Samsung, al via la produzione in massa di chip 2Gb DDR3 40nm

Samsung, al via la produzione in massa di chip 2Gb DDR3 40nm

Passaggio al processo produttivo a 40nm in grandi volumi da parte di Samsung, relativamente ai chip memoria 2Gb DDR3

di pubblicata il , alle 08:29 nel canale Memorie
Samsung
 

Samsung

Samsung Electronics ha iniziato a produrre in grandi volumi chip memoria DDR3 di capienza 2Gb (256MB), realizzati con processo produttivo a 40nm. La fonte giapponese, TechOn, afferma che il passaggio dai 50nm agli attuali 40nm permetterà a Samsung di aumentare la produttività del 60%, un valore decisamente interessante.

Il chip, in virtù del processo produttivo, nasce con una efficienza energetica migliore rispetto al predecessore a 50nm, mentre sul fronte prestazioni viene accreditato di un data rate di 1.6Gbps e opera con una tensione di 1,35V. Si tratta di un passo avanti notevole, se si pensa che il nuovo chip monolitico raddoppia in prestazioni rispetto al chip da 1Gb dual-die package di precedente generazione, "fermo" a 800Mbps.

Il nuovo chip andrà ad equipaggiare moduli di memoria per server da 16GB, 8GB e 4GB RDIMM, UDIMM per workstation e desktop, oltre a moduli SODIMM per il mondo notebook, andando così a coprire per la sua interezza la domanda di mercato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
User11122 Luglio 2009, 08:31 #1
2Gb (256MB)

cioè 2GB in più moduli da 256MB ognuno?
jägerfan22 Luglio 2009, 08:54 #2
2 Gigabit = 256 Megabyte

Non ho capito il perché del misurare la capacità di tali memorie in bit anziché in byte.
User11122 Luglio 2009, 08:56 #3
Originariamente inviato da: jä
2 Gigabit = 256 Megabyte

Non ho capito il perché del misurare la capacità di tali memorie in bit anziché in byte.


non lo sapevo grazie
Cappej22 Luglio 2009, 08:58 #4
sono CHIP da 256 mb che montati sui banchi (tipo 8 chip per banco) formano un modulo da 2 Giga Byte, per esempio...
gi0v322 Luglio 2009, 09:22 #5
sì, ma come si vede dalle foto ce ne stanno 16 per lato su singolo banco, quindi 8 GB se li si mette su entrambe le facce... e avere banchi singoli da 4 GB per desktop non sarà più così costoso ( si spera ) visto che basta avere 8 chip per lato, come si vede di solito...
Mparlav22 Luglio 2009, 09:24 #6
In pratica, economici kit 2x4 GB per tutti, basta aspettare il 2010.
Oppure kit 2000 7-8-7 a 1.65V, sempre che non schiattino dopo 3 mesi
Aenil22 Luglio 2009, 09:48 #7
molto particolare la disposizione dei chip sul PCB
Linux Lover22 Luglio 2009, 15:25 #8

Scoprire e applicare il processo produttivo su tutta la linea

edit! Sorry.
Mr Resetti22 Luglio 2009, 16:06 #9
Originariamente inviato da: Aenil
molto particolare la disposizione dei chip sul PCB


più che particolare direi molto logico, così da sfruttare al meglio lo spazio disponibile... strano che non ci avesse pensato qualcun'altro prima!!!
Brom23 Luglio 2009, 10:57 #10
2Gb si riferisce ai chip, non ai moduli, quindi ogni modulo è formato da x chip da 2Gb ovvero 256MB. che io sappia, la capienza dei chip ram si è sempre misurata in bit e non in byte.
comunque a me sembra che li ci siano 19 chip e non 16. probabilmente ce ne sono altri 5 o 17 dall'altra parte per fare 6 o 9 GB per banco, perchè banchi da 4.75 GB non credo siano nel loro intento.

ora ho visto meglio, il chip centrale è diverso dagli altri, probabilmente è l'spd. quindi penso si tratti di moduli da 4.5 o 9 GB

anche perchè si tratta di un prototipo che molto probabilmente andrà in vendita tra 1-2 anni e se guardate 2 anni fa anche i moduli da 2GB erano abbastanza rari.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^