Cpu Intel Core i7 e memorie: attenzione all'overvolt

Cpu Intel Core i7 e memorie: attenzione all'overvolt

Overvolt anche non spinti delle memorie DDR3 potrebbero protare a danneggiare irrimediabilmente la propria cpu Intel Core i7

di pubblicata il , alle 11:31 nel canale Memorie
Intel
 

Le cpu Intel Core i7, nome commerciale delle soluzioni note con il nome in codice di Nehalem, potrebbero porre problemi agli appassionati di overclock abituati a overvoltare i propri moduli memoria, oltre ai produttori di memorie DDR3 di fascia enthusiast.

Questi processori integrano al proprio interno il memory controller DDR3, con un approccio simile a quanto adottato da AMD per le cpu Athlon 64 e successive. Il voltaggio di alimentazione delle memorie DDR3 è in questi processori lo stesso al quale viene portato il memory controller: un overvolt spinto, pertanto, potrebbe portare a danneggiare il memory controller in modo permamente rendendo il processore completamente inutilizzabile.

Al momento attuale mancano esperienze pratiche che possano confermare queste teorie o smentirle. Nel corso di incontri con Intel incentrati sui processori della famiglia Nehalem abbiamo discusso della questione, ricevendo da Intel l'avviso di non overvoltare eccessivamente i moduli memoria DDR3 con questi processori per evitare danneggiamenti permanenti.

L'indicazione specifica è quella di aderire alle specifiche JEDEC, che prevedono un voltaggio di 1.5V per le memorie DDR3, con la possibilità di incrementare questo valore di 0,1V restanto entro margini di sicurezza per il processore.

Una indicazione di questo tipo lascia spazio a ben poche interpretazioni, ma fa sorgere non pochi interrogativi circa quello che potrà essere il futuro delle memorie DDR3 specificamente sviluppate per gli oveerclockers, capaci di operare sino a frequenze di 2.000 MHz e oltre ma in abbinamento a voltaggi di alimentazione particolarmente spinti.

E' tuttavia possibile che l'evoluzione tecnologica dei moduli memoria DDR3 possa portare ad ottenere moduli in grado di operare stabilmente a frequenze elevate pur con voltaggi di alimentazione che se non quelli delle specifiche JEDEC possano quantomeno andarci molto vicini. Per ottenere memorie di questo tipo sarà necessario ricorrere a nuove tecnologie produttive, che aziende produttrici come Samsung, Elpida e Micron stanno sviluppando proprio in questo periodo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

50 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
fpg_8706 Ottobre 2008, 11:34 #1
Intel nel copiare Amd non è stata brava...
Amd nn ha mai avuto questo problema... neanche con la prima versione del memory integrato
que va je faire06 Ottobre 2008, 11:44 #2
bella questa.. chi ha speso un macello di € per stè ddr3 in ottica futura, rimane fregato alla grande
faber8006 Ottobre 2008, 11:44 #3
Originariamente inviato da: fpg_87
Intel nel copiare Amd non è stata brava...
Amd nn ha mai avuto questo problema... neanche con la prima versione del memory integrato


nn diciamo fesserie.......
i7 è simile al phenom (quad nativo con memory controller), ma ha decisamente + potenza in rapporto al consumo (circa +10-15% del penryn clock2clock), quindi come "copia" è riuscita meglio; Amd sta ancora cercando di portare il "cadavere" del phenom oltre i 3ghz........stabilmente.......

semmai l'oc sembra un problema comune all'architettura quad nativa.....
costa@7306 Ottobre 2008, 11:46 #4
é finita la pacchia !!Chi avrà il coraggio di tirare il collo a questi processori con questo pericolo??
Mi tengo stretto il mio core duo E6420 ancora per molto,
si stira che è un piacere.

blade972206 Ottobre 2008, 11:48 #5
Originariamente inviato da: faber80
nn diciamo fesserie.......
i7 è simile al phenom (quad nativo con memory controller), ma ha decisamente + potenza in rapporto al consumo (circa +10-15% del penryn clock2clock), quindi come "copia" è riuscita meglio; Amd sta ancora cercando di portare il "cadavere" del phenom oltre i 3ghz........stabilmente.......

semmai l'oc sembra un problema comune all'architettura quad nativa.....


guarda che fpg_87 intendeva solamente dire che negli AMD l'alimentazione del memory controller e' svincolata da quella delle DIMM
shuttle06 Ottobre 2008, 11:51 #6
Originariamente inviato da: faber80
nn diciamo fesserie.......
i7 è simile al phenom (quad nativo con memory controller), ma ha decisamente + potenza in rapporto al consumo (circa +10-15% del penryn clock2clock), quindi come "copia" è riuscita meglio; Amd sta ancora cercando di portare il "cadavere" del phenom oltre i 3ghz........stabilmente.......

semmai l'oc sembra un problema comune all'architettura quad nativa.....


Qualcuno ha già provato questi i7? ...e comunque stai confrontando 2 architetture che hanno processi produttivi differenti.
faber8006 Ottobre 2008, 12:01 #7
Originariamente inviato da: shuttle
Qualcuno ha già provato questi i7?


anandtech....cerca Nehalem bench

Originariamente inviato da: shuttle
...e comunque stai confrontando 2 architetture che hanno processi produttivi differenti.


questo è vero, ma (attendendo reali bench phenom a 45nm) nn ci si aspetta miracoli rispetto i 65nm (che oggi se la giocano si e no con i c2d e nn con i penryn)
demon7706 Ottobre 2008, 12:08 #8
Non cominciate a litigare con le solite menate AMD versus INTEL.. è argomento OT
Oltretutto è fuor di dubbio che ADESSO intel ha i processori più performanti.. speriamo tutti che AMD si riprenda perchè abbiamo tutti da guadagnarci..
daboss8706 Ottobre 2008, 12:09 #9
"di 0,1V restanto"

Siii, piace picantooo! [cit.]
riva.dani06 Ottobre 2008, 12:11 #10
Tutto è possibile naturalmente. Però mi sorge un dubbio: se provassimo a chiedere a Intel se con i C2D e i suoi chipset l'overvolt spinto delle memorie (DDR2 o 3 che siano) sia un'operazione sicura come ci risponderebbe? Ci direbbe "Sì naturalmente, overvoltate e overcloccate quanto volete, garantiamo noi" oppure riceveremmo da Intel "l'avviso di non overvoltare eccessivamente i moduli memoria per evitare danneggiamenti permanenti" e quindi la raccomandazione di "aderire alle specifiche JEDEC"?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^