Costi di spedizione tra Cina ed Europa alle stelle, i prezzi della tecnologia destinati a crescere

Costi di spedizione tra Cina ed Europa alle stelle, i prezzi della tecnologia destinati a crescere

I produttori hi-tech devono far fronte a un'impennata dei costi di spedizione alimentata dalla carenza di container e dalla ripresa della domanda dei consumatori. La soluzione? Scaricare i costi sui consumatori finali.

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Mercato
 

In gergo si dice che "i guai non vengono mai da soli" e in questi ultimi mesi l'abbiamo visto diverse volte, anche in campo tecnologico. Non c'è solo il problema di una produzione che non tiene il passo della domanda a far lievitare i prezzi dei prodotti hi-tech più desiderati, come le schede video di nuova generazione, ma nelle ultime settimane anche il costo delle spedizioni tra Cina ed Europa è schizzato a livelli record. Lo riporta in un interessante articolo il Financial Times.

Quando Asus (seguita a ruota dalle altre aziende del settore) annunciò un rincaro dei prezzi negli Stati Uniti per via dei dazi commerciali, citò anche i costi operativi e la logistica tra gli elementi della propria decisione e purtroppo sembra che il Vecchio Continente non uscirà immune. Sempre per usare una frase popolare, "tutto il mondo è paese".

Il Financial Times illustra come il costo di spedizione di prodotti dalla Cina all'Europa sia "più che quadruplicato nelle ultime otto settimane", raggiungendo valori record sulla scia di "una carenza di container vuoti" derivante dalla pandemia ha sconvolto il commercio globale. "Il costo della spedizione di un container da 12 metri dall'Asia al nord Europa è aumentato dai circa 2000 dollari di novembre a oltre 9000 dollari, secondo spedizionieri e importatori", riporta il quotidiano economico addentrandosi nei motivi che hanno portato a questa situazione.

"Migliaia di container vuoti sono rimasti bloccati in Europa e negli Stati Uniti nella prima metà del 2020 quando le società di navigazione hanno annullato centinaia di viaggi a causa dei lockdown per il coronavirus che hanno causato un improvviso rallentamento del commercio globale. Quando la domanda occidentale di merci di produzione asiatica è rimbalzata nella seconda metà dell'anno, la concorrenza tra gli spedizionieri per i container disponibili ha fatto lievitare i costi di trasporto".

Si è quindi passati da un crollo delle spedizioni a una richiesta molto elevata, e questo ha mandato in crisi la filiera delle spedizioni, con una forte congestione ai porti commerciali e le società di trasporto che per compensare i tempi di attesa hanno aumentato i listini. Un altro problema è che "da novembre il costo di spedizione in Europa è stato aggravato dal dirottamento dei container verso le rotte transpacifiche. Al contrario, il costo della spedizione dalla Cina agli Stati Uniti si è stabilizzato da ottobre, quando il governo cinese ha chiesto alle società di navigazione di limitare le loro tariffe".

Il costo delle spedizioni non è un problema da poco, impatta infatti sui margini di profitto delle aziende produttrici. La Association of Manufacturers of Domestic Appliances britannica ha affermato che tra i suoi membri vi sono stati casi di aumento dei costi di spedizione fino al 300% rispetto a inizio 2020, con episodi in cui l'aumento del costo ha superato l'utile. Cosa reagire? Attendere tempi migliori, causando però una carenza di prodotti sul mercato oppure scaricare i costi sugli utenti finali.

La situazione potrebbe non migliorare per gran parte del 2021, anche se si spera nel Capodanno cinese a febbraio: il rallentamento della produzione potrebbe permettere di smaltire ordini arretrati e calmierare i prezzi, almeno temporaneamente. È tuttavia una flebile speranza. Purtroppo, anche dal punto di vista delle spedizioni aeree non giungono buone notizie: nelle scorse settimane Dell e HP avevano lanciato l'allarme, vedendo nell'avvio della distribuzione dei vaccini per il COVID-19 uno spauracchio per la consegna dei notebook, costretti a competere proprio con i vaccini per lo spazio, già risicato, sugli aerei cargo.

