Niente più memoria FB-Dimm nel futuro AMD

Niente più memoria FB-Dimm nel futuro AMD

Dopo il possibile abbandono da parte di Intel, anche AMD sembra intenzionata a non supportare più questo standard nelle prossime versioni di cpu Opteron

di pubblicata il , alle 09:03 nel canale Memorie
IntelAMD
 

Abbiamo segnalato nei giorni scorsi, con questa notizia, l'intenzione di Intel di ritornare ad utilizzare memorie Dimm per le proprie soluzioni workstation e server, relegando la tecnologia FB-Dimm, Fully Buffered Dimm, ai soli sistemi con 4 o più Socket di processori.

Alla base di questa decisione starebbe la prossima disponibilità di memorie Dimm basate su tecnologia Microbuffer, che permetterebbe di ottenere molti dei benefici delle memorie FB-Dimm in termini di dotazione di memoria per il sistema, risolvendone i problemi di consumo e di eccessivo calore di funzionamento.

AMD aveva anticipato, in proprie roadmap, l'intenzione di voler implementare supporto a questa tecnologia all'interno delle proprie cpu della serie Opteron, parallelamente a quello dello standard DDR3.

Sembra ora, stando alle informazioni anticipate da The Inquirer, che AMD abbia rimosso la tecnologia  FB-Dimm dalla propria roadmap, restando quindi indirizzata verso il solo sviluppo di memorie DDR2 e DDR3 per le prossime evoluzioni delle architetture Opteron.

Del resto, qualche giorno fa abbiamo segnalato con questa notizia come AMD stia operando per definire, all'interno del JEDEC e in collaborazione con SimpleTech, le specifiche tecniche per le soluzioni DDR3, attese in sampling per l'inizio del prossimo anno e per la commercializzazione nei primi mesi del 2008.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bluknigth18 Settembre 2006, 09:26 #1
Che le FBDIMM abbiano fatto la stessa fine delle Rambus.

Non dovevano avera vantaggi sostanziali?

Spero che le DDR3 siano un passo avanti rispetto alle DDR2, e non come quest'ultime con le DDR dove ancora li stiamo aspettando
demon7718 Settembre 2006, 09:45 #2
mai come nel mondo delle ram le idee lungimiranti ed osannate per lungo tempo finiscono nel nulla surclassate sul traguardo da nuove tecnologie dell'ultim'ora! :P
sirus18 Settembre 2006, 09:50 #3
Originariamente inviato da: Bluknigth]...
Spero che le DDR3 siano un passo avanti rispetto alle DDR2, e non come quest'ultime con le DDR dove ancora li stiamo aspettando[/QUOTE]
Le DDR2 attualmente sono nettamente superiori rispetto alle DDR, ci hanno messo 2 anni per esserlo? Non mi aspetto che le DDR3 facciano di meglio perché
mai come nel mondo delle ram le idee lungimiranti ed osannate per lungo tempo finiscono nel nulla surclassate sul traguardo da nuove tecnologie dell'ultim'ora! :P

Il concetto che introducevano le FB-DIMM era ottimo e avrebbe permesso l'adozione di chip di memoria differenti (DDR, DDR2, DDR3) senza un cambio di motherboard e di chipset in quanto sul PCB della banco di RAM c'è un chip di controllo.
L'idea non era male ma hanno avuto problemi di consumi e surriscaldamento notevoli (avete presente i dissipatori che Apple ha adottato per i moduli di FB-DIMM dei MacPro? ).
pietro66718 Settembre 2006, 09:52 #4
Mi sembra di ricordare che le FB-DIMM avevano da una parte la possibilità di montare un maggior numero di chip e dall'altra di ottimizzare l'accesso limitando la latenza; peraltro, mi pare sempre di ricordare che i limiti fossero insiti nella eccessiva corrente richiesta, che renderebbe necessaria l'adozione di un chipset e di una circuitazione degli slot specifica ed appositamente predisposta.
Invece la specifica DDR3 dovrebbe risolvere proprio i problemi della latenza di accesso e della corrente, attraverso nuovi approcci architetturali e tensione di alimentazione minore.
MenageZero18 Settembre 2006, 12:51 #5
Originariamente inviato da: sirus]Il concetto che introducevano le FB-DIMM era ottimo e avrebbe permesso l'adozione di chip di memoria differenti (DDR, DDR2, DDR3) senza un cambio di motherboard e di chipset in quanto sul PCB della banco di RAM c'è
già, quella di avere in non molti anni anche sui pc desktop la possibilità di cambiare tecnologia di ram anche senza toccare cpu e/o mobo era un gran prospettiva...
suppongo inoltre che la scelta di andare solo(per amd, e quasi-solo per intel) su dimm, eventualmente microbuffered, sè dovuta molto anche a moyivi di concvenienza econimica a breve/medio termine, ovviamente potrei dire una *azzata, ma non credo che sulle fb-dimm non ci si potesse lavorare per ridurre consumi/dissipazione termica ...


