IBM e TDK, progetto congiunto per memorie MRAM

IBM e TDK, progetto congiunto per memorie MRAM

I due colossi hanno annunciato un piano di ricerca e sviluppo congiunto per la realizzazione delle memorie Magnetic RAM

di pubblicata il , alle 16:41 nel canale Memorie
IBM
 

IBM e TDK Corporation hanno annunciato un programma di ricerca e sviluppo congiunto con l'obiettivo di realizzare memorie MRAM - Magnetic Random Access Memory che si basano sugli effetti del trasferimento del momento angolare di spin. I due colossi sono convinti che questo percorso permetterà di approdare alla realizzazione di celle di memoria notevolmente più compatte rispetto a quanto avviene con le attuali tecniche di produzione.

IBM ha occupato un posto di rilievo per ciò che concerne gli studi e gli sviluppi portati avanti nel campo della tecnologia MRAM, oltre ad essere pioniera nello sviluppo della giunzione a tunnel magnetico (MTJ) e nello studio degli effetti del trasferimento del momento angolare di spin sul quale si basa questo tipo di memoria. TDK, di contro, ha sviluppato una buona esperienza nell'applicazione sul campo della tecnologia MTJ per quanto riguarda la produzione delle testine di lettura/scrittura dei dischi rigidi.

Come già abbiamo avuto modo di illustrare in passato, le memorie Magnetic RAM presentano una serie di vantaggi rispetto agli altri tipi di memorie presenti sul mercato: minore consumo energetico, maggiore velocità di lettura/scrittura, più estesa durevolezza nel tempo e la non-volatilità delle informazioni (i dati vengono mantenuti in assenza di corrente).

L'adozione e la diffusione di queste memorie è tuttavia ostacolata dall'attuale impossibilità di incrementarne la capacità senza levitare esponenzialmente i costi di produzione. A tal proposito la tecnologia spin momentum transfer permetterà di ridurre la dimensione delle celle di memoria, consentendo così di incrementare la capacità in modo conveniente e conservando tutti i vantaggi precedentemente esposti.

Il percorso che IBM e TDK intendono seguire permetterà di arrivare alla realizzazione delle cosiddette Spin Torque Transfer RAM (STT-RAM), il cui principio di funzionamento è basato sulla variazione della direzione di campi magnetici tramite l'applicazione di una corrente elettrica. La direzione di un campo magnetico determina una resistenza, con la conseguente possibilità di interpetare come "0" oppure "1" le differenti intensità.

Secondo i piani di sviluppo delle due realtà, i primi prototipi funzionanti a 65 nanometri saranno realizzati nel corso dei prossimi quattro anni.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta pi interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tstrck21 Agosto 2007, 18:53 #1

azz


Memorie non volatili... però.
+Benito+21 Agosto 2007, 19:16 #2
momento angolare di spin non mi suona molto...non mi risulta che lo spin generi momento angolare
e-mulami21 Agosto 2007, 20:26 #3
lo spin è il momento angolare...
raptor7922 Agosto 2007, 01:09 #4
Ciò significa che in futuro la ram non essendo volatile permetterà tempi di avvio e spegnimento praticamente immediati ed il confine con lo stand-by come lo conosciamo oggi praticamente non esisterà più!
Bello! per riavviare il pc basterà solo riattivare cpu, hd, dvd e Mb quasi come una lampadina!!!
PsYcHo 2322 Agosto 2007, 12:53 #5
se lavorassero anke 1 pochino + intensamente sulle memorie a cambiamento di fase nn sarebbe male,anke se secondo me l'esercito si è accaparrato la tecnologia x i prossimi 15 anni... daltronde sono 500 volte + veloci delle memorie flash... e si può incrementare ancora notevolmente riducendo il processo produttivo... come dar torto all'esercito,e fatalità è da quasi 1 anno ke nn si sente + nulla in merito a questa tecnologia mmmmmmmmmmm qui gatta ci cova
+Benito+22 Agosto 2007, 13:38 #6
sto leggendo in questi giorni un libro di brian greene e non mi sembra di capire che lo spin sia il momento angolare....
Lucas Malor22 Agosto 2007, 14:25 #7
Lo spin puo' essere pensato come il momento angolare di una particella atomica. In realta' non lo e', e' una proprieta' intrinseca delle particelle atomiche e subatomiche.
+Benito+22 Agosto 2007, 20:24 #8
infatti, il momento angolare ha degli effetti a livello di forze. Non mi risulta che lo spin abbia un corrispettivo a livello di forza. Anche perchè, sempre per quelle che sono le mie conoscenze, lo spin non ha un'asse propriamente detto, essendo comunque la particella, bosone o fermione che sia, non intrinsecamente "presente", ma caratterizzata da proprietà in parte definite al momento dell'esame delle stesse.
Per questo mi sembra strano che lo spin abbia effetti di "trasferimento di momento angolare" che già di per se come frase non capisco cosa significhi. Trasferimento in che senso? il momento angolare come lo trasferisci? Forze si intende che si misura l'influenza che lo spin di una particella ha sullo spin di un'altra?
MexeM25 Agosto 2007, 22:54 #9
Senza offesa, ma forse è meglio se parti da qualche lettura più vicina al tuo livello di conoscenza della fisica...
Lo spin è una proprietà fondamentale di TUTTE le particelle elementari, non certo solo di bosoni o fermioni (anche l'elettrone ha uno spin, tanto per fare un esempio) ed esiste un fenomeno per il quale i portatori di carica possono trasferire parte del proprio spin.
Inoltre in termini puramente dimensionali è esattamente un momento angolare. In generale è il momento angolare intrinseco di un corpo. Nelle particelle elementari, si parla di momento angolare senza che però questo sia effettivamente associato ad una rotazione.
Il fatto poi che nelle scuole si studi il momento angolare in relazione alle forze (alle leve in genere), non vuol dire che debba sempre e comunque essere associato a discorsi sulle forze.
Lucas Malor26 Agosto 2007, 01:15 #10
Originariamente inviato da: MexeM
Lo spin è una proprietà fondamentale di TUTTE le particelle elementari, non certo solo di bosoni o fermioni (anche l'elettrone ha uno spin, tanto per fare un esempio)

Emh. Le particelle elementari O sono bosoni (spin intero) O sono fermioni (spin semintero). L'elettrone che ha spin 1/2 infatti e' un fermione....
(scusate, ma quando uno vuole fare lo sborone sulla fisica e poi non sa nemmeno questo... )

La cosa e' molto semplice: nella meccanica classica lo spin si puo' definire come la rotazione di un corpo intorno al proprio asse. Dato che in meccanica quantistica parlare di "asse" non ha senso, perche' di una particella non si puo' sapere posizione e velocita' allo stesso momento (per il principio di indeterminazione di Heisenberg), si parla di spin.

http://it.wikipedia.org/wiki/Spin
http://it.wikipedia.org/wiki/Princi...e_di_Heisenberg

PS: probabilmente per "trasferimento" intendono fenomeni di accoppiamento, o di entaglement:
http://it.wikipedia.org/wiki/Entanglement_quantistico

ma di preciso non lo so.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^