Micron: maggiore durata nel tempo per chip NAND Flash

Micron: maggiore durata nel tempo per chip NAND Flash

Micron Technology realizza nuovi chip NAND flash di tipo SLC e MLC con un ciclo di vita tre volte superiore a quanto possibile con i chip attuali

di pubblicata il , alle 12:11 nel canale Memorie
 

Una delle principali critiche che i detrattori degli SSD muovono nei confronti delle periferiche di archiviazione basate su memorie flash è rappresentata dalla durata della vita media di ciascun chip di memoria, espressa in termini di cicli di lettura/scrittura. Attualmente le soluzioni NAND flash realizzate con tecnologia MLC - Multi Level Cell hanno una durata stimata attorno ai 10 mila cicli di lettura scrittura, mentre le soluzioni SLC - Single Level Cell possono vantare una durata superiore di circa 10 volte.

La maggior parte dei dispositivi SSD fanno uso di tecnologie dette di "wear-leveling", ovvero grazie al controller integrato tengono traccia dell'utilizzo medio dei vari chip e provvedono ad equilibrare in maniera adeguata l'uso delle componenti nel corso del tempo. Se per soluzioni di capacità piuttosto elevate ciò non rappresenta un probleama, diverso è il discorso per le unità SSD di capienze più contenute, in quanto il minor spazio a disposizione potrebbe anticipare il raggiungimento del limite di durata.

Cerca di porre rimedio a questo problema Micron Technology, azienda di rilievo specializzata nello sviluppo di memorie nonché partner di Intel all'interno della joint-venture IM Flash Technologies. La stessa Micron, insieme a IMFT, ha lavorato per cercare di estendere la vita media dei chip NAND flash, riuscendo a conquistare un importante risultato.

Brian Shirley, vice presidente di Micron memory group, ha dichiarato: "Impiegando l'ormai consolidato processo NAND a 34 nanometri, Micron ha sviluppato prodotti NAND di classe enterprise che rispondono alle richieste di elevata resistenza avanzate dai nostri clienti. Questi prodotti assicurano alle aziende la disponibilità di soluzioni NAND Flash - siano esse MLC o SLC - di grande affidabilità, per l'integrazione nelle loro piattaforme di storage".

I nuovi chip MLC Enterprise NAND 32Gbit di Micron Technology sono infatti capaci di raggiungere i 30 mila cicli di scrittura, mentre le soluzioni SLC da 16Gb possono raggiungere i 300 mila cicli di scrittura. In ambo i casi si tratta, pertanto, di una estensione del ciclo di vita pari a tre volte la durata media dei chip prodotti con le tecnologie attuali.

Entrambi i chip sono realizzati con processo produttivo a 34 nanometri e rispondono alle specifiche ONFI 2.1. I chip possono essere configurati in modo tale da realizzare soluzioni con densità di 32GB per quanto riguarda i chip MLC e da 16GB per i chip SLC. Micron ha già avviato le consegne degli esemplari di valutazione ai propri clienti ed ai produttori di controller, mentre la produzione in volumi è prevista per l'inzio del prossimo anno.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
deepdark20 Ottobre 2009, 12:27 #1
max847220 Ottobre 2009, 12:34 #2
Ottima notizia. Soprattutto per il mondo enterprise, che permetterà un certo abbattimento dei prezzi anche per noi utenti.
JackZR20 Ottobre 2009, 14:39 #3
Buono a sapersi, in particolare per chi si comprerà un SLC.
JohnPetrucci20 Ottobre 2009, 16:26 #4
Bene, quindi fino ad ora ho fatto bene ad attendere e attenderò oltre anche perchè punto agli SLC in futuro e per adesso i miei 2 velociraptor mi danno più garanzie di un G2 postville Intel che ad ogni modo rimane a 10000 cicli di scrittura sui suoi chip mlc...

E se affermate il contrario rileggetevi questo passaggio finale della news: "Micron ha già avviato le consegne degli esemplari di valutazione ai propri clienti ed ai produttori di controller, mentre la produzione in volumi è prevista per l'inzio del prossimo anno."
killer97820 Ottobre 2009, 16:27 #5
32gb e 16gb, mi dite a chi servono dischi così piccoli
das20 Ottobre 2009, 16:45 #6
Originariamente inviato da: JohnPetrucci
Bene, quindi fino ad ora ho fatto bene ad attendere e attenderò oltre anche perchè punto agli SLC in futuro e per adesso i miei 2 velociraptor mi danno più garanzie di un G2 postville Intel che ad ogni modo rimane a 10000 cicli di scrittura sui suoi chip mlc...