[QUOTE=Autore news]... le soluzioni DDR3, attese in sampling per l'inizio del prossimo anno e per la commercializzazione nei primi mesi del 2008.

ma come ? in news e roadmaps di al max poche settimane si parlava di supporto per ddr3 da amd almeno a partire dal k8l (metà 2007 ?)e da parte di intel fin dai primi mesi 2007 con i nuovi chipset...
leoneazzurro18 Settembre 2006, 13:41 #6
Originariamente inviato da: MenageZero
già, quella di avere in non molti anni anche sui pc desktop la possibilità di cambiare tecnologia di ram anche senza toccare cpu e/o mobo era un gran prospettiva...
suppongo inoltre che la scelta di andare solo(per amd, e quasi-solo per intel) su dimm, eventualmente microbuffered, sè dovuta molto anche a moyivi di concvenienza econimica a breve/medio termine, ovviamente potrei dire una *azzata, ma non credo che sulle fb-dimm non ci si potesse lavorare per ridurre consumi/dissipazione termica ...



ma come ? in news e roadmaps di al max poche settimane si parlava di supporto per ddr3 da amd almeno a partire dal k8l (metà 2007 ?)e da parte di intel fin dai primi mesi 2007 con i nuovi chipset...


Il problema è sempre l'adozione da parte del mercato, al momento già per far prendere piede alle DDR2 c'è voluto del tempo, è impensabile pensare ad un'adozione rapida delle DDR3, anche perchè al momento (e siamo in pratica a fine 2006) moduli commerciali DDR3 non se ne vedono molti: ergo finchè lo standard non diviene disponibile alla massa è inutile supportarlo (soprattutto se non si ha quasi l'80% del mercato in pugno e comunque non garantirebbe grossi vantaggi prestazionali, almeno inizialmente).
Del resto è palese che se i FB-DIMM sono stati abbandonati anche da AMD, è perchè senza Intel sarebbe uno "standard" solo di nome.

x Pietro: i FB-DIMM in realtà avevano l'obiettivo principale di standardizzare l'interfaccia tra controller di memoria e le RAM. In pratica sul FB-DIMM poteva essere montata qualsiasi tipo di RAM (DDR, DDR2, DDR3) e poi l'elettronica di controllo sul modulo si occupava di "tradurre" i segnali. E' una soluzione pensata per i server, dove magari non si vuole cambiare tutto dopo 3/4 anni se si ha solo bisogno di più RAM. Il consumo però è superiore e le latenze pure.
MenageZero18 Settembre 2006, 14:13 #7
Originariamente inviato da: leoneazzurro
Il problema è sempre l'adozione da parte del mercato, al momento già per far prendere piede alle DDR2 c'è voluto del tempo, è impensabile pensare ad un'adozione rapida delle DDR3, anche perchè al momento (e siamo in pratica a fine 2006) moduli commerciali DDR3 non se ne vedono molti: ergo finchè lo standard non diviene disponibile alla massa è inutile supportarlo (soprattutto se non si ha quasi l'80% del mercato in pugno e comunque non garantirebbe grossi vantaggi prestazionali, almeno inizialmente).
Del resto è palese che se i FB-DIMM sono stati abbandonati anche da AMD, è perchè senza Intel sarebbe uno "standard" solo di nome.

ok, ma, tanto più se già esistono seppur rari moduli ddr3 "commerciali"(ma, ora, dove si montano e chi li compra ? -non parlo di schede video ovviamente), finché non ci saranno relative cpu/mobo(amd) e chipset/mobo(intel), le DDR3 non potranno neanche "iniziare" a diventare di massa...

inoltre le ddr2 sono supportate ed in commercio già dal 2004, da più di due anni, e se magari solo quest'anno e sono divenute "dominanti" rispetto alle ddr e sono apparsi prodotti più "raffinati" al fine di maggiori performance imho è dovuto anche al fatto che amd non ha dato supporto per due anni buoni e non credo che i produttori di moduli, specie quelli top, e di conseguenza quelli di chip, anche se intel ha % di mercato cpu molto maggiore, potessero avere convenienza ad iniziare a mettere le ddr in secondo piano; poi invece quando il aupporto ddr2 è stato prima imminente e poi effettivo anche su amd e "ddr = old" completamente, oltre al proliferare di prodotti ddr2 migliori si è avuto anche una generale diminuzione dei prezzi, per i moduli economici, fino a livelli ora molto popolari e paritari alle ddr di stessa fascia
leoneazzurro18 Settembre 2006, 14:25 #8
Originariamente inviato da: MenageZero
ok, ma, tanto più se già esistono seppur rari moduli ddr3 "commerciali"(ma, ora, dove si montano e chi li compra ? -non parlo di schede video ovviamente), finché non ci saranno relative cpu/mobo(amd) e chipset/mobo(intel), le DDR3 non potranno neanche "iniziare" a diventare di massa...

