AMD, il fatturato è cresciuto del 40% rispetto a un anno fa

AMD, il fatturato è cresciuto del 40% rispetto a un anno fa

Il primo trimestre dell'anno di AMD si è chiuso con vendite il 40% maggiori rispetto a 12 mesi fa. L'azienda corre grazie alle CPU Ryzen, sia desktop che notebook, ma anche ai prodotti Radeon. La divisione in cui rientrano i server è in calo, ma non per colpa delle CPU EPYC che invece guadagnano mercato.

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Mercato
AMDRyZenEPYCRadeonRadeon InstinctRadeon PROThreadripper
 

Dopo Intel, anche AMD ha presentato i risultati finanziari del primo trimestre 2020. L'azienda statunitense ha raggiunto un fatturato di 1,79 miliardi di dollari, in crescita del 40% sullo stesso periodo dello scorso anno. Si tratta di un risultato figlio delle forti vendite di processori Ryzen (notebook e desktop) e GPU Radeon. L'azienda guidata da Lisa Su ha ottenuto un utile operativo di 177 milioni di dollari e un utile netto di 162 milioni. L'utile per azione ha raggiunto i 14 centesimi di dollaro. Il margine lordo è salito di 5 punti su base annua, al 46%, grazie alle vendite di Ryzen ed EPYC.

Clicca per ingrandire

"Abbiamo lavorato bene nel primo trimestre, navigando in un ambiente complesso per ottenere una crescita del fatturato del 40% su base annua e un'espansione significativa del margine lordo grazie ai nostri processori Ryzen ed EPYC", ha commentato il CEO Lisa Su. "Anche se ci aspettiamo dell'incertezza nella domanda a breve termine, le nostre fondamenta finanziarie solide e la nostra gamma di prodotti forte ci posizionano bene lungo un insieme di mercati finali resilienti. […] La nostra strategia e i piani di crescita a lungo termine non sono cambiati".

Clicca per ingrandire

Passando alle divisioni, il segmento Computing and Graphics ha messo a segno la prestazione migliore. Il fatturato del segmento ha toccato 1,44 miliardi di dollari, in crescita del 73% sullo scorso anno. AMD afferma che il risultato è ascrivibile alle forti vendite di processori Ryzen e prodotti Radeon sul canale. AMD segnala inoltre un fatturato record per quanto riguarda i notebook e un'ottima partenza dei Ryzen 4000 Mobile.

Clicca per ingrandire

La divisione Enterprise, Embedded and Semi-Custom ha invece raggiunto un fatturato di 348 milioni di dollari, in calo del 21% sullo scorso anno. Il risultato si deve a una contrazione delle vendite nel comparto semi-custom (Sony e Microsoft hanno ridotto gli ordini di chip delle attuali console), parzialmente compensato dalle vendite di CPU server EPYC. Ed è proprio dal comparto server che arrivano le buone notizie, con AMD che ha registrato un incremento a doppia cifra nelle consegne di server rispetto all'ultimo trimestre 2019.

Clicca per ingrandire

Per quanto riguarda le stime sul secondo trimestre fiscale, AMD si aspetta un fatturato di 1,85 miliardi di dollari, con margine d'errore di più o meno 100 milioni. Nel caso la previsione si rivelasse corretta, si tratterebbe di un incremento del 21% sul Q2 2019. Nel secondo trimestre AMD si aspetta forti vendite di CPU Ryzen ed EPYC, ma anche una ripresa del business semi-custom (con l'avvio della produzione dei chip per le console next-gen).

Clicca per ingrandire

"Nonostante le attese per una domanda più debole da parte dei consumatori correlata a COVID-19 nella seconda metà dell'anno, AMD prevede che il fatturato del 2020 crescerà di circa il 25 percento, più o meno 5 punti percentuali, rispetto al 2019", afferma l'azienda.

Zen 3 e RDNA 2 nei tempi previsti nonostante il Coronavirus

A margine della trimestrale, AMD ha rimarcato che nonostante le problematiche legate al COVID-19 i progetti legati alle architetture Zen 3 e RDNA 2 stanno seguendo la tabella di marcia in vista del debutto nel tardo 2020. Il CEO Lisa Su ha inoltre affermato che l'azienda ha guadagnato ulteriori quote di mercato nel settore dei PC desktop per il decimo trimestre di fila. "Nel settore desktop la domanda per le famiglie di processori Ryzen 3000 e 2000 è stata forte, entrambe continuano a rimanere al vertice dei best seller tra i rivenditori e hanno una quota di oltre il 50% delle vendite di processori premium presso molti dei principali negozi nel mondo". 

