Memorie con tecnologia 3D XPoint nei server Intel del prossimo futuro

Memorie con tecnologia 3D XPoint nei server Intel del prossimo futuro

La nuova tecnologia 3D XPoint verrà utilizzata nei piani di Intel non solo in sistemi di storage ma anche come memoria di sistema nei server di prossima generazione: capacità incrementata di 4 volte con costi dimezzati

di pubblicata il , alle 00:34 nel canale Memorie
Intel
 

In occasione dell'edizione 2015 del proprio IDF Intel ha annunciato Optane, il nome commerciale di quelle che saranno le proprie soluzioni commerciali per lo storage basate sulla nuova tecnologia 3D XPoint. L'azienda americana ha però ufficialmente confermato come questa tecnologia verrà sfruttata anche per lo sviluppo di una nuova generazione di memorie di sistema pensate per l'utilizzo in ambiente enterprise.

3dxpoint_idf_2015_day2.jpg (59126 bytes)

Nelle future soluzioni server di Intel troveremo quindi moduli memoria basati su tecnologia 3D XPoint, capaci di mettere a disposizione una capacità complessiva pari a 4 volte quella dei moduli DDR attualmente utilizzati ad un costo che è indicato essere pari alla metà. Questo risultato verrà ottenuto utilizzando la stessa interfaccia dei moduli DDR4: questo permetterà l'aggiornamento alla nuova tecnologia senza dover cambiare le piattaforme, adattando quindi il debutto di queste soluzioni alla roadmap server di Intel già in vigore.

Nessun cenno è fatto sulle prestazioni di queste memorie, nel confronto con quelle DDR: Intel si è di fatto sempre confrontata con lo standard NAND analizzando le specifiche della tecnologia 3D XPoint puntando sul fatto che entrambe sono tecnologie che mantengono al proprio interno le informazioni anche quando non sono alimentate (memorie non volatili).

In ambito enterprise la possibilità di avere memoria di sistema in capacità più elevata di quella attuale, di tipo non volatile e ad un costo inferiore è indubbiamente molto interessante ma sarà da valutare con attenzione anche come tutto questo si possa accompagnare a prestazioni velocistiche elevate. Sappiamo infatti come la disponibilità di un numero di core sempre più elevato implichi necessariamente innovazioni dal versante memoria, richiesta sempre più capiente ma anche altrettanto veloce.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
hrossi20 Agosto 2015, 09:00 #1
Interessante davvero, vedremo a tempo debito i numeri, il funzionamento e gli eventuali problemi ma tra ssd e ram direi che abbiamo un 1-2 quasi da ko nel mondo enterprise. Chissà quando vedremo questa tecnologia portata anche in quello mainstream.

Hermes
LMCH20 Agosto 2015, 11:31 #2
Se non sbaglio per i server ci sono moduli ddr da 32GB e per questo anno sono in arrivo quelli da 128GB. Se Intel si riferisce a quelli da 128GB ... si parla di moduli dimm da 512GB!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^