inoltre le ddr2 sono supportate ed in commercio già dal 2004, da più di due anni, e se magari solo quest'anno e sono divenute "dominanti" rispetto alle ddr e sono apparsi prodotti più "raffinati" al fine di maggiori performance imho è dovuto anche al fatto che amd non ha dato supporto per due anni buoni e non credo che i produttori di moduli, specie quelli top, e di conseguenza quelli di chip, anche se intel ha % di mercato cpu molto maggiore, potessero avere convenienza ad iniziare a mettere le ddr in secondo piano; poi invece quando il aupporto ddr2 è stato prima imminente e poi effettivo anche su amd e "ddr = old" completamente, oltre al proliferare di prodotti ddr2 migliori si è avuto anche una generale diminuzione dei prezzi, per i moduli economici, fino a livelli ora molto popolari e paritari alle ddr di stessa fascia


Infatti è un cane che si morde la coda. Comunque attualmente di DIMM commerciali non se ne vedono (dato anche che non c'è nessun chipset per sfruttarli) e ad ogni modo i produttori di RAM non hanno cominciato a produrre a costi "fattibili" (e QUELLO è il primo requisito per la diffusione)
MenageZero18 Settembre 2006, 15:19 #9
Originariamente inviato da: leoneazzurro
Infatti è un cane che si morde la coda. Comunque attualmente di DIMM commerciali non se ne vedono (dato anche che non c'è nessun chipset per sfruttarli) e ad ogni modo i produttori di RAM non hanno cominciato a produrre a costi "fattibili" (e QUELLO è il primo requisito per la diffusione)


ok, forse o capito l' "algoritmo":

la prima (cronologicamnte) condizione necessaria per l'adozione di una nuova tecnologia di memoria è che i produttori di chip(e/o moduli ?) raggiungano dei costi di produzione tali che si possano praticare prezzi di vendita "al pubblico" del prodotto finito tali da gnerare un ritorno economico

e sporattutto i suddetti produttori perseguono questo obbiettivo senza aspettare il supporto di intel o amd, quindi una volta raggunto tale requisito, parte il resto dl processo...
(perché se no, unito a quanto detto nei post precedenti relativamente ad intel e amd che "aspttano", si genera un "loop" ed il cambiamento di tecnologhia ram non avviene mai... ergo non avrei capito " 'na mazza" in questo caso... )
leoneazzurro18 Settembre 2006, 16:48 #10
Originariamente inviato da: MenageZero
ok, forse o capito l' "algoritmo":

la prima (cronologicamnte) condizione necessaria per l'adozione di una nuova tecnologia di memoria è che i produttori di chip(e/o moduli ?) raggiungano dei costi di produzione tali che si possano praticare prezzi di vendita "al pubblico" del prodotto finito tali da gnerare un ritorno economico

e sporattutto i suddetti produttori perseguono questo obbiettivo senza aspettare il supporto di intel o amd, quindi una volta raggunto tale requisito, parte il resto dl processo...
(perché se no, unito a quanto detto nei post precedenti relativamente ad intel e amd che "aspttano", si genera un "loop" ed il cambiamento di tecnologhia ram non avviene mai... ergo non avrei capito " 'na mazza" in questo caso... )


Beh, è chiaro che i produttori di RAM si aspettano anche un feedback da aprte dei produttori di chipset/CPU, in pratica si siedono intorno ad un tavolino e si mettono d'accordo. L'accordo in genere è del tipo "noi ci faremo trovare pronti per il 200X, voi quindi partite a produrre in volumi intorno a quella data". In genere i produttori di RAM partono con i volumi prima, altrimenti non è possibile per i produttori di CPU lanciare prodotti che non possono essere utilizzati (e anche perchè la RAM non va a finire solo sui moduli dei PC, anche se in larga parte è così Però alla fine perchè ci sia una buona diffusione del prodotto il prodotto stesso deve essere fuori a prezzi competitivi, altrimenti nessuno compra (quindi deve essere anche prodotto in grande serie). La transizione alle DDR2 ci ha messo 2 anni per essere completata, è comprensibile che ci vorrà altrettanto per le DDR3.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^