La dirigente è inoltre fiduciosa del fatto di poter raggiungere una quota di mercato a doppia cifra con le CPU server EPYC entro il trimestre in corso. "Mentre gli indicatori della domanda nei mercati delle infrastrutture commerciali, dell'istruzione e dei datacenter sono forti, ci aspettiamo una certa attenuazione nella domanda da parte dei consumatori nella seconda metà dell'anno, a seconda dell'evoluzione delle condizioni macroeconomiche generali", ha concluso il CEO.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nessuno2929 Aprile 2020, 08:54 #1
Rispetto alla bontà dei prodotti AMD guadagna davvero poco, 162 milioni di utile contro i 5,7 miliardi di Intel, che da quando c'è la concorrenza di AMD ogni anno guadagna sempre di più.
Piedone111329 Aprile 2020, 09:48 #2
Originariamente inviato da: nessuno29
Rispetto alla bontà dei prodotti AMD guadagna davvero poco, 162 milioni di utile contro i 5,7 miliardi di Intel, che da quando c'è la concorrenza di AMD ogni anno guadagna sempre di più.


Intel non vende solo cpu.
Oltre alla miriade di hardware per pc, server, (chipset e cpu) produce ssd, accelleratori, chipset wifi, lan, controller vari, più servizi.
Bisognerebbe sapere l'utile che ha dal solo comparto cpu-chipset-gpu per farsi un'idea precisa delle proporzioni
NewEconomy29 Aprile 2020, 10:04 #3
Originariamente inviato da: Piedone1113
Intel non vende solo cpu.
Oltre alla miriade di hardware per pc, server, (chipset e cpu) produce ssd, accelleratori, chipset wifi, lan, controller vari, più servizi.
Bisognerebbe sapere l'utile che ha dal solo comparto cpu-chipset-gpu per farsi un'idea precisa delle proporzioni


Intel sicuramente ha un utile maggiore perchè sovraprezza il prezzo di ogni cosa che vende...

Speriamo che la musica torni a cambiare a favore di AMD, maggior concorrenza è sempre un bene per noi consumatori.

Io nei prossimi anni dovrò rifarli il PC o Notebook e sarà probabilmente full AMD
nickname8829 Aprile 2020, 10:17 #4
Originariamente inviato da: Piedone1113
Intel non vende solo cpu.
Oltre alla miriade di hardware per pc, server, (chipset e cpu) produce ssd, accelleratori, chipset wifi, lan, controller vari, più servizi.
Bisognerebbe sapere l'utile che ha dal solo comparto cpu-chipset-gpu per farsi un'idea precisa delle proporzioni

A parte che il core business di Intel sono le CPU ....
- Che cosa sarebbero gli "acceLLeratori" ( con 2 L) ? De che poi ?
- CPU e Chipset li produce anche AMD, le GPU pure, dove AMD produce anche VGA discrete e Intel no.
- I chip di rete dubito abbiano un impatto sugli utili di grosso spessore.
- Gli SSD Intel mi pare abbiano un mercato piuttosto risicato visto la concorrenza ed il costo dei loro modelli.
- Server Intel ? Si, ma quanti servers marchiati Intel hai visto in giro ? La quasi totalità delle aziende si affida ad altri brand leaders come Dell, HP piuttosto che IBM.
- Servizi ? Quali servizi ? Specifica.


