Memorie HBM di seconda generazione: Samsung è la prima

Memorie HBM di seconda generazione: Samsung è la prima

L'azienda coreana annuncia di aver avviato la produzione di memorie High Bandwidth Memory di seconda generazione, capace di un raddoppio della bandwidth oltre che di maggiore capacità

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 11:21 nel canale Memorie
HBMSamsungAMDNVIDIA
 

Abbiamo segnalato nei giorni scorsi come JEDEC, l'ente preposto alla standardizzazione delle varie tipologie di memoria utilizzate nei prodotti informatici e di elettronica di consumo, abbia pubblicamente ratificato le nuove specifiche delle memorie High Bandwidth Memory o HBM di seconda generazione, caratterizzate da un incremento delle prestazioni e da una superiore capacità per dispositivo rispetto a quanto disponibile al momento.

Samsung è la prima azienda produttrice a dare seguito a questo annuncio, dichiarando di aver avviato la produzione di queste nuove memorie in volumi. Un passaggio di questo tipo precede di alcuni mesi il debutto commerciale delle prime soluzioni hardware che saranno abbinate a questa tecnologia, presumibilmente schede video top di gamma basate su GPU NVIDIA e AMD.

Samsung ha indicato per queste nuove memorie l'utilizzo di tecnologia produttiva a 20 nanometri. Gli stack di memoria HBM2 sono composti da 4 moduli da 8 Gbit di capacità ciascuno, montati su un buffer die posto alla base. Ciascuno di questi moduli può assicurare una bandwidth massima teorica di 256 Gbytes al secondo, dato allineato a quelle che sono le indicazioni delle specifiche JEDEC.

Queste nuove tipologie di memorie permetteranno di ottenere sensibili incrementi nella bandwidth massima teorica delle schede video di prossima generazione, sia nel confronto con le implementazioni High Bandwidth Memory adottate da AMD con le GPU della famiglia Fiji sia con riferimento alla tecnologia GDDR5 che viene utilizzata al momento per la maggiore nelle schede video di fascia media ed alta.

Oltre a benefici in termini di pure prestazioni velocistiche queste nuove memorie vantano consumi particolarmente contenuti, abbinati ad una sensibile riduzione nello spazio occupato sul PCB della scheda video o del dispositivo al quale sono abbinate rispetto a tradizionali memorie DRAM.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
marchigiano19 Gennaio 2016, 15:15 #1
pensate sarà possibile fare dei moduli minuscoli da 128-256mb da inserire nelle apu oppure su mobo ma con link diretto alla gpu della apu?
Tedturb019 Gennaio 2016, 20:35 #2
Originariamente inviato da: marchigiano
pensate sarà possibile fare dei moduli minuscoli da 128-256mb da inserire nelle apu oppure su mobo ma con link diretto alla gpu della apu?


quello che scrivi non avrebbe molto senso.
128-256 mega oggigiorno bastano appena per una cache, e le HBM non sono memorie a bassa latenza. Vedasi eDram di intel.

D'altro canto averle sulla mobo significherebbe avere un controller memoria separato per la gpu nella apu. A quel punto tanto varrebbe avere uno zoccolo a parte. E comunque i vantaggi di HUMA andrebbero a farsi benedire.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^