Freescale pronta ad avviare la produzione pilota a 65 nanometri

Freescale pronta ad avviare la produzione pilota a 65 nanometri

Freescale Semiconductor avvierà nel mese di novembre le prime prove per la produzione di chip a 65 nanometri

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:11 nel canale Memorie
 

Freescale Semiconductor, divisione di Motorola impegnata nella realizzazione di processori, ha dichiarato che il passaggio al processo produttivo a 90 è stato portato a termine correttamente e che la compagnia è pronta per avviare la produzione dei primi prototipi a 65 nanometri nel mese di Novembre.

Claudine Simons, chief technology officer presso Freescale, ha dichiarato: "Abbiamo superato le maggiori sfide che tutta il settore ha incontrato durante il passaggio alla produzione a 90 nanometri e abbiamo fatto tesoro dell'esperienza maturata per il passaggio alla prossima generazione di tecnologie. I nostri risultati raggiunti con il passaggio a 90 nanometri segnano il punto di partenza per la produzione a 65 nanometri che inizierà nel mese di novembre".

Da quando ha dato il via alla produzione a 90 nanometri nell'Ottobre 2004, Frescale ha intrododtto 12 nuovi prodotti realizzati basati su tecnologia low-power CMOS. Attualmente i prodotti a 90 nanometri della compagnia includono chip di memoria per un vasto numero di applicazioni, come stampanti, dispositivi wireless portatili e componenti network.

La compagnia ha dichiarato di aver completato il rilascio di prodotti a 90 nanometri senza dover ricorrere ad alcun prototipo. Secondo la compagnia, infatti, già i primi sample di ogni prodotto sono stati caratterizzati da piena stabilità operativa e adatti alla produzione in volumi.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ShinjiIkari14 Ottobre 2005, 17:09 #1
Questi sono pazzi. Non s'è ancora visto un solo MPC74xx a 90nm che sia stato realmente realizzato se non in html, tra 8 mesi perdono l'unico cliente che hanno e sono PRONTI alla produzione a 65nm?!?!?!?!?!?
Qualcosa non torna.

ripper7114 Ottobre 2005, 17:47 #2
mi chiedevo infatti se non abbiano altri clienti oltre a apple, ovvero altri range di utilizzo di questi processori
pikkoz14 Ottobre 2005, 18:02 #3
Non so voi ma questa faccina mi dà l'impressione che rispecchi la freescale oggi :
ripper7114 Ottobre 2005, 18:28 #4
ehm.... comunque se leggiamo meglio la news si evince (dai passatemi il termine) che la loro produzione a 90nm è relativa ai chip di memoria, non ai processori.... e quindi anche i prodotti a 65, idem
ShadowX8415 Ottobre 2005, 00:20 #5
Originariamente inviato da: ShinjiIkari
Questi sono pazzi. Non s'è ancora visto un solo MPC74xx a 90nm che sia stato realmente realizzato se non in html, tra 8 mesi perdono l'unico cliente che hanno e sono PRONTI alla produzione a 65nm?!?!?!?!?!?
Qualcosa non torna.



L'unico cliente che hanno?

Guarda che Motorola non ha "generato" Freescale solo per la produzione dei microprocessori destinatti alla Apple, o comunque di microprocessori in generale.

Freescale ha un listino completo di prodotti che vanno dalle CPU alle memorie, agli integrati per il networking:

http://www.freescale.com/webapp/sps...lib.jsp?tid=FSH

La produzione a 65nm riguarderà in principio tutti quei prodotti composti da un basso numero di transistor, e/o da quelli di facile realizzazione (un esempio su tutti sono certi tipi di memorie), dopo questa fase, la dove ne venga visto un beneficio, tutta la produzione verrà effettuate sulle linee a 65nm
ShinjiIkari15 Ottobre 2005, 02:04 #6
Eh per forza intendono quelli, lo so che produce altri tipi di chip, comunque quelli che gli danno i maggiori profitti sono sicuramente i ppc, quindi Apple è il cliente più importante. E' fastidioso però che comincino la produzione a 65nm e di G4 a 90nm non se ne sia visto nemmeno mezzo.
ShadowX8415 Ottobre 2005, 16:31 #7
Originariamente inviato da: ShinjiIkari
Eh per forza intendono quelli, lo so che produce altri tipi di chip, comunque quelli che gli danno i maggiori profitti sono sicuramente i ppc, quindi Apple è il cliente più importante. E' fastidioso però che comincino la produzione a 65nm e di G4 a 90nm non se ne sia visto nemmeno mezzo.


Non sono convinto che il maggior profitto sia derivato dai PPC, anche se ovviamente sono una bella fetta degli introiti, facendo un rapido calcolo: la Apple vende più o meno dai 4 ai 5 milioni di sistemi Macintosh all'anno: (http://www.hwupgrade.it/news/apple/15561.html), bisogna però vedere in quanti dei quali vengono montati i processori Motorola/Freescale e in quanti i PPC della IBM.

Secondo me il maggior profitto riguarda altri tipi di prodotti, che oltre ad esser venduti in volumi maggiori, sono anche relativamente più facili da produrre, e molto probabilmente hanno anche rese maggiori.

Per il discorso che non si sia visto il G4 a 90nm, bhè...è possibile che visto l'andamento di mercato e le future prospettive, abbiano deciso di non investire dei soldi in quel progetto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^