Crollate le consegne di PC nonostante smart working e scuola online. Ecco i motivi

Crollate le consegne di PC nonostante smart working e scuola online. Ecco i motivi

Le consegne di PC nel primo trimestre 2020 sono crollate a causa di una produzione che non è riuscita a soddisfare una domanda improvvisamente in forte crescita. La chiusura degli impianti produttivi in Cina ha inciso fortemente, unitamente ad altri fattori.

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Mercato
HPHP Inc.DellASUSAppleLenovo
 

Nonostante la quarantena e la necessità per molti di cambiare PC per lavorare e studiare da casa, le consegne registrate da Gartner, IDC e Canalys nel primo trimestre 2020 risultano in forte calo. Le tre aziende di analisi indicano percentuali diverse (rispettivamente -12,3%, -9,8% e -8%), ma il risultato non cambia: dopo tre trimestri di crescita, il mercato ha registrato il calo più netto dal 2013.

"Il fattore più rilevante per il declino delle spedizioni di PC è stata l'epidemia di Coronavirus, che ha provocato l'interruzione della domanda e dell'offerta di PC", ha affermato Mikako Kitagawa, direttore della ricerca di Gartner. "Dopo il primo blocco in Cina alla fine di gennaio, a febbraio si è verificato un volume di produzione di PC inferiore che ha comportato diverse sfide logistiche. Perciò quando il confinamento legato al Coronavirus si è allargato ad altre regioni, sono emerse nuove sacche nascoste di domanda da parte di lavoratori e studenti che i produttori di PC non sono riuscite a soddisfare".

Secondo gli analisti di Canalys "i produttori di PC hanno iniziato il 2020 con una disponibilità ridotta di processori Intel, causata da una limitata transizione ai 10 nanometri. Questo stato di cose è stato esacerbato dall'impossibilità degli impianti in Cina di riaprire dopo le vacanze per il Capodanno cinese. Il rallentamento nella produzione ha incontrato una domanda in accelerazione, con le aziende che improvvisamente sono state costrette ad equipaggiare una nuova forza lavoro da remoto, piazzando ordini urgenti per decine di migliaia di PC". A questa mole di domanda si è aggiunta quella delle famiglie, costrette a dotare i figli di nuovi PC per seguire più agevolmente le lezioni online.

Di conseguenza i prezzi di vendita dei PC sono aumentati, tanto che secondo Canalys i produttori registreranno alti profitti nel corso delle prossime settimane, con margini operativi ai massimi. La stessa grande domanda ha interessato anche altri prodotti come cuffie, webcam, stampanti e monitor. La finestra positiva però si starebbe per chiudere: l'incertezza economica sta portando famiglie e imprese a limitare le spese in tecnologia. Sul fronte aziendale, in particolare, si registra una battuta d'arresto nella transizione a Windows 10 e la necessità per molti di dirottare il budget IT alla mera "continuità aziendale".

Azienda

Consegne Q1 20
(mln)

Quota Q1 20 (%)

Consegne Q1 19
(mln)

Quota Q1 19 (%)

Crescita Q1 20 - Q1 19 (%)

Lenovo

12,613

24,4

13,026

22,1

-3,2

HP Inc.

11,114

21,5

12,648

21,5

-12,1

Dell

10,158

19,7

9,944

16,9

2,2

Apple

3,555

6,9

3,791

6,4

-6,2

Acer Group

2,900

5,6

3,322

5,6

-12,7

Asus

2,603

5

3,526

6

   -26,2

Altri

8,693

16,8

12,604

21,4

-31

Totale

51,637

100

58,860

100

-12,3

Le quote dei primi tre produttori di PC al mondo - secondo i dati Gartner - sono rimaste pressoché invariate rispetto al quarto trimestre 2019: le tre aziende hanno catalizzato il 65,6% delle spedizioni, in aumento rispetto a poco più del 60% dello stesso periodo di un anno fa. Lenovo mantiene la leadership, anche se nel primo trimestre ha visto calare le consegne del 3,2%. HP ha fatto segnare il passo indietro più netto, -12,1%, dopo tre trimestri consecutivi di segno più. Dell è l'unica ad aver messo a segno una crescita, un +2,2% figlio del buon andamento negli Stati Uniti, dove il business dei PC è rimasto relativamente stabile fino a marzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo14 Aprile 2020, 09:16 #1
bah io vedo carenze di stock in quasi tutti i settori, in questi giorni é difficilissimo reperire portatili, smartphone e periferiche.
Purtroppo a causa del covid parecchie fabbriche in giro per il mondo hanno dovuto bloccare la produzione e il telelavoro ha parallelamente aumentato la domanda.
Piu' richieste e meno disponibilità hanno fatto anche schizzare su i prezzi, io ho dovuto prendermi un dell inspiron a 750euro, se non ci fosse stata l'emergenza e non me lo avesse pagato la società non ci avrei messo piu' di 600euro per lo stesso modello. Idem per un monitor ips benq, pagato praticamente al prezzo di listino, ossia almeno un 20% piu' dello street price.
fra5514 Aprile 2020, 09:18 #2
Visti i prezzi non mi stupisce la cosa..
ninja75014 Aprile 2020, 09:58 #3
aumentano anche i prezzi di roba in stock, per forza che la gente non compra se non è costretta
gigioracing14 Aprile 2020, 09:59 #4
molta gente l ha preso usato il computer visto il periodo...

e visto cmq che gli servirebbe solo x qualche mese
Gyammy8514 Aprile 2020, 10:01 #5
Sempre a dire che il mercato era ormai saturo, però tutti si aspettavano il boom, qualquadra non cosa...
lemming14 Aprile 2020, 10:03 #6
Perchè il fatto che il mercato dei portatili e PC in Italia sia cresciuto, supponi del 30%, ha un influsso minimo rispetto al dato mondiale. Poi se i PC vanno esauriti nei negozi ora che i dati di vendita vengono comunicati ci vuole 1/2 mesi.
Ragerino14 Aprile 2020, 10:36 #7
Beh, considerando le incertezze e l'imminente crisi economica, è quasi sicuro che la domanda per i prodotti elettronici consumer si contrarrà. Io ho assemblato il fisso nuovo letteralmente 1 settimana prima del lock down. Dovessi farlo ora, non lo farei. Il computer vecchio andava ancora più che bene, e semplicemente starei alla finestra per vedere come si evolve la situazione. E cosi penso molti altri.
TigerTank14 Aprile 2020, 10:43 #8
Io ho notato che sono aumentati anche i prezzi degli SSD...che molti magari stanno prendendo soprattutto in questo periodo per "svecchiare" qualche portatile non più giovanissimo ritornato in utilizzo a causa di questa situazione.

Originariamente inviato da: gigioracing
molta gente l ha preso usato il computer visto il periodo...

e visto cmq che gli servirebbe solo x qualche mese


Auguriamocelo, perchè non c'è alcuna certezza sul quando finirà. Si vive e decide settimana dopo settimana.
ninja75014 Aprile 2020, 10:55 #9
Originariamente inviato da: TigerTank
Io ho notato che sono aumentati anche i prezzi degli SSD


è aumentato tutto di almeno 20-30%.. io stavo seguendo i prezzi della GPU per fare un upgrade ma ho desistito vedendo simili rincari

vedremo con la ripresa di produzione in cina se qualcosa tornerà normale ma la generale speculazione in tempi difficili la vedo dura a far morire
batou8314 Aprile 2020, 10:57 #10
Stranamente gli ssd sabrent su amazon hanno ancora un prezzo decente soprattutto i 4.0.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^