In continua discesa i prezzi delle memorie NAND Flash

In continua discesa i prezzi delle memorie NAND Flash

La spinta nella domanda delle soluzioni SSD non è tale da riuscire a bilanciare gli elevati livelli di inventario: i prezzi delle memorie NAND continuano a scendere

di pubblicata il , alle 16:38 nel canale Mercato
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AleLinuxBSD03 Dicembre 2011, 12:44 #11
Temo che se la situazione negli hdd si prolungherà per troppo tempo, pue gli SSD inizieranno a salire di prezzo, anziché scendere ... se i produttori non aumenteranno la produzione (cosa che adesso sicuramente non faranno perché hanno margini di guadagno più bassi).
Nell'articolo si indica come l'alluvione ha causato problematiche pure in altri comparti che utilizzano memorie a stato solido ma, secondo me, non si è evidenziato abbastanza questo punto.
Che probabilmente è stato determinante nell'aumentare le scorte.
tommy78103 Dicembre 2011, 13:13 #12
bisogna vedere se il calo di prezzo applicato ai produttori si trasformerà anche in un calo di prezzo per l'utente finale o se vorranno massimizzare i profitti.
roccia123403 Dicembre 2011, 13:21 #13
Originariamente inviato da: dasaint
... siamo ancora sui € 1,4 - 1,5 per GB, lontanucci dall'ottimale, quando arriveremo in prossimità di € 1 per GB si comincerà a ragionare: un bel 128GB SATA3 a 130-140 euro per S.O. + applicativi principali (photoshop, lightroom, ecc.) e risolti tutti i problemi di velocità.
Resta il problema dello storage: mi sa che ci vorranno diversi mesi per far tornare i prezzi degli HDD meccanici a livelli umani (gli idioti che ci stanno speculando, si renderanno conto ben presto del boomerang che hanno lanciato: un conto è un livello di disponibilità inferiore al normale, che giustificherebbe un certo innalzamento dei prezzi, altro è triplicare i prezzi di roba già in stock, DA UN GIORNO ALL'ALTRO!).
E così facendo, nel medio termine danneggiano di brutto i produttori di HDD...


I prezzi degli HDD tradizionali stanno già scendendo... iniziano a vedersi hdd da 2tb (i green vari) a circa 150-160€ contro gli oltre 200€ di qualche tempo fa.

Inutile dire che rimane comunque un prezzo elevatissimo se confrontato con i 65€ pre-alluvione.
Wolfenstein03 Dicembre 2011, 20:22 #14
ma che aspettano dico io.

Sarà meglio in tutti i sensi vendere sti cosi anziche i vecchi HDD.

bò aspetto come al solito
SuperSandro04 Dicembre 2011, 08:47 #15
Scusate, ma dove li fabbricano gli SSD?

In Thailandia fanno solo ed esclusivamente HD tradizionali?

Mi pare strano...
winebar04 Dicembre 2011, 16:14 #16
Originariamente inviato da: tommy781
bisogna vedere se il calo di prezzo applicato ai produttori si trasformerà anche in un calo di prezzo per l'utente finale o se vorranno massimizzare i profitti.


Dipende dal produttore. Se vende un dispositivo con prezzo consigliato, allora tutti i vari negozi alzeranno i prezzi. Invece se il produttore vende con prezzo imposto allora tutti venderanno con lo stesso prezzo (ad esempio vedi il 2600k viene venduto dappertutto allo stesso prezzo, € più € meno, a differenza di altri prodotti dove la differenza inizia a farsi sentire). Se il produttore fa prezzo consigliato e i rivenditori alzano troppo il prezzo poi si potrebbe passare a prezzo imposto perchè il produttore arriverebbe ad avere i magazzini pieni in poco tempo.

Ovviamente quando parlo dei prezzi intendo al pubblico
Futura1204 Dicembre 2011, 16:32 #17
Originariamente inviato da: SuperSandro
Scusate, ma dove li fabbricano gli SSD?

In Thailandia fanno solo ed esclusivamente HD tradizionali?

Mi pare strano...


Ovvio,mica fanno tutto in Thailandia,sarebbe strano il contrario.
La maggior parte di queste memorie viene prodotta a Taiwan.
Deloss04 Dicembre 2011, 17:57 #18
è vero in thainlandia non possono fare tutto, non sono onnipotenti
al8905 Dicembre 2011, 11:03 #19
Il mio prossimo PC sicuramente monterà un SSD.
Ma non capisco perchè i tagli piccoli (16-32 GB) sono difficilmente disponibili, in quanto io ne monterei uno di detti tagli SOLO per il SO Windows 7 Pro 64 bit e per i programmi, e per il resto un HDD tradizionale.
E forse monterò anche un controller ATA, dato che non li montano più sulle nuove schede madri, per montare una masterizzatore solo cd, a fianco di quello DVD.

Per i prezzi degli HDD, a marzo 2011, alla Fiera Radiantistica Expo di Montichiari (BS), ho comprato un Seagate ST3500413AS Sata 3 da 500 GB e l'ho pagato 30 €. A sto punto mi sa che ho fatto un'affare a prenderlo all'epoca per il PC attuale, altrimenti avrei rischiato di pagarlo di più alla stessa fiera che si tiene a settembre.
tuttodigitale06 Dicembre 2011, 11:22 #20
Originariamente inviato da: al89
Il mio prossimo PC sicuramente monterà un SSD.
Ma non capisco perchè i tagli piccoli (16-32 GB) sono difficilmente disponibili, in quanto io ne monterei uno di detti tagli SOLO per il SO Windows 7 Pro 64 bit e per i programmi, e per il resto un HDD tradizionale.

io non capisco invece la volontà di comprare dischi dai tagli così esigui, quando la stessa MS per win7 parla di HDD di 20GB nei requisiti minimi di sistema (il solo O.S. occupa circa 15GB).
Oramai gli SSD da 60-64 GB sono a buon mercato (60-80 euro)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^