CPU e GPU ancora più costose nei prossimi mesi? TSMC pronta a rivedere i listini produttivi verso l'alto

CPU e GPU ancora più costose nei prossimi mesi? TSMC pronta a rivedere i listini produttivi verso l'alto

Secondo indiscrezioni provenienti dall'Asia, la taiwanese TSMC potrebbe rivedere i prezzi per la produzione di chip verso l'alto, fino a un massimo del 10% per i processi più avanzati e fino a ben il 20% per quelli più maturi. I suoi clienti, da AMD a Nvidia, da Apple a MediaTek, potrebbero scaricare il maggiore esborso sui consumatori finali.

di pubblicata il , alle 12:31 nel canale Mercato
TSMC
 

Stando a indiscrezioni raccolte dal taiwanese Digitimes, TSMC avrebbe informato i propri partner di un aumento dei prezzi di produzione, probabilmente utile a far fronte ai costi in aumento per ampliare le linee produttive e creare nuove Fab, ma anche altri fattori, come le materie prime e le spedizioni sempre più costose. Senza dimenticare, tra l'altro, che TSMC deve mantenere un margine lordo di un certo livello - sopra il 50% secondo alcuni analisti - per far felici gli investitori.

Il più grande produttore di semiconduttori per conto terzi si appresta quindi a richiedere un esborso maggiore ai clienti, i quali probabilmente riverseranno l'aumento – tutto o in parte – sui consumatori. In buona sostanza, non sono da escludere rincari su CPU, GPU e altri componenti in generale, già piagati da listini tutt'altro che abbordabili.

Il prezzo di produzione dei wafer realizzati con processo a 7 nanometri e tecnologie più avanzate dovrebbe crescere fino al 10%, mentre quello dei wafer da 16 nanometri e processi più maturi potrebbe salire dal 10 al 20% per gli ordini che saranno evasi a partire da dicembre.

Anche se TSMC non rivela pubblicamente i prezzi praticati ai clienti, che ovviamente sono il frutto di accordi con le singole realtà, il Digitimes afferma che l'azienda taiwanese intende aumentare il prezzo di un wafer di chip a 28 nanometri a "quasi 3000 dollari a partire da gennaio". Lo scorso anno, secondo alcune voci di corridoio, la produzione di un wafer di chip a 5 nanometri poteva costare quasi 17mila dollari.

Quello che sappiamo è che la costruzione di chip con processi N5 e N7 - i cosiddetti 5 e 7 nanometri - ha catalizzato il 49% del fatturato di 13,29 miliardi di dollari del secondo trimestre fatto segnare dalla fonderia taiwanese. I processi N16 e N28 si sono fermati al 25%, quindi a parità di livelli produttivi il fatturato di TSMC potrebbe salire complessivamente nel Q1 2022 di oltre miliardo di dollari.

Ovviamente TSMC non è l'unica realtà produttiva ad aver ritoccato i prezzi di produzione negli ultimi mesi e a pensare a un nuovo rincaro. Anche GlobalFoundries, Powerchip Semiconductor Manufacturing (PSMC), Semiconductor Manufacturing International (SMIC), United Microelectronics (UMC), secondo quanto riportato dal Digitimes, hanno rivisto i listini verso l'alto a fronte dell'elevatissima domanda di chip.

57 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mcarry8126 Agosto 2021, 12:44 #1
E' così impossibile aprire fabbriche di chip in europa?
RaZoR9326 Agosto 2021, 12:45 #2
Originariamente inviato da: mcarry81
E' così impossibile aprire fabbriche di chip in europa?
Partendo da zero? Forse in 10-15 anni e con un budget da 100+ miliardi si potrebbe sperare di fare qualcosa di competitivo.
ninja75026 Agosto 2021, 12:51 #3
addio è stato bello
diegoeasy26 Agosto 2021, 13:17 #4
Facile basta non comprarle
WarSide26 Agosto 2021, 13:21 #5
Originariamente inviato da: RaZoR93
Partendo da zero? Forse in 10-15 anni e con un budget da 100+ miliardi si potrebbe sperare di fare qualcosa di competitivo.


Bisogna iniziare subito, prima che sia troppo tardi. La cosa assurda è che ASML (colei che producei macchinari per la litografia) è un'azienda auropea, ma non abbiamo fonderie avanzate in EU.

Ci sono fonderie STM, le vecchie GloFo, ma non mi sembra ci sia altro.
devis26 Agosto 2021, 13:24 #6
Originariamente inviato da: RaZoR93
Partendo da zero? Forse in 10-15 anni e con un budget da 100+ miliardi si potrebbe sperare di fare qualcosa di competitivo.


Perchè da zero? C'è la Fab a Dresda
gigioracing26 Agosto 2021, 13:25 #7
aspetteremo il 2025 per il pc nuovo . intanto raccimolaro qualche pezzo dall ecocentro
nickname8826 Agosto 2021, 13:25 #8
E guardacaso parliamo ancora di TSMC ....
Cioè da contratto con i clienti non solo non hanno clausole in caso di mancata fornitura ma addirittura possono variare il costo della fornitura a loro piacimento senza conseguenze.

E ancora manca da giocarsi la carta dell'alluvione, presumo caleranno ques'asso la prox primavera prima del lancio dei nuovi prodotti.

Speriamo che almeno il 5nm Samsung sia decente.
nickname8826 Agosto 2021, 13:26 #9
Originariamente inviato da: gigioracing
aspetteremo il 2025 per il pc nuovo . intanto raccimolaro qualche pezzo dall ecocentro
Nel 2025 ci saranno altri aumenti.
Cornelius_Astutus26 Agosto 2021, 13:28 #10
Originariamente inviato da: mcarry81
E' così impossibile aprire fabbriche di chip in europa?


Per costruire un fab da zero ci vogliono intorno ai 5 miliardi di euro. Se sembra una cifra alta, pensate che i macchinari per la litografia costano nell'ordine delle centinaia di milioni di euro. Il solo gruppo ottico può costare più di un paio di milioni. Poi una fab deve essere affiancata da una mini centrale elettrica per garantire la produzione di energia elettrica 24h, strumentazione di test (SEM, TEM) e anche qui partono svariati milioni. Mettici che devi poi assumere centinaia di lavoratori(ingegneri, tecnici e quant'altro) e creare una rete logistica per farti arrivare le materie prime. L'investimento iniziale è proibitivo, senza l'aiuto dei governi è impossibile

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^