Samsung, in arrivo chip da 80nm da 1 Gbit

Samsung, in arrivo chip da 80nm da 1 Gbit

Samsung annuncia la produzione in volumi di chip memoria da 1 Gbit con processo produttivo a 80nm

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 14:24 nel canale Memorie
Samsung
 

Il mercato dei chip memoria sta vivendo una vera e propria età dell'oro, complice l'enorme diffusione di periferiche portatili come le fotocamere digitali ed i lettori multimediali. Se a questo si aggiungono le esigenze sempre maggiori per le prestazioni delle memorie di sistema dei comuni PC, così come di quelle utilizzate per le schede video, si può capire come tale mercato garantisca ancora ampi margini di sviluppo.

I grandi investimenti affrontati dalle aziende produttrici si ripercuotono positivamente sul settore, come testimoniano i prezzi sempre inferiori delle delle memorie al dettaglio. E' di questi giorni l'ennesimo annuncio di Samsung, leader del settore, riguardante il passaggio alla produzione in massa di chip memoria da 1 Gbit con processo produttivo da 80nm, contro gli attuali 90nm. Ridotte anche le dimensioni del chip stesso, che passa da 11x18mm ad 11x11,5mm, stando a quanto riportato da Dailytech.

La conseguenza diretta di questa introduzione sarà con buona probabilità un calo di prezzo ulteriore dei moduli di memoria da 2 e 4 GB, a tutto vantaggio dell'utenza finale. Per avere un'idea dei volumi in gioco basti pensare che il mercato dei chip da 1 Gbit costituisce attualmente l'8% del totale, destinato a salire a ben il 36% nell'anno 2008. Servirà ancora qualche tempo però prima di trovare in commercio questi chip montati sui comuni dispositivi, in quanto molto dipende dalla presentazione di Microsoft Vista e dall'utilizzo conseguente di dischi rigidi ibridi, dotati cioè di un quantitativo di memoria NAND Flash oltre ai comuni piatti rotanti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Fx30 Agosto 2006, 14:31 #1
nel titolo manca uno 0, per gli 8nm dovremo aspettare ancora un po'
dema8630 Agosto 2006, 14:41 #2
Ma lol, meno male che é sbagliato il titolo: stavo già pensando di avere fatto un errore a comprare le ddr2 l'altro giorno
Meno male che é un refuso, se no sai che inxxlone!!
TROJ@N30 Agosto 2006, 14:54 #3
cmq in questi giorni ho visto fermento nei prezzi... stick da 1Gb a 25€... ma non me serve...
AMD64bit30 Agosto 2006, 15:06 #4
speriamo ci siano dei cali effettivi
Alessandro Bordin30 Agosto 2006, 15:06 #5
Grazie della segnalazione, ho corretto il titolo. In effetti per gli 8 nm è un po' presto :P
wiltord30 Agosto 2006, 15:14 #6
ma non è gBYTE?
FAM30 Agosto 2006, 15:32 #7
Originariamente inviato da: wiltord
ma non è gBYTE?

I chip si misurano sempre in bit.
spetrantoni30 Agosto 2006, 15:55 #8
Scusate la domanda ma cosa c'entra Windows Vista con le memorie statiche!
Me lo spiegate meglio?
Grazie
mauriziofa30 Agosto 2006, 16:15 #9
Ciao,

Windows Vista userà le memorie statiche nella schedina elettronica degli hardisk. Ovvero il sistema operativo metterà le librerie che usa più spesso nell'hardsik ma non sui dischi bensi nella schedina di memoria che monteranno. Sui dischi metterà il resto del contenuto. Questo per far si che riesca a caricare velocemente i dati di cui necessita sempre. Anche nelle schede madri delle prox generazioni di chipset ci saranno dei moduli di memoria flash sempre per lo stesso motivo.

Come dire: i dischi fissi sono più lenti delle memorie? Bene mettiamo le memorie nei dischi fissi ;-) Se Maometto non va alla montagna...
II ARROWS30 Agosto 2006, 17:32 #10
A me l'infarto stava venendo lo stesso... avendo visto la notizia dall'RSS ci sono due notizie... una con il titolo corretto ed una no.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^