Micron riorganizza le proprie attività

Micron riorganizza le proprie attività

Il produttore di memorie ha annunciato un piano di riorganizzazione che prevede la riduzione della produzione di memorie flash e il taglio del 15% della forza lavoro

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Memorie
 

Il noto produttore di memorie Micron Technology ha dichiarato nel corso della giornata di ieri di essere prossima ad avviare un programma di riorganizzazione che la porterà a tagliare una parte della forza lavoro e parallelamente a ridurre la produzione delle memorie flash.

Steve Appleton, presidente e CEO dell'azienda, ha dichiarato: "Tagliare posti di lavoro e produzione è sempre doloroso, ma così abbiamo deciso per poter conservare competitività sul mercato". Secondo quanto si legge nel comunicato, la compagnia sta affrontando una rapida flessione dei prezzi di vendita delle memorie NAND flash, che si spingono anche al di sotto dei costi di produzione, per via di una domanda piuttosto bassa da parte dei consumatori ed una saturazione del mercato.

La prima misura di riorganizzazione andrà ad interessare IM Flash Technologies, joint venture tra Micron ed Intel, che sospenderà le forniture di memorie NAND flash provenienti dgli stabilimenti Micron di Boise, nello stato dell'Idaho. Di conseguenza la produzione mensile di memorie flash da parte di IMFT verrà ridotta nell'ordine di circa 35 mila wafer da 200mm.

All'interno della strategia di riorganizzazione vi sarà anche un taglio dei posti di lavoro nell'ordine del 15% circa nell'arco dei prossimi due anni. La riduzione dei posti di lavoro prevederà una fase iniziale dove il personale potrà decidere volontariamente l'eventuale abbandono e interesserà principalmente proprio la sede di Boise. L'azienda ha comunicato che assisterà i lavoratori con indennità di licenziamento e servizi di ricollocazione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
amagriva10 Ottobre 2008, 11:15 #1
La riduzione dei posti di lavoro prevederà una fase iniziale dove il personale potrà decidere volontariamente l'eventuale abbandono:

Ah! Te l'ho detto che se vuoi andare non c'è problema? Tranquillo non ci offendiamo...Va pure sai! No il tuo ufficio adesso serve a un altro ma...sistemati pure nel corridoio e parcheggia fuori la macchina che stiamo facendo dei lavori nel parcheggio sai...Sei ancora qui? Quindici anni nella stessa azienda ma non ti annoi? Anche noi stiamo pensando di andare ma vai prima tu...Ciaooooooo!!!!!
SingWolf10 Ottobre 2008, 14:45 #2
Originariamente inviato da: amagriva
La riduzione dei posti di lavoro prevederà una fase iniziale dove il personale potrà decidere volontariamente l'eventuale abbandono:

Ah! Te l'ho detto che se vuoi andare non c'è problema? Tranquillo non ci offendiamo...Va pure sai! No il tuo ufficio adesso serve a un altro ma...sistemati pure nel corridoio e parcheggia fuori la macchina che stiamo facendo dei lavori nel parcheggio sai...Sei ancora qui? Quindici anni nella stessa azienda ma non ti annoi? Anche noi stiamo pensando di andare ma vai prima tu...Ciaooooooo!!!!!


bLaCkMeTaL10 Ottobre 2008, 14:53 #3
il lato oscuro dell'informatica... se un giorno non servi più perché il mercato decide così, allora si che son cazzi.
degac10 Ottobre 2008, 20:42 #4
il lato oscuro dell'informatica... se un giorno non servi più perché il mercato decide così, allora si che son cazzi.

il lato scuro di qualsiasi settore...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^