Nuova tecnologia Super Self Refresh da Elpida

Nuova tecnologia Super Self Refresh da Elpida

Elpida ha sviluppato una nuova tecnologia che permette di ridurre drasticamente i requisiti energetici dei chip di memoria DDR SDRAM

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:32 nel canale Memorie
 

Elpida Memory ha dichiarato nella giornata di ieri di aver consegnato i primi sample dei prodotti DDR SDRAM con tecnologia Super Self Refresh Technology, un sistema ideato per ridurre fino al 95% la corrente di self-refresh (IDD6) che permette quindi di estendere l'autonomia delle batterie di dispositivi consumer electronics senza perdita di prestazioni.

Jun Kitano, technical marketing manager per Elpida, ha dichiarato: "Super Self Refresh Technology è un passo avanti fondamentale che guiderà la diffusione di prodotti DDR SDRAM all'interno di dispositivi consumer-electronics dal momento che sarà in grado di attuare un singificativo cambiamento nei requisiti energetici." I nuovi chip 256Mb DDR SDRAM con SSR Technology sono organizzati in 4M x 16bit x 4 banchi e sono in grado di operare a 400MHz con diversi regolazioni di latenza.

SSR Technology regola automaticamente i timing self refresh per compensare le variazioni interne della temperatura. Elpida ha dichiarato: "Utilizzando le memorie DDR SDRAM SSR i progettisti di sistemi possono ora ridurre le dimensioni delle batterie, offrire maggiore autonomia o spingere alcune funzionalità senza dover sacrificare le prestazioni."

Alcuni sample sono già disponibili da ora e la produzione in volumi è pianificata per il mese di marzo.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Dumah Brazorf14 Gennaio 2005, 11:17 #1
Quanto consuma un banco di semplice DDR?
Ciao.
Genesio14 Gennaio 2005, 11:44 #2
Anch'io mi facevo la stessa domanda...ma più che ad una questione di consumo penso serva a ridurre la temperatura d'esercizio, e quindi anche l'energia x il sistema di dissipazione
lucusta14 Gennaio 2005, 12:44 #3
circa 10w per una ddr3200 da 256, per un modulo da 512 si sale a 15-16w.
DevilsAdvocate14 Gennaio 2005, 12:50 #4
Riducendo il consumo si riduce (in genere) anche la
temperatura di utilizzo...
SaettaC14 Gennaio 2005, 18:44 #5
Mi sembra una tecnologia con promesse troppo belle per essere vere... 95% di riduzione dei consumi?
sinadex17 Gennaio 2005, 15:41 #6
parla di "corrente di self-refresh" e non di consumo globale
se non erro, la corrente di self-refresh è quella che serve per ricaricare le celle di memoria prima che la cella stessa si scarichi e questo avviene per ogni ciclo di clock (per questo si chiamano "dinamiche)
cdimauro19 Gennaio 2005, 08:59 #7
Non avviene ad ogni ciclo di clock, ma dopo un certo periodo di tempo, che dipende dal tempo di scarica del condensatore che costituisce la cella di memoria.
E' un'operazione che dovrebbe essere effettuata ogni tot millisecondi, se la memoria non m'inganna...
sinadex19 Gennaio 2005, 20:47 #8
probabilmente è così, cmq il concetto non cambia
per i profani: in pratica, per risparmiare i transistor necessari per fare una ram stratica (come la cache L1 e L2 delle cpu) si usa come cella di memoria la capacità parassita dei transistor, la quale però dopo tot millisecondi si scarica e va ricaricata ciclicamente
cdimauro20 Gennaio 2005, 09:02 #9
Ci siamo capiti...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^