COVID-19: nella prima settimana -8,4% per il mercato italiano della tecnologia di consumo

COVID-19: nella prima settimana -8,4% per il mercato italiano della tecnologia di consumo

Secondo i dati Gfx nella settimana dal 17 al 23 febbraio si è verificata una decrescita delle vendite di prodotti Tech pari al -8,4% a valore, rispetto alla media delle quattro settimane precedenti. La causa è ovviamente legata al Coronavirus. La diminuzione delle vendite è ancora più significativa in Lombardia (-10%) e nel Nord Est (-12,4%).

di pubblicata il , alle 16:21 nel canale Mercato
 

La paura del Coronavirus inizia a farsi sentire a livello economico, anche sul mercato della tecnologia in Italia. Secondo l'analisi di GfK, la scorsa settimana il settore della tecnologia di consumo ha registrato un calo delle vendite a valore pari al -8,4% rispetto alla media delle quattro settimane precedenti.

Nella prima settimana significativamente influenzata dal diffondersi dei casi di COVID-19 nel nostro Paese (dal 17 al 23 febbraio 2020) le rilevazioni svolte da GfK mettono in luce una decrescita delle vendite di prodotti tech pari al -8,4% a valore rispetto alla media delle quattro settimane precedenti. Un impatto importante, se si pensa che la settimana include solo i primi giorni della diffusione del coronavirus.

Clicca per ingrandire

Il trend negativo è particolarmente evidente nei punti vendita tradizionali (-8,9% a valore) ma anche le vendite online (-6,1%) risultano influenzate negativamente. I Technical Superstore (grandi superfici specializzate in elettronica di consumo), mostrano un trend del -8,4%, in linea con il calo generale del mercato

Non tutte le Regioni italiane hanno subito allo stesso modo l'effetto coronavirus sui consumi: i dati GfK mostrano un trend particolarmente negativo in Lombardia (-10%) e nel Nord Est (-12,4%), vale a dire nei territori dove sono stati registrati il maggior numero di casi e che per prime hanno introdotto restrizioni per contenere le occasioni di contagio.

Tra i prodotti le cui vendite risultano in maggiore calo troviamo le asciugatrici (-31,4%), i condizionatori (-27,4%), le stampanti monofunzione (-27%), aspirapolvere (-24,1), stampanti multifunzione (-17,7%) e macchine per il caffè espresso (-17,4%). Il prodotto più importante per fatturato sviluppato, gli smartphone, ha registrato una decrescita del -6,7%, mentre i televisori hanno segnato un -10,2%.

Per quanto concerne la Cina, la prima colpita dal nuovo coronavirus SARS-CoV-2, gli impatti sull'economia sono già evidenti. Per il primo semestre del 2020, GfK prevede una decrescita del mercato della tecnologia di consumo pari al 18%.

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
supertigrotto02 Marzo 2020, 17:51 #1

E io aspetto!

Sto aspettando se i prezzi degli SSD calino,volevo prendere un secondo SSD nvme da 1Tb ,il sabrent che avevo preso è aumentato quasi di una quarantina di euretti,ho trovato marche un po' strane che costano meno ma non so se fidarmi,volevo stare sui 110.
User11102 Marzo 2020, 18:02 #2
ottimo, io aspetto che i prezzi dei dischi meccanici e delle ram calino..
gerko02 Marzo 2020, 18:59 #3
Ma quali cali???
Da fine Gennaio che osservo le GTX 1650 e sono aumentate tutte di almeno 10 euro.
Techie02 Marzo 2020, 19:53 #4
Originariamente inviato da: gerko
Ma quali cali???
Da fine Gennaio che osservo le GTX 1650 e sono aumentate tutte di almeno 10 euro.


Sono calate le vendite, non i prezzi, quelli sono saliti, e credo siano uno dei motivi per cui sono calate le vendite.
biometallo02 Marzo 2020, 19:58 #5
Originariamente inviato da: User111
ottimo, io aspetto che i prezzi dei dischi meccanici e delle ram salgano..


[COLOR="Red"]fix'ed[/COLOR]
s-y02 Marzo 2020, 20:12 #6
è difficile che i prezzi calino, anzi più probabile il contrario, causa calo di produzione a oriente, che impatterà sulle scorte per il mercato consumer

ps: stile alluvione in tailandia
Darkon03 Marzo 2020, 08:19 #7
Bho commenti a casaccio proprio...

1) La decrescita del mercato non è determinata da minori acquisti ma da una crisi dell'offerta principalmente.

2) Da che mondo è mondo la crisi dell'offerta aumenta i prezzi e non certo li diminuisce.

3) Con la Cina e la Corea del Sud che si sono fermate per qualcosa come un mese c'è da aspettarsi che i prezzi salgano a breve piuttosto che il contrario.

4) Nel frattempo per un raffreddore abbiamo bruciato qualcosa come giusto giusto qualche miliardo di € ed è solo la punta dell'iceberg perché prima che si riavvii turismo, prenotazioni ecc... ecc... ci vorrà tempo.
gd350turbo03 Marzo 2020, 08:53 #8
Originariamente inviato da: Darkon
4) Nel frattempo per un raffreddore abbiamo bruciato qualcosa come giusto giusto qualche miliardo di € ed è solo la punta dell'iceberg perché prima che si riavvii turismo, prenotazioni ecc... ecc... ci vorrà tempo.

Esattamente...

E se leggi nei commenti di qualche mente illuminata, di tempo fa che era contenta perchè così le imprese italiane potevano finalmente lavorare...
Saturn03 Marzo 2020, 09:00 #9
Originariamente inviato da: gd350turbo
Esattamente...

E se leggi nei commenti di qualche mente illuminata, di tempo fa che era contenta perchè così le imprese italiane potevano finalmente lavorare...


il processo cervello.exe ha smesso di funzionare e verrà riavviato (forse)
Darkon03 Marzo 2020, 09:04 #10
Originariamente inviato da: gd350turbo
Esattamente...

E se leggi nei commenti di qualche mente illuminata, di tempo fa che era contenta perchè così le imprese italiane potevano finalmente lavorare...


Qualcuno effettivamente ha lavorato a dirla tutta... i supermercati che hanno spennato i furboni che si aspettavano un'apocalisse zombie e il bello è che sono curioso di cosa ci faranno ora con scorte di scatolame, farina e quant'altro che gli marciscono prima ancora che possano anche solo consumarne la metà.

La cosa che mi dispiace di più è che le conseguenze che certa gente causa poi si riflettono su tutti e non solo su di loro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^