Memorie DDR4, ancora qualche piccolo aggiustamento prima del debutto

Memorie DDR4, ancora qualche piccolo aggiustamento prima del debutto

Nei prossimi mesi sarà possibile assistere all'arrivo sul mercato delle prime memorie DDR4 per sistemi desktop di fascia alta e server. Prima di allora, però, il JEDEC apporterà ancora qualche piccola modifica allo standard

di pubblicata il , alle 13:51 nel canale Memorie
 

Dopo parecchi mesi di attesa pare che lo standard di memoria DDR4 sia prossimo al debutto: con l'ufficializzazione del supporto a questo standard da parte di Intel con i processori Haswell-E ed Haswell-EP, le nuove memorie troveranno posto inizialmente tra i sistemi desktop di fascia alta e tra i sistemi server nel corso dei prossimi mesi.

Sembra tuttavia che vi sia ancora qualche piccolo ritocco da compiere prima che il nuovo standard possa essere considerato pronto dal punto di vista commerciale. L'analista Dee Robinson, per IHS iSuppli, ha infatti recentemente osservato che "Le prime versioni dello standard DDR4 DRAM sono indirizzate agli early adopter, raddoppiando la velocità, la scalabilità, la capacità e l'efficienza energetica rispetto al predecessore".

Scott Schafer, facente parte del comitato JEDEC che si occupa della standardizzazione delle memorie, ha invece commentato: "Le caratteristiche sono abbastanza definite, compiremo solo piccoli aggiustamenti. Quello che determina se si tratta di una nuova specifica o di una revisione dell'attuale è la tensione operativa e la velocità. Se aggiungiamo funzionalità ma non cambiamo tensioni o velocità, probabilmente si tratterà di una semplice aggiunta alle specifiche".

Samsung Electronics e SK Hynix, i due principali produttori di memorie DRAM, hanno realizzato e distribuito sample di memoria DDR4 sin dal 2011 (ricordiamo infatti che i lavori attorno alla definizione dello standard sono stati avviati nel corso del 2005, ben due anni prima del debutto delle memorie DDR3 sul mercato). Le piccole aggiunte allo standard DDR4 difficilmente avranno qualche ripercussione sulla disponibilità di queste memorie sul mercato: l'adozione della tecnologia all'interno dei sistemi PC destinati al mercato di massa si avrà, infatti, solamente nel corso del 2015.

Lo standard DDR4 prevede un form factor diverso rispetto alle attuali memorie DDR3, con moduli DIMM da 288-pin (240-pin per le memorie DDR3), richiedendo quindi nuove schede madri. Le velocità iniziali delle memorie DDR4 saranno di 2133MHz, partendo quindi dalla massima velocità ratificata dallo standard DDR3 attuale, e con interessanti prospettive di sviluppo futuro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Portocala07 Gennaio 2014, 14:30 #1
Ci sono miglioramenti notevoli in qualche ambito particolare o per l'utente medio si parla di 1-2% che di fatto sconsigliano l'acquisto?
pistu_foghecc07 Gennaio 2014, 15:13 #2
Scusate ma le ddr5 di ps4 e di certe schede video dove si collocano? Ma poi ti pareva che non avrebbero richiesto nuove schede madri?
coschizza07 Gennaio 2014, 16:14 #3
Originariamente inviato da: pistu_foghecc
Scusate ma le ddr5 di ps4 e di certe schede video dove si collocano? Ma poi ti pareva che non avrebbero richiesto nuove schede madri?

non esistono le ddr5 le schede video usano le gddr5 che sono nate e fatte per scopi diversi da quelle utilizzate come memoria di sistema ddr3 4 ecc.
piererentolo08 Gennaio 2014, 10:54 #4
Originariamente inviato da: pistu_foghecc
Ma poi ti pareva che non avrebbero richiesto nuove schede madri?

All'inizio costreranno un tuono. Quando tra almeno almeno un paio d'anni visto che i prezzi delle ddr3 di alzeranno e 4gb di ddr3 costeranno più di 8 di ddr4 sarà ora di adottarle. Quindi mettere in cantiere di spendere 50 euro nel 2016 per una nuova mobo non sono poi così traumatici

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^