Amazon: quali sono i beni essenziali che possono essere acquistati e spediti subito? Ecco l'elenco

Amazon: quali sono i beni essenziali che possono essere acquistati e spediti subito? Ecco l'elenco

Il colosso dell’ecommerce ha annunciato da poco di aver smesso di accettare gli ordini relativi alle merci che non siano di prima necessità. Una mossa per cercare di proteggere i lavoratori ma anche per aiutare chi ha veramente bisogno in questa emergenza di Coronavirus. Ecco cosa verrà spedito e come cambierà la vendita su Amazon.

di pubblicata il , alle 19:41 nel canale Mercato
Amazon
 

Attenzione anche alle offerte Amazon di oggi, venerdì 27 marzo!

Amazon ha detto stop alle vendite di prodotti che non siano di prima necessità. Da qualche giorno infatti tutti coloro che accedono allo store online del colosso di Jeff Bezos incontreranno la comunicazione riferita proprio alla volontà da parte di Amazon di preservare non solo la salute dei propri dipendenti nei magazzini ma anche di permettere agli utenti più bisognosi di ricevere prodotti di prima necessità utili per il quotidiano. Ecco dunque che il colosso dell'e-commerce ha deciso di posticipare le spedizioni per alcuni prodotti di elettronica o anche per giocattoli, vestiti, prodotti sportivi e per il tempo libero e per quei prodotti non essenziali spediti da venditori di terze parti.

Ecco il messaggio che viene visualizzato sul sito di Amazon.it:

''Stiamo dando la priorità ai prodotti più richiesti e alcuni articoli potrebbero essere temporaneamente non disponibili. Apprezziamo la tua comprensione in questo momento in cui diamo priorità ai prodotti di cui i clienti hanno più bisogno. Tutti gli ordini già confermati verranno consegnati regolarmente''.

Amazon: quali prodotti vengono spediti subito?

Amazon dunque decide di concentrarsi esclusivamente sui prodotti più essenziali ossia quelli di prima necessità in questo caso di emergenza sanitaria. Il resto dunque verrà spedito con tempi più lunghi anche se non vengono comunque eliminati del tutto i prodotti che potrebbero comunque servire agli utenti anche in caso di emergenza COVID-19. Ma quali effettivamente saranno dunque i prodotti che Amazon continuerà a spedire senza alcun ritardo?

ECCO la lista:

La motivazione da parte di Amazon è chiaramente legata al suo spirito di aiuto nei confronti della comunità in questo momento di forte problematica di emergenza CODIV-19. Ecco dunque il messaggio recapitato a tutti gli utenti:

Così come i clienti utilizzano l’e-commerce come strumento utile ai loro sforzi di distanziamento sociale, anche noi abbiamo adottato misure specifiche di distanziamento all’interno dei nostri centri di distribuzione affinché i nostri dipendenti possano lavorare in sicurezza. La combinazione di questi due elementi ci richiede di concentrare la nostra capacità disponibile sui prodotti che hanno la massima priorità e, a partire da oggi, smetteremo temporaneamente di accettare ordini su alcuni prodotti non di prima necessità sia su Amazon.it che su Amazon.fr. Questa decisione consente ai nostri dipendenti dei centri di distribuzione di focalizzarsi sulla ricezione e spedizione dei prodotti di cui i clienti hanno più bisogno in questo momento. I clienti possono ancora ordinare molti di questi prodotti dai partner di vendita che effettuano direttamente le spedizioni. Comprendiamo che questo è un cambiamento per i nostri partner di vendita che utilizzano la Logistica di Amazon e apprezziamo la loro comprensione in questo momento in cui diamo priorità ai prodotti di cui i clienti hanno più bisogno.

Amazon: e gli ordini già effettuati? Saranno consegnati?

Per quanto riguarda gli ordini che sono stati effettuati prima del blocco o della restrizione nessun problema per gli utenti. In questo caso infatti Amazon regolarmente consegnerà il prodotto nei tempi più o meno esatti (in base anche ai corrieri e alla loro gestione delle consegne). La rassicurazione è giunta direttamente da Amazon Italia che ha dunque confermato tutti gli ordini già realizzati dagli utenti che saranno regolarmente consegnati.

