché è proprio questo il motivo per cui uso WA e non ho neanche preso in considerazione di installare Telegram, perché può essere "più migliore" quanto vi pare, ma se tanto devo comunicare con gente che usa WA, dovrò usare WA,

Un altro esempio è quello delle email: la possibilità di qualunque casella di posta di comunicare con quelle di qualunque provider rende il servizio davvero libero, e possiamo scegliere il nostro provider client email sapendo che in ogni caso potremmo continuare a ricevere e inviare posta elettronica a chiunque.

Quello che servirebbe è uno standard libero e aperto, come lo è irc per le chat, forse potrebbero esserlo gli rms di cui se non fosse stato per l'interesse mostrato da google qualche mese fa avevo perso ogni memoria, ma per ora continuerò ad usare WA.

Tornando al progetto di rendere intercomunicanti WA, Istagram e FB, beh per gli utenti ci vedo solo lati positivi, io per esempio potrei fare a meno di istallare il client fb messenger per qui pochi che conosco che non usano WA, mentre istagram mi lascia del tutto indifferente.

Se poi come immagino il problema era evitare che tutta la messaggistica fosse gestita da un unico soggetto... che forse che forse era meglio bloccare proprio l'acquisizione di WA e istagram no?
giovanni6916 Dicembre 2019, 19:14 #5
Comprendo il tuo ragionamento; ci sono anche dei vantaggi ma non si tratta solo di concorrenza ma di gestione profilazione, libertà di scelta, diritto alla privacy di chi è iscritto in un network e non vuole essere per forza presente in un altro.
Se sono iscritto ad un club di bocce, potrei non voler aver a che fare con il calcetto... anche le palle sono sempre tonde, sono due cose ben diverse.
La semplicità e la semplificazione hanno sempre faccio gioca forza dello sviluppo degli ambienti smartphone permettendone la diffusione ma molto spesso, non rispettando l'utente finale ed i suoi diritti (o nascondendo il tutto in lunghissime e legalesi EULA, nascoste e rimandate chissà dove... ).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^