Memorie a nanotubi di carbonio, presto realtà

Memorie a nanotubi di carbonio, presto realtà

Le memorie non-volatile a nanotubi di carbonio sono già in fase di preproduzione e potrebbero essere commercializzate nel corso del 2007

di pubblicata il , alle 16:24 nel canale Memorie
 

Nel corso del mese di ottobre Hardware Upgrade ha pubblicato un focus riguardante un nuovo progetto relativo alla produzione di memorie impiegando una nuova tecnologia che prevede l'utilizzo di nanotubi di carbonio per la realizzazione dei normali gate dei transistor. La compagnia che ha studiato e sviluppato tale tecnica è Nantero, con sede a Woburn in Massachusetts.

Ricordiamo brevemente che il progetto di Nantero riguarda un transistor che prevede l'impiego di piccole concatenazioni di carbonio in grado di spostarsi su e giù, fungendo esattamente da interruttore, per rappresentare gli elementi base, ovvero 1 e 0, del codice binario. A differenza di quanto accade con gli elettroni dei transistor tradizionali, i nanotubi di carbonio restano in posizione (e quindi mantengono l'informazione) anche in assenza di corrente: proprio in virtù di questa caratteristica diverrebbe possibile creare memorie di tipo non-volatile.

La stessa Nantero, tramite il presidente Greg Schmergel, annuncia in questi giorni che le prime memorie non-volatile a nanotubi di carbonio potranno comparire sul mercato già nel corso del 2007. Se le memorie NRAM (questo il nome delle memorie a nanotubi di carbonio) dovessero risultare affidabili potrebbero causare un vero e proprio terremoto nel settore, dal momento che riescono a coniugare la velocità delle memorie SRAM, la non-volatilità delle memorie flash e la densità delle memorie DRAM.

Schmergel ha dichiarato: "Le possibilità di impiego delle memorie NRAM sono infinite, ma un'importante applicazione della nostra tecnologia riguarderà il campo dei dispositivi consumer electronics. L'Europa e l'Asia rappresentano due siti importanto per lo sviluppo del settore consumer electronics e crediamo che abbinare la nostra tecnologia con l'esperienza delle realtà che operano nei due continenti potrà portare sul mercato i benefici delle memorie NRAM molto più velocemente".

In passato Nantero ha dichiarato di essere alla ricerca di partner produttivi in diversi paesi europei, Germania, Francia, Italia, Paesi Bassi, oltre ovviamente al Giappone e alla Corea.

Fonte: EETimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

45 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
rekjasdsadsae3kkklnsadds13 Aprile 2006, 16:28 #1
Sinceramente queste memorie potrebbero essere un punto di svolta nell'informatica! Le applicazioni sono davvero infinite, pensiamo solo a quale incremento velocistico si avrebbe caricando il sistema operativo dalla RAM!
Luca6913 Aprile 2006, 16:31 #2
Manca peró il prezzo
Krakatoa13 Aprile 2006, 16:38 #3
-> Non volatile
-> Non si cancella quando manca la corrente.
-> Una routine in più allo spegnimento-accensione del pc? (cancella la ram)
-> Un posto nuovo dove annidare chissà che..... Vir<->AVir !?
Sono i primi pensieri che mi sono venuti....
...nulla più.
K.
Nemios13 Aprile 2006, 16:42 #4
Con memorie del genere il concetto di "spegnimento" viene profondamente mutato. Sarebbe un po come mandare sempre in sospensione/standby il PC invece che fare lo shutdown. Se poi hai bisogno di resettare lo resetti comunque. Non vedo perchè dovrebbe essere peggio sul fronte sicurezza...
Snyto13 Aprile 2006, 16:43 #5
cioè anke HD allo stato solido?
S3pHiroTh13 Aprile 2006, 16:54 #6
A parte il prezzo non c'è scritto neanke se sono veloci oppure no, per fare un confronto con memorie dei giorni nostri.
demon7713 Aprile 2006, 16:57 #7
per l'HD allo stato solido non so.. bisogna vedere i costi e la convenienza, del resto si potrebbe già fare adesso.

Credo che il vero salto di qualità sia rivolto alla normale RAM..
con questa tecnologia, al di là della velocità di scrittura/lettura della ram, il pc potra accendersi e spegnersi istantaneamente e rimanere esattamente nello stato in cui lo si è lasciato..
una comodità non da poco che agevolerebbe un sacco di attività.

Per esempio: codifica di un divx o un rendering che richiede molte ore può essere fatto un po' per volta ma è come se in realtà non fosse mai stato interrotto..
red5lion13 Aprile 2006, 17:00 #8
"due siti importanto"

A me piace picanto..


a parte gli scherzi... Ma i nanotubi saranno mica cancerogeni?
demon7713 Aprile 2006, 17:01 #9
altra cosa:

se davvero avessero la velocità delle RAM e la capienza di un HDD sarebbe una super rivoluzione: una sola unità super veloce che fa la funzione di ram e hd unendo i vantaggi di entrambi i componenti eliminandone gli svantaggi attuali..

Il boost di prestazioni ed applicazioni sarebbe enorme!
JohnPetrucci13 Aprile 2006, 17:14 #10
Spettacolo, questa si che è rivoluzione tecnologica.
Speriamo si confermino memorie affidabili, e poi sia lo storage che la ram non saranno più come li conosciamo, finalmente si abbatteranno le barriere sia in termini di velocità che di volatilità.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^