Di fatto almeno ad oggi molti prodotti risultano comunque venduti con una consegna stimata abbastanza breve. Sintomo che Amazon sta reggendo bene il peso degli ordini e delle consegne anche di prodotti non del tutto essenziali. Chiaramente questo non avviene in tutte le zone di Italia e il consiglio comunque è quello di ordinare effettivamente i prodotti necessari ed essenziali senza cercare di sovraccaricare il colosso che invece vuole dare strada libera agli ordini per l'emergenza COVID-19.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

40 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
eureka8524 Marzo 2020, 19:51 #1
peggio per te amazon minori introiti, vi sono altri siti di e-commerce
piani24 Marzo 2020, 20:10 #2
Però con la scuola a distanza, qualcosa come cancelleria o cartucce, potevano lasciarle.
Darkon24 Marzo 2020, 20:12 #3
Amazon mi hai deluso... pago il prime per un motivo, se mi tradisci a questo modo allora che lo pago a fare?!

Ma poi visto che per non si sa quanto tempo non torneranno a spedire normalmente... è previsto un rimborso del prime o una qualche compensazione?
Criminal Viper24 Marzo 2020, 20:25 #4
Originariamente inviato da: Darkon
Amazon mi hai deluso... pago il prime per un motivo, se mi tradisci a questo modo allora che lo pago a fare?!

Ma poi visto che per non si sa quanto tempo non torneranno a spedire normalmente... è previsto un rimborso del prime o una qualche compensazione?


Io pago il Prime esclusivamente per Prime Video, servizio con un catalogo davvero ottimo costantemente aggiornato, composto da oltre 3000 film e con alcune perle rare, come la miniserie The Kingdom - Il Regno di Lars Von Trier. Delle spedizioni veloci me ne frega poco. Che poi, tutta questa "velocità" non l'ho quasi mai vista.
LORENZ024 Marzo 2020, 20:30 #5
Ma che cosa scrivete?! Analizziamo.

"Il colosso dell’ecommerce ha annunciato da poco di aver smesso di accettare gli ordini relativi alle merci che non siano di prima necessità."


Bene, questo è un punto di partenza chiaro (è la prima riga del pre-articolo).

"Amazon ha detto stop alle vendite di prodotti che non siano di prima necessità."


Ottimo: chiarezza epocale (e questa è la prima riga dell'articolo). Oddio, sarà che questo articolo ha un senso chiaro ed è scritto bene?! Proseguiamo.

Virgolettato da dichiarazione ufficiale Amazon: "Stiamo dando la priorità ai prodotti più richiesti"

...e già qui le cose diverse: si parla di priorità e non di stop!

Torniamo all'articolo: "Amazon dunque decide di concentrarsi esclusivamente sui prodotti più essenziali"

...ok, qui le cose non quadrano! Cioè, è in linea con il virgolettato e in disaccordo con quanto avete scritto prima di vostro pugno…

La ciliegina finale: "Di fatto almeno ad oggi molti prodotti risultano comunque venduti con una consegna stimata abbastanza breve."

Allora, se di fatto alcuni articoli son venduti, il virgolettato della dichiarazione Amazon ha senso ma quello che avete descritto voi, è fuffa al pari di una fake news, o comunque di una news che mischia vero (dichiarazioni ufficiali virgolettate) con fuffa che avete aggiunto voi sapientemente ad inizio articolo. Già, perché la dichiarazione di Amazon era chiara e limpida, ma costruisci sopra un titolone è più forte di voi evidentemente (smentendovi comunque da soli nell'articolo: ma pensate siano tutti ebeti che leggono le prime righe o il titolo e gridano terrorizzati?! Beh, sì, ecco, qui forse avete in parte ragione!).

Ma l'apice arriva proprio con l'ultimissima frase: "Sintomo che Amazon sta reggendo bene il peso degli ordini e delle consegne anche di prodotti non del tutto essenziali."

Sta reggendo bene il peso degli ordini?!?!? Ma scusate, non eravate voi che avete detto che Amazon ha bloccato gli ordini di beni non essenziali?! Cosa, ribadiamolo, falsa e smentita proprio da voi stesso poche righe sotto!
E concludete dicendo che, evidentemente, sta reggendo bene il peso delle consegne?! A parte che PANTRY (la sezione dedicata al cibo) ha le date chiuse da giorni (ma è una sezione di Amazon distaccata dagli altri prodotti), mentre, per il resto, gli ordini continuano regolarmente e non sono bloccati come dite (giusto qualche piccolo ritardo magari, che ci sta). Infine, non vedo alcun nesso tra le due cose visto che i corrieri continuano a lavorare, c'è pure in giro meno traffico (quindi si muovono meglio), il traffico di merci nel mondo non è bloccato e, probabilmente, la gente non ha voglia (e umore) di star lì a spendere e spandere per altri tipi di articoli ludici/hobbystici/ecc limitandosi, magari, a comprare qualcosa che si rompe e che serve (che ne so, una scheda di memoria, un filtro per l'aspirapolvere o mille altre cose).

