Supporto alle schede SDXC anche nei prossimi notebook

Supporto alle schede SDXC anche nei prossimi notebook

I produttori di notebook al lavoro per implementare lettori compatibili con schede memoria SDXC nelle piattaforme in arrivo a Gennaio

di pubblicata il , alle 10:14 nel canale Memorie
 

Lo standard SDXC, Secure Digital eXtended Capacity, per le memorie utilizzate in sistemi di elettronica di consumo è destinato a prendere il posto di quello SDHC, Secure Digital High Capacity, quale periferica di archiviazione ad elevatissima capienza. Al momento attuale le memorie SDHC sono infatti limitate alla massima capacità di 32 Gbytes.

Presentato al CES 2009, lo standard SDXC permetterò non solo di estendere considerevolmente la capacità di archiviazione di queste memorie mantenendo il form factor, ma ne estenderà anche la velocità di trasmissione dati. Le specifiche indicano infatti una banda passante sino a 300 Mbytes al secondo con capacità di archiviazione sino a 2 Terabytes di massimo.

sdxc_schema.jpg (23032 bytes)

I principali produttori di notebook, stando alle informazioni evidenziate dal sito Dailytech, starebbero sviluppando nuove generazioni di sistemi portatili dotati proprio di lettori compatibili con le nuove memorie SDXC, mantenendo ovviamente anche la possibilità di leggere schede SDHC e SD standard. Questi notebook saranno presumibilmente abbinati ai processori della famiglia Arrandale, soluzioni costruite con tecnologia produttiva a 32 nanometri dotate di GPU integrata nello stesso package. Il debutto di queste soluzioni è atteso per l'edizione 2010 del CES, a Gennaio.

C'è tuttavia un limite tecnico alla diffusione e pieno sfruttamento delle nuove schede memoria SDXC: i lettori devono essere collegati al sistema attraverso almeno un collegamento PCI Express, in quanto la banda messa a disposizione da una connessione USB 2.0 potrebbe risultare essere insufficiente allo scopo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor01 Dicembre 2009, 10:16 #1
pensare già alla usb3.0 no?
SpyroTSK01 Dicembre 2009, 10:31 #2
ma una domanda, le sdhc non vengono lette semplicemente installando i driver aggiornati dei vari lettori? O.o'

Che io ricordi se tu prendi un lettore non SDHC (esempio: http://www.spyro.it/IMAG0067.jpg ) e se hanno aggiornato i drivers dovresti leggerle senza prob.
quello nella foto è il "tostapane" di google che ho acquistato durante la fine del 2006...e non supporterebbe le sdhc (almeno che io sappia), invece mi legge tranquillamente anche le microsd da 16gb.

Anche la wii per esempio non legge le SDHC ma hanno implementato il supporto dopo l'uscita semplicmente aggiornando il software...i primi a farlo erano stati quelli che hanno fatto l'hbc.
mille8301 Dicembre 2009, 10:44 #3
Qua si sta parla di SDXC non di SDHC dove c'è stato solo un'aumento delle capacità delle memorie, con il nuovo standart il problema è proprio una limitazione hardware delle piattaforme netbook che creerebbe un collo di bottiglia visto che giustamente oltre alla capacità delle memorie viene aumentata anche la velocità di trasferimento.
Intel e AMD purtoppo hanno rimandato l'integrazione dell'usb3.0 nei propri chipset, quindi l'unica soluzione è poter sfruttare la banda pci-express...
SaggioFedeMantova01 Dicembre 2009, 11:23 #4
dimmi subito dove hai preso il tostapane!
djfix1301 Dicembre 2009, 12:17 #5
ritengo utile dire che avere una SD che va a 300MB/sec su una macchina fotografica è follia e le prime SDXC che usciranno avranno bande sicuramente basse e compatibili usb2 per mantenere il prezzo basso già una 16GB classe6 costa 30 euro salendo a 70 euro classe 10 (10MB/sec....solo....) non immagino i prezzi di queste schede e la loro diffusione....
la mia videocamera fullHD a 60fps consuma difficilmente la banda di una SDHC classe6...
il resto giudicatelo voi...
SpyroTSK01 Dicembre 2009, 12:51 #6
Originariamente inviato da: SaggioFedeMantova
dimmi subito dove hai preso il tostapane!


http://www.google-store.com/index.php?currency=EUR


edit: non c'è più, se ti interessa te lo vendo per 50€
SpyroTSK01 Dicembre 2009, 12:54 #7
Originariamente inviato da: mille83
Qua si sta parla di SDXC non di SDHC dove c'è stato solo un'aumento delle capacità delle memorie, con il nuovo standart il problema è proprio una limitazione hardware delle piattaforme netbook che creerebbe un collo di bottiglia visto che giustamente oltre alla capacità delle memorie viene aumentata anche la velocità di trasferimento.
Intel e AMD purtoppo hanno rimandato l'integrazione dell'usb3.0 nei propri chipset, quindi l'unica soluzione è poter sfruttare la banda pci-express...


Uhm giusto, non ci avevo pensato
MaxArt01 Dicembre 2009, 13:34 #8
Io mi chiedo a chi venne l'idea di limitare le SDHC a 32 GB. In realtà, potenzialmente potrebbero contenere assai di più, ma per qualche ragione non dev'essere convenuto. Ragione che ignoro.

Comunque, il tempo che si diffondano le SDXC e le connessioni USB3 saranno già comuni, quindi non vedo il perché occupare un canale PCI Express.
speyer01 Dicembre 2009, 14:51 #9

Aggiornamento driver?

@SpyroTSK e mille83

Anche io con un aggiornamento driver (non ufficiali, Acer non li rilasciava, ho usato quelli HP per lo stesso HW) riesco a leggere SDHC nel lettore incorporato nel notebook. É vero che un semplice aggiornamento SW non permetterebbe di sfruttare la velocità di SDXC (come dice mille83), ma mi sembra comunque utile per poterle leggere(anche se "lentamente" senza essere costretti a fare un upgrade HW, no?

Quindi potrebbero fare nuovi driver anche per gli attuali lettori di SD?
Lorenzo k701 Dicembre 2009, 17:58 #10
Originariamente inviato da: MaxArt
Io mi chiedo a chi venne l'idea di limitare le SDHC a 32 GB. In realtà, potenzialmente potrebbero contenere assai di più, ma per qualche ragione non dev'essere convenuto. Ragione che ignoro.

Comunque, il tempo che si diffondano le SDXC e le connessioni USB3 saranno già comuni, quindi non vedo il perché occupare un canale PCI Express.


Secondo me é un motivo commerciale, di motivi tecnici non ne vedo:
Le vecchie SD usavano un sistema di indirizzamento a byte con 32bit, quindi il massimo teorico era 2^32=4GB. Già allora lo standard era stato castrato a 2GB, anche se alcuni produttori hanno cmq venduto memorie SD non HC da 4GB.

Nello standard SDHC per eliminare il problema dell'indirizzamento hanno proceduto in questo modo: al posto che indirizzare la memoria byte per byte, l'hanno indirizzata settore per settore (1 settore=512byte). Questo é stato possibile in quanto tutti i file system usano settori da almeno 512byte.
Quindi la capacità massima teorica é diventata: 2^32 * 512 = 2TB.
Visto che commercialmente conviene far cambiare più spesso prodotti alla gente hanno pensato bene di limitare il supporto a 32GB. Magari accadrà anche in questo caso, come con le SD, che alcuni produttori venderanno SDHC oltre 32GB anche se "fuori standard".

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^