Intel e la fabbrica in Italia, trattative serrate. Draghi convincerà Gelsinger?

Intel e la fabbrica in Italia, trattative serrate. Draghi convincerà Gelsinger?

Secondo l'agenzia di stampa Reuters le trattive tra Intel e il governo Draghi per portare in Italia un impianto produttivo sarebbero intensissime. Il Bel Paese sembra quindi pienamente in partita per convincere i vertici del colosso dei microchip a investire sul nostro territorio.

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Mercato
Intel
 

Intel avrà anche rimandato l'annuncio sui nuovi investimenti produttivi in Europa e Stati Uniti a inizio 2022, ma secondo le fonti dell'agenzia Reuters i contatti tra Roma e Santa Clara sarebbero davvero molto intensi, segno che - forse - siamo davvero alle battute finali per arrivare a un accordo.

Mentre la mega fabbrica dei chip sarà probabilmente realizzata in Germania (sebbene Reuters non escluda la Francia), in Italia sembra ci sarà spazio per un impegno del valore di 8 miliardi di euro in 10 anni, pari al 10% del piano europeo di Intel, relativo a uno stabilimento per il packaging avanzato dei chip, ovvero l'assemblaggio di vari componenti per realizzare il prodotto finito.


Pat Gelsinger avvia i lavori sulle Fab 52 e 62 in Arizona

Intel, interrogata in merito, ha dichiarato che sta "avendo conversazioni costruttive in merito agli investimenti con i leader di diversi Paesi europei. Siamo incoraggiati dalle molteplici possibilità di supportare l'agenda digitale e le ambizioni europee nel campo dei semiconduttori al 2030. Sebbene i negoziati in corso siano in corso e riservati, abbiamo in programma di fare un annuncio il prima possibile".

Nessun accenno quindi alle trattative con l'Italia, ma d'altronde le trattative sono complesse e "Roma vuole che Intel chiarisca i suoi piani per l'Italia prima di formalizzare un pacchetto di condizioni favorevoli, soprattutto su posti di lavoro e costi energetici", riporta Reuters. "Se Roma e Intel raggiungeranno un accordo, procederanno poi alla scelta del sito per l'impianto".

Già, dove costruire la fabbrica? Intel avrebbe chiesto un'area da oltre 3 milioni di metri quadri dove realizzare polo produttivo e un centro ricerche, insieme a una seconda area da circa 350mila metri quadri destinata al packaging. In lizza ci sono diverse regioni, tra cui Piemonte, Veneto, Puglia e Sicilia, con diverse aree indicate ognuna con possibili elementi attrattivi per il colosso dei chip USA. Le voci di corridoio danno la Puglia e il Veneto in prima fila, ribaltando i pronostici iniziali, ma la partita è ancora aperta.

Idee regalo, perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?
REGALA UN BUONO AMAZON
!

46 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
supertigrotto27 Dicembre 2021, 09:30 #1
A quando un movimento no chip?
Ormai siamo il paese che contesta tutto,così per sport!
barzokk27 Dicembre 2021, 10:02 #2
Originariamente inviato da: supertigrotto
A quando un movimento no chip?
Ormai siamo il paese che contesta tutto,così per sport!

c'è già, si chiamano "sindacati"
demonsmaycry8427 Dicembre 2021, 10:43 #3
bho speriamo se ci riuscisse anche solo per dare un segnale che è possibile anche in italia fare certe cose partirebbe la rivoluzione...poi certo basta una bella fabbrica con molti soldi del PRN e politici competenti per cominciare a fare un bel lavoro....ma senza fabbrica ed i prodotti da fabbricarci è inutile sognare di avere il resto.
ninja75027 Dicembre 2021, 11:02 #4
capisco ancora la sicilia, ma logisticamente produrre in puglia non è una bella pensata
Unrue27 Dicembre 2021, 11:31 #5
Originariamente inviato da: ninja750
capisco ancora la sicilia, ma logisticamente produrre in puglia non è una bella pensata



Considerando che ci faranno anche il primo spazioporto europeo, evidentemente non è messa così male.
pabloski27 Dicembre 2021, 12:31 #6
Originariamente inviato da: Unrue
Considerando che ci faranno anche il primo spazioporto europeo, evidentemente non è messa così male.


Dissero pure che l'avrebbero resa la "regione del vento". E le pale stanno lì, ad arrugginire. In cambio un bel pò di mafiosi si son rimodernati la villa.

In Italia non si fa mai niente seriamente. Diavolo, sono riusciti a rubare pure sulle mascherine in piena pandemia!!!
nickname8827 Dicembre 2021, 12:33 #7
Dovrebbero blindare questo accordo !

Concedergli tutte le agevolazioni fiscali e i bonus che chiedono MA imporre una penale altissima in caso di emigrazione.
Unrue27 Dicembre 2021, 12:48 #8
Originariamente inviato da: pabloski
Dissero pure che l'avrebbero resa la "regione del vento". E le pale stanno lì, ad arrugginire. In cambio un bel pò di mafiosi si son rimodernati la villa.


Veramente è già stato fatto:

https://www.ilsole24ore.com/art/grottaglie-e-primo-spazioporto-italiano-AD8930y

Originariamente inviato da: pabloski
In Italia non si fa mai niente seriamente. Diavolo, sono riusciti a rubare pure sulle mascherine in piena pandemia!!!


Che ci siano sempre furbetti è palese, ma non è un buon motivo per non fare nulla.
acerbo27 Dicembre 2021, 12:57 #9
faranno i cipp con la farina doppio zero?
pabloski27 Dicembre 2021, 13:00 #10
Originariamente inviato da: Unrue


Humm regolamenti, permessi. Dove abito io c'è un ospedale in costruzione con tanto di permessi da 25 anni!!! Forse un giorno lo vedremo concluso. Italietta!

Originariamente inviato da: Unrue
Che ci siano sempre furbetti è palese, ma non è un buon motivo per non fare nulla.


Il problema è che un investitore straniero vuole certezze. Intel spende miliardi per poi ritrovarsi a trattare col boss del rione? Non lo accetterebbero mai.

Per questo in Italia tutte le iniziative che vengono intraprese anche da privati, hanno sempre dietro un bel pò di soldi pubblici. Alla fin fine finisce in magna magna e buona notte.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^