Forse sbaglio qualcosa ma suppondendo di avere un disco da 32Gb:

32*1024*10000=327680000 MB che devono essere scritti prima che il disco sia da buttare.
Supponendo ora una velocità di 100mb/s :
327680000/100=3276800s Secondi di scrittura continua prima che il disco sia da buttare

3276800/3600= 910h Ore di scrittura continua prima che il disco sia da buttare

910/24=37g Giorni di scrittura continua prima che il disco sia da buttare

37 giorni 24/24 di sole scritture prima che si sia rovinato non mi sembra male, credo che anche un disco meccanico non resista molto di più.

Utilizzando poi le slc i giorni diventano 370 ossia più di un anno.
coschizza20 Ottobre 2009, 16:51 #7
Originariamente inviato da: killer978
32gb e 16gb, mi dite a chi servono dischi così piccoli


non stiamo parlando di dischi ma di chip

un disco puo essere composto anche da decine di chip di memoria
Chiancheri20 Ottobre 2009, 17:38 #8
Originariamente inviato da: das
Forse sbaglio qualcosa ma suppondendo di avere un disco da 32Gb:

32*1024*10000=327680000 MB che devono essere scritti prima che il disco sia da buttare.
Supponendo ora una velocità di 100mb/s :
327680000/100=3276800s Secondi di scrittura continua prima che il disco sia da buttare

3276800/3600= 910h Ore di scrittura continua prima che il disco sia da buttare

910/24=37g Giorni di scrittura continua prima che il disco sia da buttare

37 giorni 24/24 di sole scritture prima che si sia rovinato non mi sembra male, credo che anche un disco meccanico non resista molto di più.

Utilizzando poi le slc i giorni diventano 370 ossia più di un anno.


qui non si parla di megabyte ma di "cicli". Forse mi sbaglio, ma probabilmente in un ciclo puoi scrivere pure tutti e 32 i giga e contare sempre come 1. Sto facendo un'ipotesi però, non lo so se poi è così. Ma non credo che il tuo ragionamento possa essere corretto.
das20 Ottobre 2009, 18:51 #9
Originariamente inviato da: Chiancheri
qui non si parla di megabyte ma di "cicli". Forse mi sbaglio, ma probabilmente in un ciclo puoi scrivere pure tutti e 32 i giga e contare sempre come 1. Sto facendo un'ipotesi però, non lo so se poi è così. Ma non credo che il tuo ragionamento possa essere corretto.


Appunto, scrivere una sola volta 32gb (un ciclo) richiede:
32768MB / 100 =327 secondi.

Se lo vuoi fare per 10.000 volte richiederà 3270000 secondi cioè 37 giorni.
nudo_conlemani_inTasca20 Ottobre 2009, 19:29 #10

SSD, tecnologie assistive: quali e quante?

E' possibile sapere se è effetivamente "vero" (magari qualche link)
se le memorie SLC durano 10 volte di più delle MLC?
O questa è solo una stima, puramente matematica senza riscontro con test sul campo.

In sintesi quante tecnologie troveremo negli SSD più recenti come generazione
(lo chiedo anche per sapere quando si compra, leggendo le specifiche, che tecnologie assistive integra.. visto che ci sono in giro SSD vecchi di 3 anni!!!)
Dunque, abbiamo:
il Wear-Leaving (spalma cicli di r/w su tutte celle di memoria, in modo uniforme)
il Trim (che permette di ottimizzare i cicli di refresh e il tempo d'accesso(?), [U]attivo SOLO se supportato dall'OS[/U])
il ECC (XOR) presente negli SSD TorQue della Patriot (per il controllo d'errorre)
immagino semplicemente di parità, o più evoluto?

Ce ne sono sicuramente altre, che non conosco..

Q.uno mi dà chiarimenti in merito..
(cosi mi rendo conto se non mi rifilano un SSD "sola" quando lo acquisto).

thanks.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^