Articolo che mette in piedi una mezza fake news e rende il tono molto preoccupante per cavalcare il clima di terrorismo mediatico in atto. Per fortuna Amazon ha fatto una dichiarazione perfetta ed ha preso, altresì, una decisione semplice, chiara e giustissima! Ordinate, se avete bisogno o volete, tranquillamente senza paure (Milano città: ordinato oggi e consegna in 48 ore di due prodotti disponibili). Sempre con un pizzico di buon senso, questo mi pare ovvio (lo stesso che dovrebbe usare chi decide di scrivere certi articoli).

Nessun accenno, invece, al fatto che è stata varata una disposizione (da parte di Amazon) che l'ordine verrà lasciato DI FORNTE AL PORTONE e l'operatore tenterà di suonare al citofono per avvisare (ma non è tenuto a parlarvi: preme e se ne va, come un "segnale in codice". Si chiede dunque di far attenzione al messaggio dell'app che indica come "consegnato" il pacco per scendere a prenderlo.
Ecco, questa è una cosa veramente brutta che non avrei fatto.: Basta mantenere le precauzioni dovute che il virus non vi salta addosso! Tanto più che tutti i corrieri ora girano con mascherina e guanti e per la consegna di un pacco a mano non si rischia nulla: non dovete mica abbracciare e baciare il corriere! Io non rischio che il messaggio arrivi 10 minuti dopo (capita) e che il corriere sbagli a pigiare il citofono e quindi mi rimanga per strada il mio pacco che chiunque può portarsi via. A questo punto, viva il locker!
nickname8824 Marzo 2020, 20:36 #6
In realtà ho acquistato ieri dell'attrezzatura fitness e l'arrivo è previsto domani.
Domenica ho acquistato un pad e oggi è arrivato.
Beni di prima necessità ? Bè l'alimentare non è di certo il forte di Amazon, quindi non ha senso.
andrears25024 Marzo 2020, 21:03 #7
io continuo a vedere articoli basati su sta comunicazione che però non trovo nei messaggi diretti ai clienti (io compreso)

“Così come i clienti utilizzano l’e-commerce come strumento utile ai loro sforzi di distanziamento sociale, anche noi abbiamo adottato misure specifiche di distanziamento all’interno dei nostri centri di distribuzione affinché i nostri dipendenti possano lavorare in sicurezza. La combinazione di questi due elementi ci richiede di concentrare la nostra capacità disponibile sui prodotti che hanno la massima priorità e, a partire da oggi, smetteremo temporaneamente di accettare ordini su alcuni prodotti non di prima necessità sia su Amazon.it che su Amazon.fr. Questa decisione consente ai nostri dipendenti dei centri di distribuzione di focalizzarsi sulla ricezione e spedizione dei prodotti di cui i clienti hanno più bisogno in questo momento. I clienti possono ancora ordinare molti di questi prodotti dai partner di vendita che effettuano direttamente le spedizioni. Comprendiamo che questo è un cambiamento per i nostri partner di vendita che utilizzano la Logistica di Amazon e apprezziamo la loro comprensione in questo momento in cui diamo priorità ai prodotti di cui i clienti hanno più bisogno.”

mentre mi pare di aver letto che è una comunicazione destinata ai rifornitori cinesi dei magazzini amazon.it e .fr

il risultato sarà il medesimo ma non significava, appunto, stop alle vendite di materiale di non primaria necessità
frankie24 Marzo 2020, 22:18 #8
my 2c

Se alcuni prodotti fossero "essenziali" ed altri no, lo avrebbero segnalato BENE, con la scritta "NO ADESSO NON LO PUOI PRENDERE".

Poi, viste le diverse esigenze, anche un PC, un processore, una scheda video e un cavalletto sono beni essenziali per lo smart working, ma non mi sembrano visibili in elenco.
Notturnia25 Marzo 2020, 00:29 #9
Pessima cosa
Già lo stato italiano non sa cosa sono i beni di prima necessità
Figuriamoci Amazon.. quaderni ? Matite ? Componenti da computer ? Stampanti ? Solo per citare cosa serve nella didattica a distanza.
Posso comprare la pappa per fido e il pesciolino ma non posso comprare il sale per il cambio settimanale dell’acqua dell’acquario ,.. e per chi è chiuso in casa da febbraio anche una console per distrarsi è un bene primario.. sono quasi 4 settimane che sto chiuso in casa e con me migliaia di altre persone.. Amazon faccia Amazon e non il buon pastore che decide cosa ci serve.. visto che poco o niente del suo catalogo è un bene di prima necessità
futu|2e25 Marzo 2020, 07:33 #10
Ci sono altri store italiani che aspettavano solo questo. Usateli.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^