40 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gringo [ITF]20 Gennaio 2021, 10:10 #1
EVVAI, FINALMENTE IL MONDO SI STA REGOLARIZZANDO !
agonauta7820 Gennaio 2021, 10:16 #2
Un motivo per alzare i prezzi c'è sempre, finché comprate loro ci guadagneranno. Iniziate a comprare solo se necessario e vi porteranno l'acqua con le orecchie fino a casa
AceGranger20 Gennaio 2021, 10:20 #3
[I]"Purtroppo, anche dal punto di vista delle spedizioni aeree non giungono buone notizie: nelle scorse settimane Dell e HP avevano lanciato l'allarme, vedendo nell'avvio della distribuzione dei vaccini per il COVID-19 uno spauracchio per la consegna dei notebook, costretti a competere proprio con i vaccini per lo spazio, già risicato, sugli aerei cargo."[/I]

non per altro Amazon si è comprata 11 aerei ...
ghiltanas20 Gennaio 2021, 10:33 #4
no ma tranquilli, "andrà tutto bene"
JuneFlower20 Gennaio 2021, 10:36 #5

Competere con i vaccini non è una cosa che ci fa onore

Ovviamente il singolo se ne frega, ma tanti singoli fanno un disastro.
Il problema della pan-demia, lo dice la parola stessa non è un problema come i vari Bagnai e ignorantelli autarchici che ormai nascono come funghi negli ultimi 10 anni, che risolvi chiudendoti nel tuo Veneto piccolino, ma devi risolverlo come Mondo ... ci vogliono teste di persone che hanno la mentalità aperta, quindi già qui il vecchio sovranista qualsiasi età abbia non va da nessuna parte... lo dico perché altro che 2021, la situazione andrà avanti (come per ogni VACCINO - storia) per almeno 3-4 anni (altri 3 almeno).

Ogni vaccino non può conquistare il virus in meno di 3 anni anche se siamo nel 2021... anzi oggi siamo piu deboli rispetto a prima quando le persone lavoravano duro fuori da casa e si muovevano con le gambe. Oggi le persone sono generalmente obese e molto deboli, quindi il vaccino ci metterà almeno 3 anni ad agire visto che il mondo è Globablizzato, e quindi grande è l'interazione tra le persone, e grande la possibilità del virus di avere mutazioni (già in stato avanzato di questo processo che comunque è sempre in atto).

Il problema va risolto con menti che comprendono la complessità, verranno implementate AI a go go per questo e tante tante altre cose, purtroppo questa è la realtà. Pochi o nessuno ha una struttura politica capace di esulare da interessi personali o ignoranza e altri problemi umani e discutere soluzioni in modo disinteressato e davvero informato...

L'AI risolverà queste problematiche di prezzo e di soddisfazione offerta, ci saranno droni e molti altri sviluppi.

Probabilmente si andrà verso il lusso: già per le GPU è così- se vuoi fare parte di un certo mondo o hai i soldi oppure sarai lasciato indietro, o comunque non partecipi. Altro che 300 Euro per una buona GPU.
Il lusso è ormai una soluzione "ottimale" per tanti problemi.

Se fai turismo di lusso volendo puoi alleggerire il peso sull'ambiente che i flussi portano su un territorio. E via dicendo. Se non dai a tutti la tecnologia, puoi controllare chi la usa puoi controllare quanti fanno una cosa.

IL fatto che ci sia crypto mining alternativo alle monete digitali (in corso di nascita) con le schede lo puoi risolvere aumentando i prezzi ..

Se continuiamo a consumare e a tendere "alla normalità" della anormalità non ci sarà che conflitto comunque, con i mezzi mediatici oggi, e gente tra di noi senza scrupoli, bastano due tre paroline per sollevare gente che da anni sta nel buio della sofferenza e spesso dell'ignoranza piu profondo, ignoranza che convive con la violenza perpetrata da noi tutti...

E' una catena che si auto alimenta.
RIempiamo di piombo i territori con il carburante degli aerei? Bene. Avremo ecosistemi piu fragili e problemi maggiori di tipo ambientale e meteorologico. Se il cane continua a mordersi la coda...non rimane nemmeno la testa.

Comunque ormai si iniziano già a vedere le proiezioni di quello che si diceva: la crisi ha creato un lusso sfrenato e per i poveri la connessione internet e l'estrazione di dati, la possibilità di perdere tempo a scrivere su pagine internet, (anch'esse analizzate per estrazione dati) e poi perdere tmepo per magari poter impegnarsi a cambiare la sua vita ...

Ma alla fine qual'è il progetto di comunità? Quale obiettivo abbiamo se non il consumo del futuro? Non capisco, se anche una guerra alla stupidità che è questo virus e le sue mutazioni, nemmeno questo riesce a cambiare in meglio aspetti fondamentali della nostra cecità, allora cosa?