Intel vende semplicemente più CPU di AMD, inutile girarci attorno.
Basta vedere i numeri di vendita attuali sul mercato OEM ed enterprise nonostante Intel oggi sia dietro prestazionalmente o anche ai tempi del P4, figurati quando è davanti ....
Abalfor29 Aprile 2020, 10:38 #5
Originariamente inviato da: nickname88
A parte che il core business di Intel sono le CPU ....
- Che cosa sarebbero gli "acceLLeratori" ( con 2 L) ? De che poi ?
- CPU e Chipset li produce anche AMD, le GPU pure, dove AMD produce anche VGA discrete e Intel no.
- I chip di rete dubito abbiano un impatto sugli utili di grosso spessore.
- Gli SSD Intel mi pare abbiano un mercato piuttosto risicato visto la concorrenza ed il costo dei loro modelli.
- Server Intel ? Si, ma quanti servers marchiati Intel hai visto in giro ? La quasi totalità delle aziende si affida ad altri brand leaders come Dell, HP piuttosto che IBM.
- Servizi ? Quali servizi ? Specifica.


Intel vende semplicemente più CPU di AMD, inutile girarci attorno.
Basta vedere i numeri di vendita attuali sul mercato OEM ed enterprise nonostante Intel oggi sia dietro prestazionalmente o anche ai tempi del P4, figurati quando è davanti ....


credo, dubito, secondo me, ecc. ottima analisi.
https://www.intc.com/investor-relat...ancial-Results/
ci sono anche i dati sui licenziamenti e le varie press release di intel.
il core business di intel da alcuni anni non sono le cpu, anche se continuano a produrre circa il 50% del fatturato e continuerà ad essere il settore per cui tutti la conoscono, questa % diminuisce da molti anni e continuerà a farlo. non necessariamente perché quello dei processori sarà un settore depotenziato, stanno puntando molto su ciò che ruota ai datacenter quindi salgono molto di più i fatturati degli altri settori.
frankie29 Aprile 2020, 10:40 #6
Io purtroppo ho dovuto cedere in urgenza (rottura) al lato oscuro della forza e nel 2017 ho dovuto prendere un intel. All'epoca APU AMD erano scarse. Se avessi preso AMD ad oggi avrei fatto 20 anni di AMD.

Magari all'uscita della prossima generazione faccio un upgrade. Ho solo paura ad aprire quel PC.
RaZoR9329 Aprile 2020, 12:11 #7
Originariamente inviato da: nessuno29
Rispetto alla bontà dei prodotti AMD guadagna davvero poco, 162 milioni di utile contro i 5,7 miliardi di Intel, che da quando c'è la concorrenza di AMD ogni anno guadagna sempre di più.
Gli utili netti sono l'ultimo elemento da guardare in questo momento specifico. AMD aumenterà notevolmente i propri introiti quando raggiungerà market share significativi nel settore datacenter e notebook. Data la qualità dei prodotti è solo questione di tempo.
demon7729 Aprile 2020, 12:32 #8
Originariamente inviato da: frankie
Io purtroppo ho dovuto cedere in urgenza (rottura) al lato oscuro della forza e nel 2017 ho dovuto prendere un intel. All'epoca APU AMD erano scarse. Se avessi preso AMD ad oggi avrei fatto 20 anni di AMD.

Magari all'uscita della prossima generazione faccio un upgrade. Ho solo paura ad aprire quel PC.


Fai come me, DIVENTA UNA ZOCCOLA!
Promiscuo è bello!

Da quando ho posato le dituzze su una tastiera taaaaanti anni fa ho saltato da intel ad AMD e viceversa un botto di volte!

Dunque fammi pensare.. la sequenza (solo dei miei pc personali ufficiali) dovrebbe essere:
AMD (386)
INTEL (pentium 133)
AMD (Athlon 1Ghz)
AMD (Athlon X2 4400+)
INTEL (Core i7 2600K)

Se continua il trend prossimo giro si torna AMD di sicuro!
Korn29 Aprile 2020, 12:36 #9
maremma maiala ma perchè ho non comprato un paio di mila euro di azioni amd prima dell'uscita di ryzen
NewEconomy29 Aprile 2020, 12:44 #10
Originariamente inviato da: RaZoR93
Gli utili netti sono l'ultimo elemento da guardare in questo momento specifico. AMD aumenterà notevolmente i propri introiti quando raggiungerà market share significativi nel settore datacenter e notebook. Data la qualità dei prodotti è solo questione di tempo.


Dipende anche dagli OEM e dalle mazzette Intel!

Spero che abbiano il miglior successo possibile comunque, specialmente sul settore Notebook dove attualmente Intel è scandalosa (vedi TDP e calore ad esempio)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^