Huawei e ZTE, niente più licenze di rete in USA: Biden firma la legge

Huawei e ZTE, niente più licenze di rete in USA: Biden firma la legge

Il Secure Equipment Act entra in vigore e la FCC non potrà più rilasciare o aggiornare licenze alle realtà considerate una minaccia alla sicurezza nazionale

di pubblicata il , alle 13:01 nel canale Mercato
HuaweiZTE
 

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha firmato il Secure Equipment Act che ha l'effetto di impedire ad aziende come Huawei e ZTE di ricevere licenze di rete. Con l'entrata in vigore della legge la Federal Communications Commission non può più prendere in considerazione alcuna domanda per apparecchiature di rete che potrebbero rappresentare una minaccia alla sicurezza nazionale.

Più nel dettaglio, l'FCC non può rilasciare o aggiornare licenze a quelle società che sono state inserite in un apposito elenco. Il Secure Equipment Act è stato approvato con un voto di 420 a 4 alla Camera e all'unanimità al Senato lo scorso mese.

Il commissario dela FCC Brendan Carr ha commentato: "Abbiamo già stabilito che questa attrezzatura rappresenta un rischio inaccettabile per la nostra sicurezza nazionale, quindi chiudere quella che ho definito la "scappatoia Huawei" è un'azione appropriata da intraprendere".

Lo scorso anno la FCC ha indicato in maniera formale ZTE e Huawei come minacce alla sicurezza nazionale, sulla base dei legami che le due società avevano con il Partito Comunista Cinese. In quella fase, però, le due realtà potevano ancora richiedere licenze di rete per apparecchiature per le quali non sarebbero stati coinvolti fondi federali. Proprio per questo motivo Carr ha spinto i legislatori ad approvare il Secure Equipment Act.

Il commissario aveva dichiarato lo scorso marzo: "Una volta stabilito che Huawei o altri dispositivi rappresentano un rischio inaccettabile per la sicurezza nazionale, non ha senso consentire l'acquisto e l'inserimento della stessa identica attrezzatura nelle nostre reti di comunicazione a condizione che non siano coinvolti i dollari federali. E' la presenza di questi dispositivi nelle nostre reti la minaccia, non la fonte di finanziamento utilizzata per acquistarli".

La Federal Communication Commission ha inoltre lanciato un apposito programma di finanziamento di 1,9 miliardi di dollari per aiutare le realtà statunitensi a sostituire le apparecchiature Huawei e ZTE all'nterno dele loro reti. E a tal proposito il membro della Camera Steve Scalise ha affermato la scorsa settimana che Huawei e ZTE "sono probabilmente le due aziende più importanti che hanno ancora molte apparecchiature là fuori in cui i dati degli americani attraversano quelle reti".

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^