Broadcom monopolista, la FTC ordina al produttore di chip di cambiare

Broadcom monopolista, la FTC ordina al produttore di chip di cambiare

La FTC statunitense accusa Broadcom di monopolio illegale e ordina al fornitore di chip di cessare la sua condotta anticoncorrenziale. La società non concorda ma si dice pronta a lasciarsi la questione alle spalle.

di pubblicata il , alle 13:01 nel canale Mercato
Broadcom
 

La Federal Trade Commission (FTC) statunitense ha accusato Broadcom di monopolizzare illegalmente il mercato dei componenti usati per fornire servizi TV e di connettività a banda larga tramite il perseguimento di trattative esclusive e comportamenti affini. Secondo l'ente federale che regola la concorrenza, Broadcom deve smettere di "richiedere ai propri clienti di procurarsi componenti da Broadcom su base esclusiva o quasi esclusiva".

Sebbene in disaccordo, Broadcom dovrebbe accettare il "patteggiamento" proposto dalla FTC. Un accordo simile fu raggiunto con la Commissione europea nell'ottobre 2020. "Anche se non siamo d'accordo sul fatto che le nostre azioni abbiano violato la legge e non concordiamo con le rappresentazioni della nostra attività da parte della FTC, non vediamo l'ora di lasciarci questa questione alle spalle", ha affermato l'azienda.

L'azienda statunitense avrebbe monopolizzato la vendita di tre tipi di chip usati nei dispositivi che garantiscono servizi TV e Internet a banda larga, in particolare chip che si ritrovano in set-top box e dispositivi per la connettività DLS e fibra. "Broadcom è inoltre uno dei pochi fornitori degni di nota di cinque tipi di chip correlati", ricorda la FTC.

Broadcom fa affari direttamente con gli OEM, che usano i suoi componenti per i dispositivi finali che forniscono ai provider di servizi TV e di banda larga (negli Stati Uniti si parla di aziende come AT&T, Charter, Comcast, DISH e Verizon), i quali a loro volta consegnano i dispositivi ai consumatori finali.

L'accusa sostiene che Broadcom ha mantenuto illegalmente il suo potere nei tre mercati monopolizzati stipulando accordi a lungo termine con OEM e fornitori di servizi che impedivano a questi clienti di acquistare chip dai concorrenti.

"Questi accordi richiedevano ai clienti di acquistare, usare od offrire i chip di Broadcom su base esclusiva o quasi esclusiva. Broadcom ha stipulato questi accordi di esclusività e fedeltà con almeno dieci OEM, compresi quelli con le maggiori capacità di ingegneria e progettazione e i legami più forti con i fornitori di servizi. E Broadcom ha stipulato accordi simili con i principali fornitori di servizi statunitensi e altri. Sottoscrivendo accordi di esclusività e fedeltà con clienti chiave a due livelli della filiera, Broadcom ha creato barriere insormontabili per le aziende che cercano di competere con lei".

Con i correttivi proposti, la FTC vuole quindi vietare a Broadcom di stipulare determinati tipi di intese di esclusività o fedeltà con i propri clienti, condizionare l'accesso ai chip e attuare ritorsioni contro i clienti che fanno affari con i suoi concorrenti.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^