GeIL: nuova procedura di testing per le memorie

GeIL: nuova procedura di testing per le memorie

GeIL presenta al Computex una nuova metodologia di testing adottata nella fase di produzione delle proprie memorie. Mostrato inoltre un dissipatore universale per moduli di memoria

di pubblicata il , alle 10:13 nel canale Memorie
GeIL
 

GeIL sceglie l'edizione 2008 del Computex per presentare novità legate ai processi produttivi, portando di fatto alcun prodotto nuovo tra le vetrine dello spazio espositivo. Con la sigla DBT, Die-hard Burn-In Technology, l'azienda taiwanese sta ad indicare una particolare metodologia di testing dei propri moduli che viene effettuata in sede di produzione, in modo tale da garantire la commercializzazione di moduli di memoria affidabili nel tempo.

Grazie ad una serie di nuovi macchinari GeIL ha la possibilità di poter condurre stress-test sui propri moduli di memoria che simulano i primi tre mesi di vita di un modulo di memoria, un periodo nel quale tipicamente -a detta di GeIL- si verificano problemi di affidabilità dei moduli. La peculiarità di questo sistema di test è rappresentato dalla possibilità di testare fino a 1000 moduli contemporaneamente, permettendo così di poter arrivare a testare anche i moduli normalmente destinati alla fascia mainstream, per i quali i principali produttori di memorie non prevedono alcuna sessione di stress-test, rivolgendo le proprie attenzioni solamente ai moduli di fascia più alta destinati al segmento enthusiast. GeIL sta inoltre preparando un logo che possa essere utilizzato dai system integrator nel caso assemblino sistemi PC utilizzando moduli che hanno passato la fase di DBT.

Tra le novità presentate da GeIL al Computex 2008 segnaliamo un particolare dissipatore per i moduli di memoria. Sebbene nella foto lo si veda abbinato ad una coppia di moduli EVO1, GeIL ci ha assicurato che il dissipatore (provvisto di un ampio heatsink e di una ventola a led indicante informazioni quali temperatura delle memorie e velocità di rotazione) è compatibile con tutti i moduli presenti sul mercato, grazie ad un adattatore universale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Hitman0404 Giugno 2008, 10:17 #1
Ma che tamarrata è quel dissipatore per le ram?
Faster_Fox04 Giugno 2008, 10:35 #2
Originariamente inviato da: Hitman04
Ma che tamarrata è quel dissipatore per le ram?


ultimamente fra dissipatori, case, note....bhè sono ormai diventati tutti tamarri
Tasslehoff04 Giugno 2008, 10:51 #3
permettendo così di poter arrivare a testare anche i moduli normalmente destinati alla fascia mainstream, per i quali i principali produttori di memorie non prevedono alcuna sessione di stress-test, rivolgendo le proprie attenzioni solamente ai moduli di fascia più alta destinati al segmento enthusiast
Peccato che anche per i moduli destinati al segmento enthusiast i test o vengono schifosamente saltati oppure condotti con i piedi... Vedasi a tal proposito i millemila problemi di instabilità dei recenti banchi PC2-8500 Crucial Ballistix, più di 100 € per un paio di banchi da 1GB che non reggono nemmeno alle frequenze in specifica senza sparare gozziliardi di errori su parecchi sistemi...
za8704 Giugno 2008, 10:53 #4
è più grande di quello per la cpu!
omega72604 Giugno 2008, 10:57 #5
Ma perchè dite che tutto è tamarro??
L'elettronica è tamarra intrinsecamente....che volete, un bel dissi discreto in radica?
cOREvENICE04 Giugno 2008, 11:01 #6
Originariamente inviato da: Tasslehoff
Peccato che anche per i moduli destinati al segmento enthusiast i test o vengono schifosamente saltati oppure condotti con i piedi... Vedasi a tal proposito i millemila problemi di instabilità dei recenti banchi PC2-8500 Crucial Ballistix, più di 100 € per un paio di banchi da 1GB che non reggono nemmeno alle frequenze in specifica senza sparare gozziliardi di errori su parecchi sistemi...


Quotone anche la Geil non è più ai livelli delle sue passate ddr600
ThePunisher04 Giugno 2008, 11:24 #7
Originariamente inviato da: Tasslehoff
Peccato che anche per i moduli destinati al segmento enthusiast i test o vengono schifosamente saltati oppure condotti con i piedi... Vedasi a tal proposito i millemila problemi di instabilità dei recenti banchi PC2-8500 Crucial Ballistix, più di 100 € per un paio di banchi da 1GB che non reggono nemmeno alle frequenze in specifica senza sparare gozziliardi di errori su parecchi sistemi...


Senza parlare delle DDR1 di Crucial va...

Originariamente inviato da: cOREvENICE
Quotone anche la Geil non è più ai livelli delle sue passate ddr600


Beh, sempre meglio di Crucial comunque.
Ratatosk04 Giugno 2008, 13:34 #8
Originariamente inviato da: Hitman04
Ma che tamarrata è quel dissipatore per le ram?


Quello?

Link ad immagine (click per visualizzarla)

ThePunisher04 Giugno 2008, 15:00 #9
Originariamente inviato da: Ratatosk


LOOOOOOOOL!
pierunz04 Giugno 2008, 15:51 #10
Quei pezzetti di plastica ai lati (che comunque suppongo abbiano la loro funzione) mi ricordano molto il mio tostapane!!! XD

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^