Ecco forse Google Stadia era una ottima (da me osteggiata) soluzione per risolvere (avevano già previsto questo mondo) questo problema che si sta materializzando: certo è che i giochi spesso si appiattiscono a "non esperienze" ma solo copy paste...ma questo "è un altro discorso".
StylezZz`20 Gennaio 2021, 10:57 #6
Tutto come previsto...per quanto riguarda i componenti informatici poi ci saranno le DDR5 e PCI 5.0, e ci sarà un altro motivo per alzare i prezzi.
wobbly20 Gennaio 2021, 11:02 #7
Finiremo a pagarle noi alla fine; perchè è impossibile mettersi a produrre le cose che fanno in Cina ora, ci vogliono per lo meno un paio di anni per costruire fabbriche e filieri di approviggionamento tali per poter costruire qualcosa in Europa. Senza contare che le terre rare ce le hanno solo loro. Forse venderanno un po' meno ma ciò che ci serve lo acquisteremo comunque ad un prezzo più alto.

Penso che dovremmo rivedere delle nostre abitudini. La prima quella di viaggiare. La globalizzazione è ciò che ci ha portato il covid e ha rischiato di portarci la SARS ma per fortuna 10 anni fa c'era meno persone in giro.
Per limitare i viaggi basta tassarli. Metti una tassa aeroportuale di 100 euro per persona (solo voli esteri) e vedi che i voli calano della metà.
Certo, un paese come il nostro vedrà le città d'arte svuotarsi dai cinesi, giapponesi e americani. Rimarranno solo quelli più ricchi.
La tassa ci viene anche utile in quanto ci sarà un enorme debito da pagare.
Stessa cosa per i bolli delle automobili che vanno aumentati e specialmente sulle motociclette.
Tutte le moto sopra ai 125cc, una bella tassa da 300-400 euro all'anno. Tanto è un lusso.
bruschini20 Gennaio 2021, 11:21 #8
Ma come posso comprare degli oggetti dalla Cina ad 1 euro INCLUSE le spese di spedizione? E' lo stato che agevola i costi di spedizione?
Poi ci mettono una vita ad arrivare in italia e 10 vite dall'italia a casa mia :-(
SpyroTSK20 Gennaio 2021, 11:21 #9
Originariamente inviato da: wobbly
Finiremo a pagarle noi alla fine; perchè è impossibile mettersi a produrre le cose che fanno in Cina ora, ci vogliono per lo meno un paio di anni per costruire fabbriche e filieri di approviggionamento tali per poter costruire qualcosa in Europa. Senza contare che le terre rare ce le hanno solo loro. Forse venderanno un po' meno ma ciò che ci serve lo acquisteremo comunque ad un prezzo più alto.

Penso che dovremmo rivedere delle nostre abitudini. La prima quella di viaggiare. La globalizzazione è ciò che ci ha portato il covid e ha rischiato di portarci la SARS ma per fortuna 10 anni fa c'era meno persone in giro.

Originariamente inviato da: wobbly
Per limitare i viaggi basta tassarli. Metti una tassa aeroportuale di 100 euro per persona (solo voli esteri) e vedi che i voli calano della metà.
Certo, un paese come il nostro vedrà le città d'arte svuotarsi dai cinesi, giapponesi e americani. Rimarranno solo quelli più ricchi.

Non sono i 100€ di tasse che fermano uno che ha voglia di farsi un viaggio con 1000€ di biglietto aereo, basta sparare a vista ai barconi che arrivano e chiudere le frontiere come prima dell'unione europea.

Originariamente inviato da: wobbly
La tassa ci viene anche utile in quanto ci sarà un enorme debito da pagare.
Stessa cosa per i bolli delle automobili che vanno aumentati e specialmente sulle motociclette.
Tutte le moto sopra ai 125cc, una bella tassa da 300-400 euro all'anno. Tanto è un lusso.

Anche no, io uso la moto come mezzo principale, quindi non è uno sfizio, inoltre, a questo punto tassiamo anche gli smartphone sopra i 100€, tanto vedere facebook e fare le foto ai gatti è un lusso.
Gameonline20 Gennaio 2021, 11:29 #10

#StopBuy

come molti scrivono, c'è sempre una scusa per alzare i prezzi, tasse etc.
Peccato che quando il petrolio e suoi derivati prezzava tra le piastrelle e la polvere, nessuno dei trasportatori, solo per fare l'esempio dell'articolo, ha tagliato i prezzi del trasporto.
Tanto meno quando per l'effetto cambio usd vs altre divise utilizzate per gli scambi commerciali l'oggetto importato costava meno al compratore finale.
Vaaabene.
Come scrivevo in un altro post, le casse e bilanci delle major brillano come mai prima.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^