Samsung: nuovo stabilimento di produzione in Texas

Samsung: nuovo stabilimento di produzione in Texas

L'azienda coreana ha ultimato la costruzione di una nuova fabbrica per la realizzazione di memorie NAND flash. La capacità produttiva prevista è di 60 mila wafer al mese

di Andrea Bai pubblicata il , alle 17:51 nel canale Memorie
Samsung
 

Samsung Electronics ha annunciato di aver ultimato la costruzione di un impianto di produzione ad Austin, in Texas, che ha richiesto l'investimento di ben 3,5 miliardi di dollari US. La produzione presso il nuovo stabilimento prenderà il via a partire dalla seconda metà dell'anno.

I primi prodotti ad uscire dalla fabbrica texana saranno i chip di memoria NAND da 16Gbit con processo produttivo a 50 nanometri. La capacità produttiva del nuovo stabilimento assicurerà la possibilità di rispondere pienamente alle esigenze del mercato, permettendo così di mantenere bassi i prezzi e di catalizzare ulteriormente l'attenzione dei consumatori.

Il nuovo stabilimento, che produrrà i semiconduttori su wafer da 300 millimetri di diametro, copre un'area pari a quella di nove campi da calcio e sarà in grado di realizzare una capacità produttiva di 60 mila wafer al mese entro il 2008. Samsung ha annunciato che l'impianto potrà dare luogo alla creazione di 1600 posti di lavoro.

Maggiori informazioni all'interno del comunicato stampa ufficiale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Wilfrick15 Giugno 2007, 17:56 #1
??? ma come? Noi occidentali andiamo a piantare fabbriche in oriente per tenere i prezzi bassi e questi qui mettono una fabbrica in USA? mi è sfuggito qualcosa?
Cmq benissimo! un fabbricone che produce nand..... finalmente si comincia davvero a spingere su questo fronte.
ripper7115 Giugno 2007, 18:11 #2
wilfrick, ho fatto anche io la tua stessa osservazione...
K7-50015 Giugno 2007, 18:17 #3
Per vendere da matti tagliando sulle spese di trasporto?

In effetti sorprende un po'.
Berno15 Giugno 2007, 18:20 #4
Gli stabilimenti dove sono prodotti e lavorati i wafer di solito sono nei paesi più industrializzati perchè richiedono poca manodopera molto specializzata, in indonesia, costa rica, ecc fanno solo il packaging che richiede più manodopera...
JohnPetrucci15 Giugno 2007, 18:39 #5
E cmq dipende molto anche dagli accordi politici e si sa come gli USA oggi siano influenti più che mai, soprattutto grazie al loro imperialismo militare sul mondo.
zforever15 Giugno 2007, 18:50 #6
la micron ha una fabbrica in Italia, ma poi l'assemblaggio viene fatto in oriente
mortimer8615 Giugno 2007, 18:53 #7

Gli indiani delocalizzano in Italia per produrre pannelli al plasma con un marchio te

Gli indiani delocalizzano in Italia per produrre pannelli al plasma con un marchio tedesco


LINK
zakko15 Giugno 2007, 19:47 #8
1600 posti di lavoro nn mi sembrano pochi
e nn credo saranno nemmeno troppo specializzati :P

forse è una cosa simile a quella che si è visto in un (orribile) film denuncia con Jennifer lopez di recente dove sfruttavano lavoratori indios con uno stipendio giornaliero da fame...

anche se quelli erano stabilimenti al confine col messico (no tax area) nn so bisognerebbe approfondire un po' di piu' la notizia!

Bordertown il film
Lollo615 Giugno 2007, 21:39 #9
Originariamente inviato da: Berno
Gli stabilimenti dove sono prodotti e lavorati i wafer di solito sono nei paesi più industrializzati perchè richiedono poca manodopera molto specializzata, in indonesia, costa rica, ecc fanno solo il packaging che richiede più manodopera...


Non avrei potuto dirlo meglio.
Okiya16 Giugno 2007, 03:41 #10
Originariamente inviato da: Berno
Gli stabilimenti dove sono prodotti e lavorati i wafer di solito sono nei paesi più industrializzati perchè richiedono poca manodopera molto specializzata, in indonesia, costa rica, ecc fanno solo il packaging che richiede più manodopera...


verissimo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^